50 sfumature e 1/2 kg. di cetrioli

Vi avevo già parlato della saga delle 50 sfumature e i tentativi di emulazione che ne erano nati.
Pensavate fosse finita lì? E invece no…

E’ approdata nelle sale la puntata numero due della trilogia sadomaso più chiacchierata della storia: critica freddina, dollari a palate e donne che accorrono a frotte al cinema. Non a mani vuote…

maxw-654

Ebbene, per accompagnare la visione del film, ormai non si usano più popcorn e caramelle, ma si passa dal fruttivendolo.

In un battibaleno sono diventate virali alcune foto scattate dai dipendenti di un paio di cinema (per l’esattezza in Australia e in Norvegia) in cui, al termine del film, nelle sale sono stati rinvenuti dei cetrioli. E insomma, di insalatone miste non c’era traccia, quindi diciamo che i curiosi ortaggi sarebbero stati utilizzati per accompagnare la visione delle gesta di Mr. Grey in maniere sbiruline che adesso mi sfuggono.

C4sYNp1WIAA87yU.jpg small

Uso il condizionale perchè c’è chi pensa si tratti di un’idea di marketing, come l’utente Twitter ha scritto nel suo post:

Sento puzza di trovata pubblicitaria.

Verità o meno, fatto sta che di questo film si parla tanto (anche) per questi pittoreschi effetti collaterali. Se in occasione del primo capitolo, aveva dilagato la moda del fare sesso nei più strani posti, ora si va in multisala armati fino ai denti. E ne manca ancora uno!

Pillole sfumate! Cosa potrebbero offrire i cinema insieme alla proiezione di 50 sfumature?

1 – Secchiello popcorn, Coca cola e frustino € 9,99

2 – Hot dog, acqua e manichino gonfiabile con le fattezze di Mr. Grey € 19,99

3 – 1 kg di caramelle assortite e manette di peluche rosa € 6,99

4 – Caffè, acqua e mascherina miciona € 5,99

5 – Gelato, vibratore e una sigaretta € 7,99

Cinema di tutto il mondo! Poi non dite che non vi avevo avvertiti…

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Fonte: deejay.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *