Dal Congresso delle “famiglie” di Verona: “i gay vanno curati”!

congressomondialedellefamiglieverona2019-ilpunoth

“L’omosessualità è un peccato che grida vendetta al cospetto di Dio, e chi crede di essere innamorato si illude, è un’illusione […] e va curata con la conversione, con i sacramenti”

Questa è solo una delle tante cattiverie gratuite e senza alcun fondamento scientifico che i partecipanti al summit delle “famiglie” – che ha aperto oggi i battenti a Verona – hanno rilasciato come veloci interviste ai giornalisti di Repubblica.

Ma quanto riportato come frase di apertura di questo articolo è niente se si ascoltano le parole del video che ritrovate qui e guardate le facce cariche di odio, ignoranza e cattiveria di questi esseri viventi.

“L’omosessualità è un comportamento che si apprende durante l’adolescenza”

…. così risponde un signore, evidentemente laureato in Psicologia con un dottorato sui “Disturbi” della crescita, quando interivstato da un inviato di Repubblica gli viene chiesto il proprio parere sull’omosessualità.

 

Vediamo un pò chi ci sta partecipando: il vescovo di Verona che considera l’aborto un “delitto”, la suora che si ispira al modello di società russa, le volontarie che pregano per convertire gli omosessuali, e addirittura chi arriva con una statua della Madonna sottobraccio (la sua condottiera nella vita).

Ma ci rendiamo conto?  Tu vescovo che non sei sposato, cosa ne puoi sapere di famiglia? C O S A?????

E tu volontaria che preghi per convertire noi omosessuali, e tu caro signore che definisci l’omosessualità un comportamento appreso durante lo sviluppo e non un fato biologico e che questo lo dice la scienza, mi dite su quale manuale scientifico autorizzato avete letto queste stronzate?!?

Però amici e amiche, giubilo nel regno intiero di Dyo!!! Luca era gay, e ora ha una famiglia normale e si è pentito di quello che ha fatto.

Ora posso andare a dormire felice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *