/Cruising: ai twitteri non piace

Cruising: ai twitteri non piace

Buongiorno piccoli muffin mai lievitati! Dopo l’intervista al cuckold della scorsa settimana (in cui i pareri sono stati contrastanti), ricominciamo con qualche sondaggio su argomenti leggeri. Sit back, relax and enjoy your flight.

Abbiamo parlato di vari fenomeni urbani, anche alcuni dei meno canonici. Eppure ho notato che mi ero dimenticato le basi! Ovvero: i twitteri fanno sesso in luoghi pubblici?

Chiariamo subito una questione sulla terminologia: per convenzione ci si riferisce ai cruising come a quei locali in cui il fine principale è il sesso; di contro il termine battuage (una parola inventata che deriva da “battere”) designa dei luoghi all’aperto in cui si fa sesso, come ad esempio parcheggi, parchi, spiagge eccetera. Fondamentalmente però vogliono dire la stessa cosa, cioè danno l’idea del movimento, dell’esplorare e del camminare con uno scopo.

In tutti e tre i sondaggi la maggior parte delle persone ha asserito di non essere mai stata in uno di questi luoghi e che nemmeno vorrebbe entrarvi. Devo dire che mai mi sarei aspettato un risultato del genere, considerando che credevo i miei follower molto meno morigerati. Errore mio, ammetto la mia colpa!

Dall’altra parte però è emersa anche la fazione opposta, con utenti che hanno proposto di lanciare un evento in sauna. Nel caso in cui dovesse verificarsi seguirà un minuzioso racconto delle minchie dinamiche sociali che si instaureranno.

Infine, la cosa che mi ha stupito più di tutte è che nessuno si è scannato sotto i sondaggi, come di solito succede quando si toccano temi contrastanti come appunto il sesso promiscuo. Insomma, diciamo che questa settimana mi hanno dato poco materiale su cui lavorare, quindi sono deluso, amareggiato e malinconico. Forse.

Dedalus