Covid-19: il popolo LGBT+ non desiste dal cercare sesso occasionale.

COVID-19 LGBT+

Due persone su dieci considerano ancora valida la ricerca incontri occasionali on-line.

Il tutto, ovviamente, va contro le misure restrittive che quasi tutto il mondo sta applicando per arginare la pandemia da Covid-19 che sta ridefinendo la nostra vita quotidiana.

Nonostante il bilancio delle vittime da coronavirus continua a salire di giorno in giorno, in giro per il mondo, stando alla rapporto di Queer Voices Heard pubblicato martedì, sembrerebbe che circa il 28% delle persone LGBT+ prenderebbe ancora in considerazione la ricerca di un appuntamento on line tramite famose app di incontro.

I partecipanti al sondaggio per il gruppo delle imprese sociali hanno descritto la “vera paura” che la comunità prova per l’epidemia virale, con il 57% dei partecipanti che ritiene che la loro vita peggiorerà tra sei mesi.

“Il COVID-19 rappresenta una vera minaccia per la nostra salute fisica e mentale, per le relazioni che abbiamo con gli altri e il nostro stile di vita”, ha detto il ricercatore capo Max Willson, ribadendo le paure delle persone LGBT+.

Circa il 72% ha riferito di essere preoccupato per l’impatto del coronavirus sulla propria vita, mentre un terzo teme che l’epidemia avrà un impatto negativo sulla loro salute fisica a causa delle condizioni di salute mentale esistenti.

“Questo senso di pessimismo sul futuro è coerente in tutte le identità sessuali, sia etero che non.” afferma il rapporto.

Ragazz*, facciamoci coraggio e affrontiamo questo isolamento. Restiamo positivi perché tempi migliori arriveranno presto!

English Version Here

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *