Categoria: vip

Streghe comandan l’età

Il reboot di ‘Streghe’ era nell’aria da tempo e, dopo anni di voci incontrollate, finalmente è arrivato.

Quello che vi avevo preannunciato tempo fa su queste pagine, è diventato realtà: il marchio ‘Charmed’ è tornato, ma con tre protagoniste nuove di zecca. Sempre sorelle, con più o meno gli stessi poteri delle loro antesignane, Libro delle ombre, angeli bianchi, demoni, pozioni e tutto il resto.

Delusione oceanica dei fans della serie originale per la mancanza delle sue storiche attrici: Shannen Doherty, Holly Marie Combs, Alyssa Milano e Rose McGowan. La motivazione della loro assenza, fornita dal regista del reboot, Brad Silberling, è questa:

Per diversi anni si è provato a realizzare una ri-messa in scena dell’originale con il cast originale, ma purtroppo nessun acquirente o finanziatore c’ha voluto investire. Indipendentemente da questo reboot. Questa è la dura realtà di questo settore.

Apriti cielo! Tanto è bastato a far infuriare Holly Marie Combs, interprete di Piper Halliwell e a far partire un battibecco via Twitter senza esclusione di colpi!

Secondo la Combs, Silberling mente e lo esorta a dire la verità. La risposta non si fa attendere…

Capito? Il regista controbatte a Holly, chiedendole il vero motivo per cui le protagoniste non si sono mai incontrate dopo la chiusura dello show. E lei, per tutta risposta, lo manda a fanculo.

La Combs chiarisce in seguito la sua posizione con un lungo tweet in cui dice che è ovviamente felice per i posti di lavoro che offre questa serie. Ma che c’è davvero poco di femminista in un team che giudica le originarie attrici ‘troppo vecchie’.

Insomma, la polemica non accenna a placarsi e questo reboot sembra partire già malissimo. Riusciranno le nuove streghette a far dimenticare in un abracadabra le illustri Prescelte?

Certo, farebbe un po’ strano vedere Shannen e co. correre su e giù a caccia di demoni. Non saranno decrepite, ma nemmeno più le ragazzine di un tempo, no?

Pillole stregate! Gli indizi per cui le Halliwell originali sono troppo vecchie per fare le streghe.

1 – Quando devono correre in soffitta per consultare il Libro delle ombre, usano un montacarichi per anziani comprato in una televendita di Cesare Cadeo.
2 – La formula magica più importante del Libro delle ombre diventa quella per eliminare la ricrescita bianca dei capelli e le vene varicose.
3 – Vengono eliminate dal demone Castagna, perchè l’alzheimer fa dimenticare loro gli incantesimi.
4 – Pheobe non può più volare perchè, l’ultima volta che ci aveva provato, la labirintite l’aveva fatta finire in Guatemala, vomitando ininterrottamente nel tragitto.
5 – Quando lanciano un incantesimo, falliscono miseramente. Una legge la formula e le altre due, invece che ripetere, gridano : ‘Eh??’

Quale sarà il prossimo attacco? Non ci resta che sederci e aspettare..

Intanto, ecco il tanto discusso trailer del reboot con le nuove protagoniste. E voi che ne pensate??

Sciaouz!

Tracio

Il Punto Seriale – Killing Eve

Quale telefilm addicted non ama Cristina Yang?

La ‘persona’ di Meredith in Grey’s Anatomy, la geniale cardiochirurgo cinica, anaffettiva e sagace. Colei che tutti noi avremmo voluto come amica e nessuno come avversaria. Senza ombra di dubbio, uno dei personaggi più amati dell’universo Shonda Rhimes. Quando decise di lasciare, dopo ben 10 anni di militanza, le corsie del Grey Sloan, la sua interprete Sandra Oh, dichiarò di avere bisogno di nuove sfide. E ha trovato pane per i suoi denti: il controverso Killing Eve è finalmente arrivato sui nostri schermi.

Nata dal talento di Pheobe Waller – Bridge (Crashing, Fleabag) e basata sui romanzi di Luke Jennings, questa serie è una sagace spy story che vede contrapposte due donne: da una parte l’elegante killer Villaneve, silenziosa, letale e con un debole per i feticci di lusso. Dall’altra l’imbranata ma arguta Eve Polastri (la Oh), addetta alla sicurezza del MI5, ovvero i servizi segreti inglesi.

L’omicidio di un noto politico russo, mette in allarme Eve e il suo dipartimento. E la donna è incaricata di proteggere l’unica testimone vivente: la fidanzata della vittima. Solo che anche Villaneve è sulle sue tracce per finire il lavoro lasciato a metà…

Un inseguimento che si sviscererà per tutta l’Europa, Italia compresa: infatti l’assassina vola fino in Toscana per eliminare un facoltoso criminale, interpretato da Remo Girone.

La misteriosa Villaneve ha il volto di Jodie Comer (Thirteen), molto efficace nel dosare la sua dolcezza fisica con una calcolata spietatezza tipica di chi uccide a sangue freddo. Nel cast, quasi prettamente femminile, troviamo anche Fiona Shaw, la terribile zia di Harry Potter della saga cinematografica tratta dalle opere di J.K. Rowling.

Un ritorno in grande stile per la Oh, alla quale si deve dare atto di aver scelto un prodotto notevole e anticonvenzionale, ovviamente lontano anni luce da bisturi, radiografie e sguardi languidi in ascensore.

Ecco il trailer.

Sciaouz!

Tracio

Il Punto Seriale -The Resident

Dopo il ruolo pazzesco di Emily Thorne in Revenge, ci si chiedeva come e quando sarebbe tornata sui nostri schermi la bionda Emily VanCamp. E la risposta è The Resident, medical drama statunitense in arrivo su Fox Life.

Devon Pravesh è un giovane medico che inizia il suo tirocinio al rinomato ospedale Chastain Park Memorial. Il suo mentore è l’affascinante Dott. Conrad Hawkins: ribelle, idealista e geniale. I due, dopo i primi attriti, formeranno una squadra invincibile e Conrad alzerà il sipario su un ospedale corrotto e in balìa di assurdi giochi di potere, dettati dall’ego e dal denaro. Il nemico comune è il Primario Randolph Bell, anziano chirurgo accentratore e mefistofelico che si rifiuta di rivelare la sua malattia pur di mantenere prestigio e potere.

Se pensate di assistere a un altro Grey’s Anatomy, vi sbagliate di grosso. Qui non si parla di storielle in corsia e grandi tragedie greche, ma di malvagità, ricatti e omertà, spesso e volentieri ai danni dei pazienti. Ed è la prima volta che un medical drama affronta in maniera così forte e decisa questo aspetto della sanità, dimostrando che un ospedale può essere il vero e proprio centro del male.

Tra i protagonisti, oltre alla VanCamp che veste i panni della tosta infermiera Nicolette Nevin, ritroviamo Matt Czuchry (The Good Wife), Bruce Greenwood (American Crime Story),  Manish Dayal (Agents Of Shield) e Melina Karakaderes (protagonista di Providence), nel ruolo di una ambigua oncologa interessata più a far fruttare il suo lussuoso centro, che a curare i pazienti.

Il ritmo è veloce e la fotografia dona prefettamente quel chiaroscuro che ben si addice alle storie raccontateci. Bravi e affiatati gli attori, in particolare Czuchry, capace di donare al suo personaggio quel giusto mix di arroganza e idealismo che non può che non farcelo amare dalla prima scena.

Ecco il trailer!

Sciaouz!

Tracio

ISOLA DEI FAMOSI: PUNTATA 1. Conosciamo i nostri naufraghi.

Buongiorno e benvenuti ad una nuova edizione dell’isola dei famosi in compagnia di noi del punto h, sempre fedelissimi al trash televisivo.

New entry e certezze.

Partiamo col parlare delle new entry e delle certezze di questa edizione. La presentazione di Alessia Marcuzzi (voto: 7) è ormai un must dell’isola targata mediaset, così come il grande ritorno di Mara Venier (voto: 6.5) come opinionista. New entry è invece Daniele Bossari (voto: 6), che ha fatto il suo debutto come opinionista e a mio parere è stato molto bravo ed educato, seppur non lo veda molto adatto al ruolo di opinionista, è troppo poco vipera e troppo poco confuso. L’inviato di quest’anno è, invece, Stefano De Martino (voto: 5). Il sexy ballerino non è alla sua prima esperienza televisiva di presentazione, ma ancora deve scaldarsi nel ruolo di inviato.

Cosa è successo nella prima puntata?

Nella prima puntata, che è terminata senza imprevisti e motivazioni all’1.30 di notte con molta fretta di chiudere, oltre a conoscere i nostri naufraghi, abbiamo visto i tuffi dall’elicottero, la prima prova di sopravvivenza e le nomination. Il gruppo sembra molto affiatato, ma già al momento delle nomination si è notato come ci possano essere dei bei meccanismi e liti interessanti. La prova ha decretato la divisione del gruppo in due squadre e, di conseguenza, due isole: una capitanata dal bel Francesco Monte, vincitore della prova, e l’altra da Giucas Casella. La vera protagonista della puntata è stata, però, Francesca Cipriani.

C’è chi deve mettere insieme i suoi pezzi rotti…

Ma chi sono i naufraghi di questa nuova edizione? Andiamo a conoscerli meglio insieme.

La cantante Bianca Atzei, dopo la delusione d’amore con Max Biaggi, ha deciso di andare sull’isola per rimettere insieme i suoi pezzi rotti. Voi le credete e pensate ci possa riuscire o è sull’isola solo per acquisire un pubblico più ampio per ritornare a Sanremo il prossimo anno?

La nostra reazione quando abbiamo sentito Bianca parlare e non cantare.

Tra i naufraghi che meno si sono fatti notare in questa prima puntata troviamo: l’attrice e modella Cecilia Capriotti, Nino Formicola, ovvero Gaspare del duo Gaspare e Zuzzurro, ormai dimenticato dal grande pubblico, la showgirl Alessia Mancini, al suo grande ritorno in televisione, l’ex gieffino Filippo Nardi, l’ex vincitore del Gf ed esperto di stile Jonathan Kashanian, l’attrice Nadia Rinaldi, che fresca fresca di liposuzione avrà scelto l’isola per mantenersela (sia dal punto di vista economico che estetico), il sensitivo Craig Warwick, conosciuto anche come “quello che vede gli angeli”. Menzione speciale all’ex madre natura di “Ciao Darwin” Paola Di Benedetto, che è stata fermata in Messico per problemi col passaporto.

C’è chi fa buon viso a cattivo gioco…

Marco Ferri, figlio dell’ex calciatore dell’inter, star dei reality europei e gran figo, è già stato preso di mira dal gruppo ed è considerato uno di quelli che fa buon viso a cattivo gioco. Il giovane ragazzo è subito finito in nomination, con quasi la nomina dell’intero gruppo, ad esclusione di Francesco Monte che lo ha difeso. La grande star con cui dovrà scontrarsi al televoto è niente popò di meno che la famosissima porno diva Eva Henger. Dopo l’esperienza all’isola della figlia due anni fa, mamma Henger ha deciso di riscoprirsi e mettersi in gioco. Riuscirà a scampare alla nomination?

Quando fai finta di sapere chi sono questi naufraghi.

Tra i più giovani amati dal pubblico troviamo Francesco Monte, fresco di rottura con Cecilia Rodriguez, anche lui all’isola per ritrovare la gioia di vivere e per evitare lo psicologo. Chiara Nasti, influencer e fashion blogger, nonché la più giovane del gruppo, si è subito fatta notare per il suo carattere aggressivo, tanto che ha già litigato con Alessia Mancini durante le nomination. L’ex tronista Rosa Perrotta, dopo le innumerevoli apparizioni televisive, ha deciso di provare la carta isola per affermarsi definitivamente al grande pubblico del trash televisivo: ci riuscirà?

Molto interessante la scena di Giucas Casella, illusionista televisivo, e Amaurys Perez, ex pallanuotista, che si ritrovano a fare la pipì in diretta. “Mi sono girato e ho visto la bestia” sono state le parole di Casella nei confronti di Perez. Mara ride e conferma che il pallanuotista è molto interessante, sempre una buongustaia la nostra zia.

Menzione speciale: Francesca Cipriani.

Protagonista assoluta di questa prima puntata è stata lei, la nostra tettona preferita, Francesca Cipriani. L’eccentrica show-girl si è fatta prendere da un vero e proprio attacco di panico al momento di saltare dall’elicottero. Ha tentato (quasi) di uccidere il pilota perché a suo dire è un “pazzo scatenato, non chiudeva le portiere, c’era troppa aria”. E si è tuffata dopo minuti e minuti di attesa e di urla “scendiiii, abbassati” al povero pilota verbalmente violentato. Abbiamo già trovato la nostra diva di quest’anno, la Malgioglio dell’isola, colei che in una puntata ci ha già donato abbondanti gif e meme. Quindi non ho altro che dirvi di proteggere Francesca Cipriani, che ci regalerà tante sorprese, tanto trash e tante risate.

Quando capisci che non potrai vedere Francesca Cipriani in diretta 24h/24.

Conclusioni.

Sicuramente i favoriti di questa edizione, con delle considerazioni a priori, sono Francesco Monte, forte dell’esperienza al Grande Fratello e del favore di tutta l’Italia, e Francesca Cipriani con la sua simpatia. Sicuramente ci saranno delle belle sorprese, quindi non vi resta che continuare a seguire l’isola con noi. Vincitore di “saranno isolani” è Franco, che entra quindi di diritto tra i naufraghi. Vi ricordo il televoto tra Eva Henger e Marco Ferri: chi voterete?

Quando all’1.30 l’isola non era ancora terminata.

Io vi saluto, e siccome Alessia Marcuzzi non usa più l’orrendo slogan delle ultime edizioni, lo userò io: ME PARECE TODO ESTUPENDO.

Il Punto Seriale – The Assassination Of Gianni Versace

La serie più attesa di questo inizio 2018 è finalmente arrivata su Fox Crime.
Dopo The People Vs. O.J. Simpson, ecco il nuovo capitolo del filone American Crime Story, incentrato sull’omicidio dello stilista italiano Gianni Versace.

La vicenda è tristemente conosciuta. Versace, all’apice della sua sfolgorante carriera, viene brutalmente assassinato il 15 luglio 1997 davanti alla sua villa di Miami da Andrew Cunanan, un mitomane legato alla prostituzione omosessuale e già sospettato di almeno altri 3 omicidi. Lo stilista lascia, così, il compagno Antonio D’Amico, i fratelli Santo e Donatella e un impero multimilionario e prestigioso. Il marchio Versace è da sempre sinonimo di eleganza e anticonformismo. Innumerevoli le muse di Gianni: da Claudia Schiffer a Cindy Crawford, passando per Naomi Campbell e Linda Evangelista. Ma non solo: tra i seguaci di Gianni c’erano anche personalità di spicco come Madonna, Elton John e Lady Diana, qui citata con la famosa copertina di Vanity Fair per la quale posò, fotografata da Mario Testino, in un servizio scolpito nella storia del costume del secolo scorso.

L’omicidio di Versace ha marchiato di un indelebile color rosso sangue lo scintillante mondo della moda, fino ad allora tempestato di lustrini, paillettes e cocaina.

Da questa prima puntata, si intuisce che il vero protagonista della serie,  basata sul libro Vulgar Favors di Maureen Orth, sarà Andrew Cunanan, del quale ci vengono mostrati una latente doppia personalità e una ricerca di attenzione così disperata da sfociare nel patetico e malato. L’uomo sviluppa una autentica ossessione per Versace e ne diventa totalmente succube, fino al gesto estremo con cui si apre la serie. Il tutto ambientato nel patinato e violento ambiente gay degli anni 90.

Dopo American Horror Story, Scream Queens, The new Normal e 9-1-1, Ryan Murphy e Brad Falchuck colpiscono ancora!

Pazzesco il cast: Édgar Ramirez interpreta Gianni Versace, il Premio Oscar Penélope Cruz presta il volto alla sorella Donatella, mentre Cunanan ha le fattezze di Darren Criss (Glee), bravissimo nell’interpretare un personaggio disturbato e folle. Il neosposo Ricky Martin, invece è il fidanzato di Versace, Antonio D’Amico.

Geniale la scelta di ingaggiare attori latini, più a loro agio nel recitare in inglese con un marcato accento italiano, che ancora oggi la vera Donatella sfoggia con orgoglio. E il suo personaggio era sicuramente il più atteso. Tutti aspettavamo al varco la Cruz, e lei si è presentata armata fino ai denti, confermando che gli Oscar non si vincono così a caso. Impressionante il risultato del suo intenso lavoro di immedesimazione: la voce della sua Donatella è assolutamente identica nel timbro, nel linguaggio e persino nella sua caratteristica ‘s’ un po’ trascinata, a quella originale.

Si presenta da subito come il personaggio più forte e deciso della serie. Seguita sempre a un metro di distanza dall’altro fratello, Santo, la Versace prende immediatamente in mano le redini dell’impero, bloccando la sua quotazione in borsa e cercando di estromettere in tutto e per tutto D’Amico. Da donna italiana, la famiglia al primo posto. Sempre. E sarà lei a sobbarcarsi il pesante fardello lasciato da Gianni. E non gridate allo spoiler, perchè questa è, purtroppo, storia vera.

Ovviamente strepitose le ambientazioni, come la faraonica villa dell’omicidio, arredata interamente con il tipico stile Versace. La fotografia è molto calda e avvolgente e i costumi da urlo. Lo spirito italiano pervade tutto questo primo episodio: non mancano l’opera, il buon cibo e tanti aneddoti in cui viene citato il nostro paese.

Una prima puntata che spara altissimo come, del resto, tutti i prodotti della coppia Falchuck – Murphy. Il mio consiglio è di guardarlo in lingua originale, per apprezzare ancora di più il talento degli interpreti, Darren Criss e Penélope Cruz in primis!

Ecco il trailer.

Sciaouz!

Tracio

Dolores. To the faithful departed.

And I miss you, when you’re gone
That is what I do, baby, baby

Sono nato nel 1980. Questo significa che ero un adolescente nei turbolenti anni 90 e la musica era già parte di me. Ho attraversato tutti i clichè. Pop, la musica italiana e quelli che ti dicevano che tutto andava bene. Perchè tutto andava bene. All’inizio. Poi le cose sono cambiate: sono diventato un turbolento adolescente, in preda a tempeste ormonali, ribellione e grunge. E la guerra era arrivata a un passo da noi. Avevo bisogno di urlare, di esprimere il mio disagio. Ed ecco i Nirvana, i Soundgarden, le Hole e Jeff Buckley.

Gli U2 mi avevano aperto una coscienza politica, Skin era magnetica, Shirley Manson disturbante e affascinante. E poi siete arrivati tu e i tuoi Cranberries con Zombie: e la tua voce ha squarciato il mio torpore.

Come te nessuna mai. Oggi tutte ‘ste sgallettate ci provano a cantare come te. Ma tu eri unica. Sul serio.

Con la tua intensità mi hai raccontato il dramma della Bosnia, insegnato a onorare gli scomparsi e mi hai fatto capire il vero orrore della guerra, ma anche quanto possa essere intenso e feroce l’amore.

Con te, oggi, se ne va un pezzo fondamentale della mia adolescenza e della mia vita. Tu mi hai letteralmente cresciuto e questo non lo dimenticherò mai.

Ho saputo della tua scomparsa tramite un post di Instagram della tua amica Skin, sconcertata e piena di dolore. E davvero non ci volevo credere.

Addio, Dolores, grazie per avermi tenuto la mano per più di 20 anni. Se sono quello che sono, oggi, è anche un po’ grazie a te e alla tua musica.

Tracio

Ricky Martin Sposato

Ricky Martin: “sono un uomo sposato ora”

Ricky Martin ha confermato che si è da poco sposato con Jwan Yosef. Ma allora ragazzi belli

La famosa star che ha fatto sognare, ballare, bagnare (di lacrime e/o altri umori) migliaia di ragazzine, ragazze, donne, uomini e ragazzini, nonché nuova stella delle serie tv con il lancio di American Crime Story: The Assassination of Gianni  Versace si è aperta a E! News (da cui la fonte di questo articolo) proprio alla premiere dello spettacolo la scorsa notte (10 gennaio) dopo che erano girate un pò di voci sul fatto che la coppia avesse segretamente messo la fede al dito l’uno dell’altro.

Il 46enne non ha rivelato la data in cui si è sposato (ci tiene sulle spine), ma ha rivelato che la coppia sta organizzando una festa di tre giorni per festeggiare. Un bel misto tra tradizioni ebraico-iralndesi-sudamericane-italianedelsud.

E prorpio sul red carpet, mentre si lasciava intervistare, alla domanda se fosse un fidanzato o un marito, Ricky Martin ha detto: “Sono un marito“… e io subito ad immaginare la coppia così prima del matrimonio!


“Ma facciamo un party bello pesante tra un paio di mesi”  ha detto la star, aggiungendo “ci siamo scambiati i voti e abbiamo giurato tutto e abbiamo firmato tutti i documenti che dovevamo firmare.”

In un video dietro le quinte che ha accompagnato una ripresa con Architectural Digest all’inizio di questa settimana, Martin ha lasciato intendere che la coppia aveva già pronunciato il fatidico , riferendosi al suo fidanzato siriano-svedese di 33 anni come “marito”.

La coppia ha iniziato a frequentarsi all’inizio del 2016 dopo aver scambiato messaggi su Instagram: vedete che Instagram è meglio di Grindr a volte!?

Il cantante di Livin’ La Vida Loca in seguito annunciò ad Ellen di aver la proposta di matrimonio al suo bel Jwan a novembre di quell’anno, e la coppia ha poi vissuto a Los Angeles con i figli gemelli di Ricky da allora.

Congratulazioni, ragazzi! Ora vado a fare pulizia nella cassetta della posta, non si sa mai che il vostro invito mi è arrivato ma non me ne sono accorto!