Prestiti e Coppie dello stesso Sesso: le difficoltà e ostilità delle banche

Coppie Dello Stesso Sesso e Mutui - IlpuntoH

A quanto pare il nostro caro e vecchio Paese non è l’unico paese in cui una coppia dello stesso sesso, salvo l’avere buoni fondi a disposizione per garanzie, si vede spesso sbattere porte in faccia quando richiede un prestito per una casa o altro.

La ricerca dell’Ivy College of Business della Iowa State University mostra che le coppie omosessuali hanno il 75% in più di probabilità di vedersi negato un prestito rispetto alle coppie eterosessuali.

Lo studio ha esaminato i dati dei mutui nazionali per 30 milioni di prestiti negli Stati Uniti tra il 1990 e il 2015. I ricercatori hanno anche analizzato un set di dati più piccolo e più dettagliato che includeva la storia lavorativa e il punteggio di credito dei candidati.

Quando a coppie dello stesso sesso sono stati approvati prestiti, costoro si sono visti subito lievitare spese e tassi di interesse, nonostante tali aumenti siano riservati a coloro che presentano un rischio maggiore di non essere in grado di rimborsare l’intero importo del prestito.

“Non abbiamo trovato nulla che indichi che le coppie dello stesso sesso siano a rischio di non essere in grado di rimborsare il prestito. In effetti, i nostri risultati suggeriscono debolmente che i mutuatari dello stesso sesso possano ottenere risultati migliori “, ha affermato in una dichiarazione il coautore dello studio, Lei Gao.

L’Ivy College of Business dell’ Iowa State University ha pubblicato uno studio sui prestiti per le coppie dello stesso sesso, sperando che lo studio possa scaturire in un’indagine che possa chiarire la situazione e migliorarla.

Anche se le coppie dello stesso sesso si sono viste aumentare le tasse in media dello 0,2 per cento rispetto alle coppie eterosessuali, la ricerca, pubblicata negli Atti della rivista National Academy of Sciences, ha aggiunto che questo ammonta a circa 86 milioni di dollari in totale.

È dunque necessaria una protezione contro la discriminazione!

Nonostante la Fair Housing e l’Equal Credit Opportunity non ammettano discriminazioni di razza, genere, stato civile o religione, la discriminazione basata sull’orientamento sessuale non è tutelata. Ma i ricercatori ritengono che questo debba cambiare e i prestiti devono essere equi.

“I responsabili delle politiche devono garantire che le coppie omosessuali abbiano uguale accesso al credito”, ha affermato il coautore della ricerca Hua Sun. “Utilizzando il nostro framework, le agenzie di monitoraggio del credito possono anche prendere provvedimenti per indagare sulle pratiche di prestito inique”.

Il problema però non riguarda solo le coppie dello stesso sesso, per lo studio, anche persone co-candidate dello stesso sesso (es. soci che vogliono acquistare un locale) sono state considerate coppie dello stesso sesso. I ricercatori hanno rivelato che più i richiedenti mutuo presentavano uguaglianze a coppie dello stesso sesso, più le tasse aumentavano per l’intero quartiere.

Gli autori della ricerca sperano che lo studio susciti abbastanza preoccupazione per la questione e si arrivi ad un’indagine seria che miri a risolvere e colmare il gap.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *