/Coppia gay discriminata per un bacio durante una cena

Coppia gay discriminata per un bacio durante una cena

In un Paese in cui ci si ostina a non condannare su ogni fronte l’ omofobia non può stupire – anche se certamente deve indignare – quello che si ripete in sempre più occasioni. Ma mentre in Italia le unioni omosessuali diventano carne da macello nel corso della campagna elettorale, in altre zone del mondo i gay non se la passano meglio
Sam Anderson e Angus Reilly sono una coppia e stavano festeggiando San Valentino a Leicester, in Inghilterra. Come ogni coppia, avrebbero avuto il sacrosanto diritto di poter trascorrere insieme una serata in tutta tranquillità e festeggiare la festa degli innamorati. Come ogni coppia che si ama hanno osato baciarsi nel corso della cena in un ristorante indiano. Questa effusione non è stata gradita dal titolare del ristorante che, avendo assistito alla scena, ha avvicinato i due rimproverando lì pubblicamente e dicendo loro che si trovavano in un ristorante per famiglie. Il motivo per cui un bacio sia ritenuto non idoneo ad un luogo frequentato da famiglie ci sfugge, ma se siete omosessuali questa frase non vi sarà nuova.
La questione non è passata inosservata dai media: la BBC Asian Network ha raccolto la denuncia della coppia e ha chiesto chiarimenti al proprietario del ristorante. Questi ha tentato di giustificarsi spiegando che i clienti presenti durante il bacio si sono sentiti a disagio e hanno chiesto il suo intervento. L’uomo, infine, si è scusato con la coppia per aver usato il comportamento discriminatorio.
Forse le scuse non restituiranno ai due innamorati la gioia di festeggiare la loro unione in libertà. E la vicenda ferisce tutta la comunità LGBT, spesso costretta a subire lo sguardo inquisitore della società, che non accetta – come se ci fosse qualcosa da accettare – manifestazioni di amore in pubblico. Si accetta l’amore omosessuale, purché non sia manifestato attraverso baci, carezze, mani unite. Siamo un po’ stanchi di doverci accontentare di scuse di facciata, di essere tollerati, di avere il diritto di amarci solo “a casa nostra” e poco cambia che la discriminazione avvenga nel nostro Paese o in un altro, perché sappiamo bene quanti casi simili ci siano stati e ci saranno anche nella penisola.
I baci omosessuali vi mettono a disagio? Smettete di fissare una coppia gay. Noi abbiamo il diritto di abbracciarci, baciarci e regalarci una carezza anche in pubblico e non si chiama esibizionismo. Si chiama AMORE!