Categoria: news

Cassazione, i migranti gay vanno accolti se non tutelati dai loro Paesi

Non possono essere negati status di rifugiato e protezione sussidiaria a qualunque migrante omosessuale la cui incolumità sarebbe messa a rischio dal rimpatrio: questa la sentenza della Corte di Cassazione, che stabilisce la necessità di assicurarsi non soltanto che nel paese di provenienza non vigano leggi contro l’omosessualità, ma che le autorità abbiano adeguati programmi di protezione per le minoranze e che lo stigma sociale non sia tale da compromettere in maniera determinante la salute mentale.

Attivisti LGBT+ arrestati a San Pietroburgo

Durante l’annuale protesta a San Pietroburgo, il “Giorno del Silenzio”, contro il silenzio mantenuto dal governo russo rispetto alle violazioni dei diritti umani nei confronti della comunità LGBT+ in Cecenia e a favore dell’ottenimento di libertà e diritti per la comunità sono stati arrestati 11 attivisti.

Parlamento Europeo- sanzioni al Brunei - IlpuntoH

Parlamento UE: sanzioni aspre per il sultano del Brunei

Il Parlamento europeo ha appoggiato le richieste di congelamento dei beni e il divieto dei visti al Brunei in seguito all’introduzione del nuovo codice penale.

Oggi, 18 Aprile 2019, il consiglio europeo ha approvato una risoluzione che condanna il nuovo codice penale del Brunei, che introduce la pena di morte per il sesso gay e l’adulterio, mentre il sesso lesbico è punito con frustate.

Il Brunei ha cercato di difendere la legge, sostenendo in una lettera inviata al Parlamento UE che c’erano state “idee sbagliate” sul codice penale.

Tuttavia, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione “che condanna fermamente l’uso della tortura e trattamenti crudeli, degradanti e disumani” in Brunei, avvertendo che questo “viola gli obblighi del Brunei ai sensi della legge internazionale sui diritti umani“.

Bologna, aggressione omofoba fuori da una discoteca

Erano appena usciti dal bar Candilejas di via Bentini a Bologna, città conosciuta per la sua inclusività, quando sono stati avvicinati, insultati e violentemente minacciati da un gruppo di giovani, che li hanno poi aggrediti fisicamente alla minaccia di chiamare il 113: è la storia di un 29enne siciliano ed un suo amico che domenica scorsa si sono ritrovati vittima di un’aggressione omofoba.

Jair Bolsonaro - ilpuntoH

Bolsonaro continua a ricevere porte in faccia a New York

Una seconda istituzione di New York si rifiuta di ospitare il presidente del Brasile omofobico Jair Bolsonaro, pochi giorni dopo che il Museo Americano di Storia Naturale si era rifiutato di ospitarlo a causa delle proprie politiche e idee omofobiche.

La Cipriani Hall di Wall Street ha rifiutato, per l’occasione, di ospitare il gala della Camera di commercio brasil-americana, dove Bolsonaro sarebbe stato nominato Person of the Year, secondo quanto riporta il quotidiano brasiliano Estadão.

La decisione è stata presa a causa delle pressioni di molti attivisti ambientali e del sindaco della città, Bill de Blasio.

pete buttigieg - ilpuntoh

Pete Buttigieg contestato con cori omofobi in Iowa

Il candidato alle presidenziali, apertamente gay, Pete Buttigieg è stato accolto ieri da alcuni manifestanti anti-gay in Iowa che gli hanno rivolto messaggi omofobici.

I fatti si sono verificati durante due delle apparizioni di Buttigieg in Iowa ieri, secondo la CNN. Ad un evento, due manifestanti hanno gridato “Ricorda Sodoma e Gomorra” a Buttigieg. La citazione fa riferimento alle città bibliche in cui i residenti erano dediti a “immoralità sessuale” e vennero così puniti con il “fuoco eterno”.

In un’altra contestazione, un manifestante si è rivotlo ai presenti in sala dicendo: