Anthony Avalos

Anthony Avalos: la sua morte è stata la conseguenza di abusi e violenze. I genitori rischiano la pena di morte.

La coppia di genitori è stat accusata di omicidio e abusi.

I genitori del ragazzino di 10 anni assassinato solo per aver detto che gli piacevano i ragazzi, potrebbero essere condannati a morte.

Heather Barron, 28 anni, è stata arrestata e accusata dell’omicidio, della tortura e di un conteggio di abusi sui minori contro suo figlio Anthony Avalos, morto in ospedale lo scorso giugno, dopo aver subito un trauma cranico nella sua casa di Los Angeles (ve ne avevamo già parlato qui).

Anche il fidanzato di Barron, Kareem Leiva, è stato arrestato dopo aver fatto dichiarazioni e ora su di lui pendono stesse accuse della Barron in relazione alla morte di Anthony.

Secondo la contea di Los Angeles, Barron e Leiva sono stati accusati di aver torturato il bambino nei giorni precedenti alla sua morte.

La torture includevano percosse fisiche, il doversi inginocchiare sul riso, privazione del cibo, frustate con cintura di pelle. Inoltre i due erano soliti torturare il povero bambino spalmandogli sul viso una salsa piccante che gli irritava occhi e pelle.

Dopo le nuove accuse di tortura, Barron e Leiva potrebbero essere condannati con la pena di morte secondo.

La coppia è stata accusata di un omicidio e torture a giugno, ma questa settimana, sono stati anche accusati di pedofilia per aver presumibilmente picchiato il fratello minore di Anthony, che a quanto riporta il New York Times, è stato picchiato così duramente da richiedere l’intervento medico e punti di sutura per chiudere una ferita alla testa.

La coppia si è dichiarata non colpevole delle accuse contro di loro e sono trattenuti su cauzione fino all’udienza preliminare del 27 novembre 2018.

La zia di Anthony, Maria Barron, ha detto ai giornalisti fuori dal tribunale: “Potrebbero ottenere la pena di morte, ma questo non riporterà Anthony indietro […] Non mi darò mai pace. Ci sarà sempre questo vuoto nel mio cuore “.

I rapporti della polizia rivalno che gli otto fratelli di Anthony furono costretti a prendere parte ad alcuni degli abusi obbligati a combattere con lui e a tenerlo d’occhio perché rimanesse o in piedi o in ginocchio a seconda della punizione che i genitori gli stavano infliggendo.

Il procuratore distrettuale della contea di Los Angeles, Jonathan Hatami, ha scritto in un atto d’accusa: “Ad un certo punto Anthony non poteva nemmeno più camminare, era incosciente, sdraiato sul pavimento della sua camera da letto per ore, senza ricevere cure mediche e non riusciva nemmeno più a mangiare da solo”.

Barron aveva inizialmente sostenuto che le ferite di Anthony erano dovute a una caduta, ma il Dipartimento per i bambini e la famiglia della contea di Los Angeles (DCFS) lo definì “non plausibile” a causa della gravità delle sue ferite.

Il LA Times ha riferito che gli assistenti sociali e la polizia sono stati informati che Anthony aveva subito abusi per anni prima della sua morte e i rapporti riferiscono che era stato rinchiuso in una gabbia e costretto a combattere contro altri bambini.

Molte delle denunce ricevute dal DCFS hanno affermato che Anthony Avalos era vittima di abusi fisici, emotivi e sessuali.

Io ve lo ripeto: il fatto che siate etero NON VI AUTORIZZA ad essere genitori! Essere genitore vuol dire amare, donarsi, sacrificarsi per il bene e la felicità dei propri figli. Vuol dire sapere accettare e guidare i propri figli verso l’accettazione di se stessi, anche quando la società vuole inculcarci un’idea diversa!

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

  • Xersex

    Disgraziati.

  • Xersex

    è veramente difficile non rallegrarsi per il rischio della pena di morte. Sopratutto pensando che dall'altra parte del mondo c'è chi condanna a morte i gay solo per essere tali. Ma non solo, approva o sanziona simbolicamente chi uccide i propri figli gay e lesbiche, solo per essere tali.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *