Chiesta Protestante apre alle benedizioni per le coppie gay

Chiesa protestante apre a benedizione di coppie omosessuali

La Chatolic News Agency ha riportato alcune dichiarazioni attribuite al cardinale Reinhard Marx, che avrebbe aperto alla possibilità, per i pastori, di benedire coppie omosessuali. Secondo Marx, infatti, non sarebbe possibile prevedere delle regole in materia, ma dovrebbe spettare al sacerdote o all’operatore pastorale il compito di decidere se benedire una coppia omosessuale, tenendo conto del caso concreto.

Queste dichiarazioni hanno suscitato non poche polemiche e il dibattito che si è scatenato è abbastanza acceso. Il cardinale Marx non è il primo prelato tedesco ad essersi schierato in questo senso: già il vicepresidente della Conferenza Episcopale tedesca, il Monsignor Bode, aveva chiesto che si aprisse una discussione in merito alle benedizioni delle delle coppie omosessuali.

Tuttavia, non sono mancate opinioni contrarie, come quella dell’arcivescovo Chaput, che ha ritenuto che il rito della benedizione equivalga ad una legittimazione di un atto ritenuto moralmente proibito dalla Chiesa.  Secondo l’arcivescovo, questa certezza prescinderebbe da convinzioni proprie delle persone che chiedono la benedizione.  Qualora la Chiesa accettasse l’idea di poter benedire coppia, inoltre, si creerebbe una confusione che indurrebbe in errore i fedeli e minerebbe l’unità della chiesa.

Va notato che non si tratta di una semplice discordanza riguardo ad un tema caldo, ma questo pare essere l’inizio di una vera e propria rottura interna alla Chiesa protestante, perché si manifesta un modo diverso di affrontare la questione. Se da un lato, infatti, ci si rifugia nelle certezze, dall’altro si rifiuta in maniera categorica l’esistenza di regole, lasciando sostanzialmente all’operatore pastorale la facoltà di scegliere se benedire oppure no una coppia omosessuale.

Questo clima di incertezza ha avuto ripercussioni anche all’interno della Chiesa Cattolica, dove si è rivendicato il primato dell’insegnamento cristiano, nonché l’esistenza di regole. Si spera che questo dibattito, mai inattuale, possa definitivamente far raggiungere un risultato condiviso e avvicinare la Chiesa al riconoscimento delle unioni omosessuali.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *