Una settimana Gaya

Quando ho deciso di prendere in mano il timone di questa rubrica non mi immaginavo completamente una inaugurazione così piena di eventi: una settimana ricca di gioie, ma anche di qualche lacrimuccia di troppo, quindi per non rischiare di mixare il dolceamaro tutto insieme e creare disagio, ho deciso di sezionare giornalmente gli eventi, dando ad ognuno il giusto peso che merita.

Domenica: IL MONDO E’ IN LUTTO, CI LASCIA DAVID BOWIE
Dopo aver segnato la vita di sicuramente più di una generazione, ispirato la carriera di innumerevoli artiste, e con un album uscito due giorni prima, in concomitanza del suo ultimo compleanno, si spegne a 69 anni il Duca Bianco. Una dipartita che ha scosso le orecchie di tutto il mondo e che ci ha permesso di riascoltare ancora una volta, anche se in maniera commemorativa, i suoi più grandi successi. E già proviamo ad immaginarcelo su in cielo a cantare ancora una volta dal vivo Under pressure con Freddie.

Lunedì: GAGA E IL GOLDEN GLOBE DELLE DISCORDIA.
Ragazzi, è successo alla fine, Lady Germanotta stufa di vincere i soliti Grammys ha deciso di riempire la libreria di casa con un bel Golden Globe ottenuto grazie alla sua interpretazione della Contessa in American Horror Story Hotel. Di strada ne ha fatta molta durante la stagione conclusasi questo mercoledì e credo che un plauso se lo sia meritato; un’ovazione così in grande da suscitare forse le risa di qualcuno: sto parlando proprio del video virale del signor Di Caprio con le sue faccette divertite durante la sfilata della Stefani. Dopo varie supposizioni in merito, tutto si risolve con Leo che giura che non avesse neanche idea di chi stesse passando. Pace fatta!

Martedì: ISTAMBUL TREMA.
Tocca purtroppo anche di parlare della scellerata opera d’odio che continua a dipingere col sangue questo mondo: non lo scrivo per parlare ancora una volta di questa piaga chiamata ISIS, ma per ricordare le 10 vittime di un kamikaze fattosi esplodere in piazza Sultanahmet.

Mercoledì: LA NOIA.
Tra notizie di cronaca, programmi tv e post vari, sembra che le interfacce sociali non siano in fermento particolare, così il mercoledì passa inosservato. Potrei tranquillamente parlarvi del fatto che sono stato in centro a Milano a fare compre, ma non mi sembra il caso suvvia! (Un paio di pantaloni FAVOLOSI presi con i saldi ovvio!)

Giovedì: OCAR IN ARRIVO E MAGICHE SCOMPARSE
Dopo un Golden Globe vi pare che si poteva accontentare così facilmente? Parliamo nuovamente di Lady Gaga che in questa giornata annuncia la nomination agli Academy grazie alla sua Til it happens to you, meravigliosa colonna sonora di un documentario sugli abusi sessuali che avvengono nei College americani. Tanto di cappello Germanotta: entro l’anno la Regina Betty abdicherà in tuo favore, ne sono sicuro!
Ma non possiamo gioire così a lungo che subito un’altra notizia irrompe violentemente nelle nostre reti: Alan Rickman, celebre attore teatrale e cinematografico, conosciuto ai più sotto le vesti del professor Piton, si ricongiunge proprio con quest’ultimo anch’egli a 69 anni. Nulla da dire se non: bacchette alzate, ALWAYS.

Venerdì: LA REUNION DEI FROCIAROLI PIU’ AMATI.
Grande notizia, dopo 10 anni dall’ultimo episodio, un ritorno coi fiocchi per gli appassionati di serie tv: è stato infatti reso noto che Will&Grace riaprirà i battenti ancora una volta, pronti per far ridere a crepapelle gli addicted omo e non! Insomma, io personalmente non sto più nella pelle!

Sabato: MILANO INVASA
Ieri, giornata intensa in quel di Milano: flotte di aitanti giovani, sciarpe, tacchi, borse estrose, outfit al limite del coraggio e capelli all’ultima moda hanno letteralmente invaso il suolo lombardo per l”inizio della Milano fashion week: più che viaggiare in metro per andare in Porta Venezia sembrava stessimo attraversando il Brasile durante il suo Carnevale. Un tripudio di colori e di snobbismo che dovremo sorbirci per qualche giorno, ma hey, this is Milan, la si ama anche (e forse soprattutto) per questo!

Insomma, non possiamo dire che non sia stata una settiamana sciatta e monotona, eventi ce ne sono stati tanti e spunti di riflessioni altrettanti, cosa vi ha lasciato? come vi sta permettendo di vivere questa domenica?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *