Chris Martin dei Coldplay: “ho creduto di essere omofobo o di essere gay mentre scoprivo la mia sessualità”.

Chris Martin Coldplay

Chris Martin ha ammesso di aver dubitato della sua sessualità da giovane adolescente, ma d’altra parte non tutti cresciamo avendo già chiaro cosa ci piace, giusto?

Il frontman dei Coldplay Chris Martin ha ammesso di essersi sentito “molto omofobo” quando ha messo in dubbio la sua sessualità da giovane adolescente in un collegio di soli ragazzi.

Chris, in un’intervista a Rolling Stones ha detto: “è stato un momento difficile” a scuola e di aver affrontato un “terribile tumulto interiore” mentre vagliava la possibilità di essere gay.

Ha poi aggiunto: “Quando sono andato in collegio ero il classico ragazzino che camminava un po’ strano rimbalzando quasi, e mi sentivo anche internamente omofobo perché pensavo ‘cazzo, se sono gay sono completamente fottuto per l’eternità’, d’altronde ero solo un ragazzino che scopriva la propria sessualità. […] ‘Forse sono gay, forse sì, forse lo sono. NO, non posso essere gay’; ero terrorizzato, poi mettici i ragazzi bulli che mi hanno preso in giro per qualche anno, non è stato facile.”

Chris ha anche ammesso di aver pensato: “Non so se sono gay, e anche se lo sono, non posso esserlo perché è sbagliato … Se lo sono, non posso esserlo”. 

Crescendo però, come tutti, Chris ha scoperto la sua vera sessualità e fatto pace con i demoni interiori:

“Circa a 15 anni e mezzo, non so cosa sia successo, ma ho iniziato a pensare ‘OK, lo sono? E allora?’; e poi tutto si è fermato dall’oggi al domani.”

Il mettersi in discussione su tutto, è sempre stato un punto di forza per lui, ammette Chris Martin durante l’intervista, e questo gli ha fatto mettere in discussione anche la religione in cui era cresciuto, pensando che non tutto ciò che gli era stato insegnato potesse essere giusto, Chris si è allontanato dalla dottrina e ha definitivamente fatto pace con sé stesso.

D’altronde, non potremmo essere persone migliori se non ci si mettesse in discussione ogni tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *