Cuba, la nuova costituzione aprirebbe la strada al matrimonio egualitario

Il governo cubano sta lavorando ad una nuova Costituzione, la cui modifica più discussa è quella che cambia la definizione di matrimonio.

Secondo il documento, il matrimonio sarà ridefinito come “unione volontaria e consensuale tra due persone senza distinzione di sesso”, aprendo la strada alla legalizzazione del matrimonio egualitario.

“Un matrimonio tra due persone dello stesso sesso rafforzerebbe i principi del nostro progetto di uguaglianza e giustizia” ha affermato il segretario di Stato Homero Acosta.

La nuova Costituzione è già stata approvata dall’assemblea, ma deve ancora passare il referendum, per cui entrambe le parti del dibattito stanno portando avanti un’intensa campagna.

La Lega Evangelica Cubana, La Convenzione Battista della Cuba Occidentale, La Convenzione Battista della Cuba Orientale, La Chiesa Metodista Cubana e Le Assemblee della Chiesa Evangelica di Dio, ad esempio, hanno sottoscritto una lettera che essenzialmente afferma che la famiglia sia “un’istituzione divina creata da Dio” e che il matrimonio sia esclusivamente un’unione tra un uomo ed una donna e che il matrimonio egualitario non abbia posto in un paese comunista, portando come esempio il Vietnam, la Cina e la Corea del Nord.

L’opposizione evangelica ha inoltre sparso per il paese poster con slogan omofobici, sostenendo la “famiglia tradizionale”; in risposta alcuni attivisti LGBT+ hanno affisso poster a favore della “famiglia cubana”, indipendentemente dal tipo di famiglia.

Il paese ha visto un miglioramento dei diritti LGBT+ solo negli ultimi decenni, con la decriminalizzazione dell’omosessualità nel 1979 e il discorso del 2006 in cui Castro ha ammesso la sua responsabilità nella “grande ingiustizia” contro la comunità: le persone LGBT+, infatti, erano perseguitate e rinchiuse in campi di lavoro sotto Castro.

Di recente, però, il paese ha mostrato una sempre maggior apertura alla comunità, sostenuta anche dalla nipote di Castro, Mariela Castro, che si è battuta per diverse cause, tra cui l’adozione da parte di coppie gay, che ha detto “È un passo stupendo e lo festeggio”.

L’approvazione della nuova Costituzione aprirebbe numerose porte alla comunità LGBT+ cubana, stabilendo un precedente per molte altre cause.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *