Categoria: gossip

Il Punto Seriale – Il Ritorno de ‘La Tata’

In questa epoca di reboot scatenati, mancano all’appello ormai praticamente solo due serie cult del decennio 90’s: ‘Friends’ e ‘La Tata’.
Ma, se per Jennifer Aniston e soci il progetto sembra un po’ complicato, sul versante Francesca Cacace, invece, arrivano notizie mooolto più confortanti!

Recentemente, interpellata su un possibile ritorno della famiglia Sheffield sui nostri schermi, la vulcanica protagonista Fran Drescher ha dichiarato:

Stiamo lavorando a un grosso progetto. Sarà eccitante per i fan, ma ancora non posso annunciare niente. Vi assicuro, però, che sarà qualcosa di grande!

E così, dopo ‘Streghe’, ‘Will & Grace’ e ‘I Segreti di Twin Peaks’, ecco un’altra serie iconica pronta a tornare in grande spolvero! Ma di che si tratterà? A quanto pare, sarà un vero e proprio prosieguo ambientato 20 anni dopo l’ultima puntata.

Ricordate? Francesca e Maxwell, freschi sposi, si trasferiscono a Los Angeles con due gemelli al seguito. Lui inseguirà la carriera di produttore cinematografico, lei penserà alla famiglia.

Ecco un’altra dichiarazione della Drescher:

Il punto è che il nostro show avrebbe gli stessi personaggi vent’anni dopo. Non possiamo giusto riprendere da dove abbiamo lasciato. Questa potrebbe essere un’ottima cosa perché così La Tata prenderebbe una piega del tutto nuova.

La protagonista ha poi concluso dicendo che si immagina una Francesca più attenta al sociale e con un grande attaccamento alla famiglia. E, a proposito di famiglia, tutto il cast originale si è detto entusiasta di questo nuovissimo progetto.

Torneranno, quindi, Maxwell e i figli Maggie, Brighton e Grace. Ovviamente anche la vorace Zia Assunta, la svampita Lalla e gli immancabili Niles e C.C. Babcock, i cui battibecchi rendevano ogni puntata esilarante! Putroppo non ci sarà Ann Guilbert, ovvero la arzillissima zia Yetta, scomparsa nel 2016.

I fans, ovviamente, sono già in visibilio! Nonostante siano passati 20 anni, il pubblico non ha mai dimenticato casa Sheffield. Infatti ancora oggi le repliche dello show raccolgono ascolti più che lusinghieri. Segno che Francesca Cacace non ha mai abbandonato i nostri cuori.

Quindi non ci resta che aspettare e vedere che hanno in serbo per noi la Drescher e tutta la sua squinternata famiglia!

Vi era mancata tata Francesca…??

Sciaouz!

Tracio

 

Will And Grace 2017

Il Punto Seriale – Il ritorno di Will & Grace

Dopo anni di indiscrezioni, finalmente l’attesa è finita! Il ritorno di ‘Will & Grace’ era di gran lunga il più bramato degli ultimi anni: più di ‘Beverly Hills 90210’, più di ‘I segreti di Twin Peaks’. Will, Grace, Jack e Karen mancavano. Tanto. A tutti noi fans della serie cult di fine anni 90.

E dopo la puntata pilota sulle elezioni americane, accolta trionfalmente in tutto il mondo, la rete NBC ha ordinato addirittura due stagioni nuove di zecca di questa amatissima serie.

Ma perchè tanto clamore?

‘Will & Grace’ non è stata semplicemente una delle sitcom di maggior successo del nuovo millennio. Ma ha sdoganato in maniera gioiosa ed estremamente potente l’omosessualità, portando nel prime time mondiale la figura di un uomo molto comune, circondato da una famiglia di amici un po’ meno comuni. Fino a quel momento, i gay erano rappresentati come tristi, tormentati e ben nascosti, per paura della reazione della gente (Penso al Matt di Melrose Place o a Jack di Dawson’s Creek). Will Truman è un uomo assolutamente normale, avvocato di successo con la sua buona dose di manie e debolezze. Uno come noi. Non è da solo, con lui c’è l’inseparabile amica Grace: una donna nevrotica e imbranata. L’uno è la spalla dell’altra. Entrambi si necessitano a vicenda per affrontare la vita e le montagne russe dell’amore. Come spesso accade nelle sitcom americane, fondamentali sono i personaggi di contorno, le cosiddette ‘spalle’ dei protagonisti. E in questo, ‘Will&Grace’ non ha rivali: Jack McFarland è l’amico eccentrico e stralunato che tutti vorremmo avere. Karen Walker, la perfida miliardaria ubriaca e dalla voce stridula, è la donna che tutti i gay vorrebbero essere.

Le gif e le citazioni di Will & Grace troneggiano ancora oggi sulle bacheche social del mondo intero. E’ quindi con grande emozione e curiosità che abbiamo seguito la prima puntata di questa nuova avventura, trasmessa da Mediaset Premium Joi in contemporanea con gli Stati Uniti, per ritrovare i nostri 4 amici.

Il Primo Episodio di questa nuova serie

C’è chi dice che non bisogna giudicare un libro dalla propria copertina, o che l’abito non faccia il monaco, e credo vi sia un fondo di ragione in tali detti popolari, perché per quanto tutti lo stessimo aspettando da ben 11 anni, il ritorno sugli schermi del quartetto più famoso e rainbow di Manhattan parte lento ma ben collegato alla puntata pilota che tutti conosciamo. Karen è la migliore amica di Melania Trump, Will flirta con un deputato del congresso USA, la sfigata di turno è sempre Grace e Jack è alle prese con Grindr lottando “contro i twink” che spopolano in città pur di mantenere il suo trono da “reginetta” indiscussa delle scene newyorkesi.

Undici anni sono passati dall’ultima serie di Will & Grace e la bravura del cast e di chi scrive il tutto si vede nel fatto che proprio in questa prima puntata – non proprio accolta benissimo dalla critica USA – tutto si sussegue in un lento alternarsi di cose che però portano i personaggi a svecchiarsi e a vivere in una New York cambiata da 11 anni di avvenimenti, alcuni dei quali anche molto nefasti. Ricordiamoci anche che era il 1998 quando questa serie avveniristica per il mondo LGBT portava alla ribalta arogmenti tabù fino ad allora, e oggi invece lo fa in maniera davvero sagace, impegnata e senza dimenticare l’attualità.

Insomma, partita un po’ a rilento, con l’assenza della mitica e amatissima Rosario la cui attrice a 84 anni non si è sentita di prendere un impegno così grande per registrare due nuove serie, è un revival che promette fuochi d’artifcio con la solita comicità intelligente di questi 4 attori che sul set si dimostrano sempre e ancora più affiatati (traspare la loro amicizia) e un occhio al mondo LGBT di oggi che sono sicuro non deluderà noi appassionati di Will And Grace e appassionerà anche le nuove generazioni che si affacceranno a conoscerli solo ora.

Tenetevi pronti: questa serie è proiettata appieno nella reatà americana attuale, quindi diciamo pure che è un tantinello Trump-centrica… ma almeno per noi spettatori lo è in maniera positva!

Un pensiero va alla storica doppiatrice di Karen Walker, Laura Latini, scomparsa cinque anni fa. La curiosità di ascoltare la nuova voce italiana della nostra beniamina è tanta. In pole position sembrerebbe esserci la sorella Ilaria. Per scoprirlo dobbiamo aspettare il 13 ottobre e sintonizzarci su Premium Joi.

Una frase per definire questa prima puntata?

Bentornate, checche!

Lady Gaga

Lady Gaga malata immaginaria?

Tragedia. Morte. Distruzione. Lady Gaga ma che succede?

La corazzata Lady Gaga si è inceppata. Dopo anni passati a macinare dischi e tour come un robottino, Mother Monster ha fatto crac.

Alla vigilia della tappa brasiliana del suo Joanne World Tour, Stefani Angelina Joanne Germanotta ha detto basta. E ha pubblicato una già iconica foto su instagram per scusarsi con i suoi fans del pacco biblico.

Dopo aver annullato il concerto carioca, mandando sul chi va là mezzo pianeta, è arrivata anche la nefasta notizia: tour rinviato al 2018 a date da definirsi, con vaghezza.

Da qui gli allarmi transoceanici: Gaga sta alle cozze, non ce la fa ad alzarsi dal letto, non tornerà mai più quella di prima. Ma anzitutto, che cos’ha davvero la nostra eroina?

La diagnosi parla di fibromialgia. E di che si tratta esattamente? E’ una malattia cronica, invalidante e difficilmente diagnosticabile che provoca continui dolori e che può avere un pesante impatto sulla vita quotidiana e che nel nostro paese colpisce circa 2 milioni di persone soprattutto donne tra i 20 e i 55 anni. Considerata spesso come malattia immaginaria per la sua difficile diagnosi, crea dolori intensi che rendono difficile anche solo l’alzarsi dal letto al mattino. Inizialmente i dolori si manifestano a livello della cervicale, il collo o le spalle, che spesso presentano tensione e rigidità, e con il passare del tempo si diffondono in altre parti del corpo. Al momento non esiste una terapia risolutiva per curare questo disturbo a parte gli antinfiammatori che agiscono sulla sintomatologia, saune e coperte riscaldanti che danno sollievo.

Di fronte a questa spiegazione, nessuno ovviamente ha da recriminare sui concerti saltati. Ma circola anche una seconda versione. Secondo alcuni siti, il vero problema sarebbe finanziario. Le spese di allestimento del tour sarebbero così mastodontiche da non riuscire a essere coperte dai pur milionari incassi. I biglietti, infatti, sono stati polverizzati ovunque in un battibaleno. Ciononostante, le spese di montaggio, smontaggio e trasporto del palco sarebbero talmente enormi da far rischiare alla nostra beniamina la bancarotta. I maligni sibilano che una malattia reale, per carità, ma difficilmente diagnosticabile (un po’ come la depressione) sia perfetta per svincolare, a livello etico ma soprattutto assicurativo, da qualsiasi gravoso impegno e salvare il salvabile. Quindi a monte ci sarebbero semplicemente delle proiezioni di incassi e costi fatte, probabilmente, da una scimmia.

Tutto questo per dire che potrebbe esserci anche la possibilità che questo tour non avrà mai una ripresa.

La verità, come sempre in questi casi, non si saprà mai. Da un lato la Germanotta aveva avuto altre volte avvisaglie di fibromialgia. Ma c’è anche da dire che ha sempre dimostrato di avere un po’ le mani bucate, come lei stessa ha dichiarato più volte.

Sono andata in bancarotta circa quattro volte fino ad ora. Il mio manager vuole uccidermi! Ogni dollaro che guadagno va sul palco.

Insomma, onestamente che Gaga sia rimasta invischiata nei conti fatti male da un idiota, mi sembra molto strano. Vero è che al giorno d’oggi, certi idioti guidano le nazioni….

Fatto sta che comunque ‘sto tour saaddafa’, ma come farà la nostra eroina? Antibiotici? Cortisone? No, con le mie pillole!

Pillole Gagose! Come potresti portare a casa un tour mastodontico pur senza poterti muovere?

1 – Ti presenti avvolta dalle bende stile mummia e canti in loop il grande successo delle Bangles Walk like an egyptian.

2 – Cambi il tuo nome in Lana Del Rey, la cui vitalità è leggendaria. Al confronto dell’originale, risulterai fin troppo vispa.

3 – Dichiari che il tuo idolo è Mariah Carey e ti ispiri alle sue ultime agghiaccianti apparizioni live. (live… vabbe’)

4 – Trasformi il concerto in una puntata di 2 ore di Tg2 Medicina 33. Il tema, ovviamente, la fibromialgia.

Riuscirà la germanotta a tornare operativa? Io scommetto di sì, e voi??

Scioauz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Fonti: Perez Hilton; NME; MarieClaire

Shakira a bordo, Waka Waka per tutti!

Che cosa fareste se incontraste il vostro idolo? La cantante preferita, quella di cui conoscete tutte le canzoni e pure i fatti privati?

Probabilmente un autografo, un selfie, tanti complimenti e basta così. Ma avreste il coraggio di esibirvi davanti a lei in uno dei suoi successi?

No, perché siete persone normali e avete un minimo di pudore.

A differenza di una esuberante hostess che non si è lasciata sfuggire l’occasione (unica nella vita) di dimenarsi al ritmo di Waka Waka davanti a nientepopodimeno che Shakira in persona.

Ma andiamo con ordine: la cantante si trovava su un volo Spagna – Argentina insieme al suo bel Piqueton per partecipare alle nozze del calciatore Lionel Messi.

Posti, ovviamente, superlusso: champagne, cuscinoni e servizio personalizzato. Talmente tanto che, all’inconfondibile grido inziale della canzone, la professionalissima hostess non ha capito più nulla e ha iniziato a scatenarsi davanti al proprio idolo che, a onor di cronaca, è apparsa dapprima imbarazzata, per poi dimostrarsi divertita, riprendere la discutibile esibizione con il suo smartphone e abbracciare la calorosa ammiratrice.

Una reazione simpatica e divertita da parte di Shakira, sicuramente non da tutti. Penso che, se al suo posto ci fosse stata una come Madonna, la hostess sarebbe stata scaraventata fuori dall’aereo in volo e senza paracadute.

Sicuramente la simpatica impiegata potrà dire di aver fatto colpo sul suo idolo! E se un’occasione così capitasse a voi??

Pillole emulatrici! Come imitare il vostro idolo e vivere felici.

1 . Katy Perry. Vi date alla pasticceria, specializzandovi in torte con 40 strati di panna montata, da dispensare con il vostro infallibile reggiseno…

2 . Pamela Prati. Vi aggirate a vanvera per piazzale Loreto a Milano, dicendo a chiunque di chiamarvi taxi a più non posso.

3 . Anne Hataway. Vi presentate al lavoro con un caffè latte scremato senza schiuma, un caffè doppio e tre caffè alla napoletana con spazio per il latte. Roventi! (Avrà pure vinto un Oscar, ma per me lei sarà sempre e solo la schiava di Miranda)

4 . Stefano Accorsi. Fate scenette isteriche con tanto di vocina stridula ovunque: al casello, in bagno e persino in coda a Gardaland.

5 . Michael Jackson. Essendo impossibile incontrarlo, vi limitate a emularlo esibendovi nel suo celebre Moonwalk ovunque: dal tapis roulant in palestra fino ai posti più impensabili…

Siete anche voi fans di Shakira e non volete farvi trovare impreparati…? Via con il ripasso!

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Fonte: Trash Italiano

 

Le strane coppie dell’estate

A quanto pare il trend dell’estate 2017 è stupire a ogni costo. Come? Mischiando personaggi famosi o meno per creare nuove imprevedibili coppie.

E’ di ieri l’annuncio ufficiale del cast della sesta edizione del reality game Pechino Express, ovvero il regno degli abbinamenti improbabili e spesso vincenti (Gli Antipodi Pinna e Roberto in primis).

Ecco i partecipanti:

GLI #AMICI: Alice Venturi e Guglielmo Scilla.
LE #CAPORALI: Antonella Elia e Jill Cooper.
LAS #ESTRELLAS: Olfo Bosé e Rafael Amargo.
#FIGLIAEMATRIGNA: Eugenia Costantini e Agata Cannizzaro.
LE #CLUBBER: Valentina Pegorer e Ema Stokholma.
GLI #EGGER: Cristina Vittoria Egger Bertotti e Alessandro Egger.
I #MASCHI: Francesco Arca e Rocco Giusti.
I #MODAIOLI: Marcelo Burlon e Michele Lamanna.

A una prima lettura, verrebbe spontaneo un bel

Ma se Pechino ha da sempre un merito, è quello di saper lanciare e rilanciare personaggi sconosciuti o dimenticati da tempo (Eva Grimaldi, Angelina, Fariba, la Marchesa D’Aragona), quindi aspettiamo la messa in onda prima di gridare ‘Aridatece Eva!’.

E se il cast di Costantino della Gherardesca è strano per contratto, nel resto del mondo non è che le cose siano poi così diverse! Direttamente dal suo account Instagram, ecco l’étoile Roberto Bolle che fa ciao ciao da New York con il suo amico Marco Mengoni. E’ bastato un post e subito via di pettegolezzo! Da chi fa loro i complimenti a chi invoca addirittura un matrimonio tra i due.

1498469792712.png--marco_mengoni_e_roberto_bolle_insieme_in_vacanza_a_new_york

E che dire del fronte musicale? Due dei più pericolosi tormentoni estivi italiani, nascono da altrettante inedite coppie. Da una parte Arisa e Lorenzo Fragola, voci della freschissima ‘L’esercito del selfie’, di cui avevamo già parlato anche noi.

Mentre è di poche ore fa (E nostro video del buongiorno di oggi) la messa online del remake di ‘Io, te, Francesca e Davide’, brano non proprio fortunatissimissimo di Ambra Angiolini, ripescato da Syria. Due splendide quarantenni che cantano un curioso scambio di coppie lasciando trapelare anche un pizzico di amore saffico che fa tanto chic. Il tutto, c’è da dire, presentato in maniera molto elegante e giocato sul filo del dico – non dico. Niente a che vedere con le Paola e Chiara dell’era di Kamasutra e i loro goffi contorcimenti fetish.

Insomma, rimescolamento is the new black! Che altro dovremo aspettarci?

Pillole di coppia! Quali personaggi vorremmo vedere insieme?

1 – Papa Francesco e Donald Trump. Bergoglio vuole salvare il mondo. Laddove fallisce, Donald lo rade al suolo.

2 – Dalai Lama e Lady Gaga. Pronti per incidere un cd tutto loro: Buddhisway.

3 – Donatella Versace e Daniela Santanchè. Protagoniste del remake di ‘La morte ti fa bella’.

4 – Madonna e Virginia Raggi. Così la sindaca impara a rispondere agli haters mandandoli tutti a fanculo. E in questo la Ciccone è maestra.

5 – Mina e Rihanna. Tra l’assenza dalle scene di una e la sovraesposizione dell’altra, in cerca di un giusto mix di apparizioni mediatiche. (E se ci scappasse pure qualche lezione di canto e di stile…)

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Madonna la lisboneta

A quanto pare, le star in casa Ciccone sono due.

Ebbene sì, chi l’avrebbe mai detto che Madonna rischi di dover spostare i suoi Grammy dal caminetto per far posto alla coppa UEFA?

Sembrerebbe che uno dei figli della Material girl, nella fattispecie David Banda, originario del Malawi e adottato dalla coppia Madonna/Guy Ritchie poco prima che finisse in pezzi, sia un vero e proprio fenomeno del calcio. Talmente bravo da venire arruolato nelle giovanili del Benfica, prestigiosa squadra di Lisbona. E mica ci andrà da solo: mamma Ciccone, infatti, è pronta a fare armi e bagagli e trasferire tutta la sua tribù nella capitale portoghese.

Madonna-1170x658

Secondo il Daily Mail, una fonte pettegola vicina alla star ha bisbigliato:

David si è allenato per una settimana nel Benfica e il suo talento ha impressionato. La madre è determinata a dare ai suoi figli tutte le opportunità necessarie e da settembre, quando inizierà il nuovo anno scolastico, si trasferirà in Portogallo.

Madonna, quindi, torna a vivere in Europa, dopo la parentesi britannica con l’ex marito Guy Ritchie? I figli vengono al primo posto, e lei non ha problemi a stravolgere ancora una volta la sua vita pur di aiutare David e realizzare il suo sogno. Da sempre dichiara:

Per i miei figli voglio essere quella madre che io non ho avuto.

La piccola Veronica Louise Ciccone, infatti, perse la mamma alla tenera età di cinque anni. E questo vuoto non è mai stato colmato, come spesso raccontato nelle sue canzoni.19398711_10155436135263711_1373699674_n

Insomma, tutto per i figli! Il clan Ciccone ha anche già trovato casa nella zona di Sintra, una faraonica villa da 3.300 metri quadrati pagata 6,5 milioni di euro e soprattutto vicina alla sede degli allenamenti degli ‘Encarnados’.

Le malelingue hanno immediatamente sibilato che la scelta del piccolo David sia stata anche condizionata dalla popolarità della madre. Chissà, forse i dirigenti puntano ad alzare il numero degli abbonati con i fans che sperano di incrociare la Ciccone sugli spalti con bandiera e trombetta d’ordinanza?

Pillole calcistiche! Che influenza può avere Madonna su una squadra di calcio?

1 – Cambia le divise per tutti: piume di struzzo, cappelli da cowboy e tette a punta. Anche se sono maschi.

2 – Ribattezza la squadra ‘La Benfica Bonita’.

3 – Al posto degli hooligans, ingaggia un branco di discinti ballerini omosessuali in perizoma e tacchi alti.

4 – Ogni armadietto dei calciatori viene dotato di una copia della Kabbalah.

5 – Tutti gli avversari vengono dotati di un sontuoso mantello ciascuno, sperando di ripetere il suo famoso capitombolo durante l’esibizione di ‘Living for love’.

Pronti per vedere Madonna opinionista a La Domenica Sportiva…?

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Virginia non si tocca!

L’imitazione è la forma più sincera di adulazione

– Charles Caleb Colton

Sul serio?

Adesso fai l’offesa? La paladina delle donne? Tu?

Ma davvero?

La tua imitatrice ti ha allungato la vita artistica fatta di vallettate, scandali, gossip e pochi indumenti. E sei pure stata fortunata, perché non ti ha presa di mira una comica esordiente uscita da un Colorado qualunque, ma colei che è considerata l’unica in grado di ereditare lo scettro lasciato dalla grandissima Anna Marchesini: Virginia Raffaele.

Un paio di gambe che, diciamocelo, ti sogni, una simpatia innata e il talento di saper cogliere le sfumature che delineano l’unicità di una persona.

L’imitazione è prima di tutto un omaggio, non una presa in giro. Ci vogliono intelligenza e autoironia per coglierne il valore, chiedilo a veri e propri monumenti come Carla Fracci, Fiorella Mannoia e Donatella Versace. Persino Ornella Vanoni e Roberta Bruzzone, dopo l’iniziale offesa, hanno fatto marcia indietro apprezzando lo sforzo di clonazione della Raffaele. Ora quelle seccate restate tu e Sandra Milo.

E tu?

Dapprima contenta per quello che è il personaggio più amato della comica romana (ancora per poco, perché la Berlinguer e la Murgia si stanno prepotentemente facendo largo verso il trono dei cavalli di battaglia), adesso fai i capricci. Dici che Virginia ha esagerato perchè durante un suo sketch avrebbe tirato in ballo il tuo famigerato video hard di più di 10 anni fa. Da qui alla guerra il passo è stato breve: Virginia offende tutte le donne.

E, non contenta, il tuo profilo Instagram ufficiale ha messo un like a un commento pesantemente offensivo e sessista. Sorrido perché proprio tu, un paio di settimane fa, ti eri prestata a combattere il cyberbullismo attraverso un servizio de ‘Le Iene’. Avevi affrontato una tua hater, colpevole di averti insultata pesantemente a livello personale, spiegandole che va bene la critica professionale, ma quella privata proprio no.

E poi che fai? Piazzi un like a una che descrive la Raffaele come una poco di buono e ‘nomade’? Chapeau!

Belen-contro-Virginia-Raffaele

Cambiare idea è sacrosanto, ci mancherebbe, ma almeno appiccica delle motivazioni plausibili e sensate. Non buttarla sulla difesa della donna, perchè davvero è un controsenso biblico.

Ti stimerei di più se dicessi: ‘Oh, raga’, che vi devo dire. La Raffaele mi sta sul cazzo!’ Saresti più genuina e vera. Ma tirare in ballo il genere femminile mi sembra francamente esagerato. Molte donne, purtroppo, vengono picchiate, stuprate e uccise. Ogni giorno. Leggi la cronaca, non solo l’oroscopo. La tua bravata è finita online, ma tu sei andata avanti restando sulla cresta dell’onda.

Virginia fa il suo lavoro e, che ti piaccia o no, lo fa anche molto bene. Il pubblico la ama e la segue. E’ stata in grado di donare spolvero a personaggi di secondo piano, facendoli conoscere al grande pubblico. E’ una professionista e sa quello che deve fare: far divertire.

Se tu discuti in prima serata delle tue mutandine con Platinette, il tuo messaggio mi sembra forte e chiaro. Condivisibile o meno, non sta a me sindacare, ma almeno sii coerente e non saltare sul carro delle vittime solo per mascherare una banale antipatia.

Posso darti un consiglio?

Occhio, che ti si alza la gonna.

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.