Eurovision2019-tel aviv-Titina19

Eurovision 2019 – Seconda Semifinale – Pt.2

Prosegue la panoramica sugli artisti in gara a questo Eurovision 2019 di Tel Aviv al quale parteciperemo live. Vi ricordiamo che per interagire con noi in tempo reale basterà entrare in contatto attraverso i nostri canali social e utilizzare l’accoppiata di ht #Titina19 e #Esc2019.

Pronti a scoprire gli ultimi 9 cantanti in gara alla seconda semifinale del 16 Maggio?

Michela canterà per Malta all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. Ha appena compiuto 18 anni (cucciolotta bella) e attualmente vive nella piccola isola di Gozo (che è una delle tre isole abitate dell’arcipelago maltese), conosciuta come una perla nascosta nel Mediterraneo. La sua voce è descritta da molti come memorabile e potente, con un punto di rottura mozzafiato. Ama una vasta gamma di generi dal pop e country al soul e si presenta in gara con un pezzo  – Chamaleon – che non ha nulla da invidiare alle reginette del pop moderno. Credo proprio che quest’anno Malta possa arrivare in Finale.

Qui il suo instragram

HPunters Score – 9/10

Anna Odobescu rappresenterà la Moldavia all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. È nata il 3 novembre 1991 a Dubasari, sulla riva sinistra del fiume Dniester, in Moldavia. Il suo talento vocale e artistico è emerso già dalla prima infanzia. Ha perso il padre quando era una ragazza, ma ha trovato consolazione nella musica. La canzone con cui calcherà il palco del contest si intitola Stay… un mix tra una prima Anastacia e la sigla di una telenovela sudamericana moderna.

Qui il suo instragram

HPunters Score – 4/10

Tamara Todevska è una delle principali artiste femminili della Macedonia del nord. Cresciuta in una famiglia di musicisti, ha iniziato a suonare per la prima volta a 6 anni. Questa volta rappresenterà il suo paese all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv con una canzone davvero forte in quanto a significato, ma forse con una musica non proprio da Eurovision. Il pezzo si intitola “Proud” un vero e proprio inno a camminare sempre a testa alta essendo fieri di chi si è.

Qui il suo instragram

HPunters Score – 8/10

KEiiNO è il gruppo Norvegese di questo Eurovision Song Contest 2019. La band mescola pop elettronico con melodie folk nordiche e joik, la forma tradizionale del canto del popolo Sami, che cantato da Sami Fred mi mette i brividi addosso per quanto è sexy e profondo. Il trio si è formato nel 2018 con il pluripremiato cantante e compositore Tom Hugo, dal rapper / joiker Sami Fred Buljo e dalla cantante Alexandra Rotan. Eseguiranno un brano intitolato “Spirit In The Sky” che è ispirato dalla credenza di Sami che la natura ti dà forza nei momenti di difficoltà.

Qui il loro instragram

HPunters Score – 9/10

Il rappresentante della Romania dell’Eurovision Song Contest 2019  è la ventitreenne Ester Alexandra Creţu, conosciuta come Ester Peony. È una cantante e cantautrice rumena che ha scoperto la sua passione per la musica fin dall’infanzia quando viveva con la sua famiglia a Montréal, in Canada. Si esibirà con un pezzo dal titolo “On a Sunday”: una ballad che ascolterei con più piacere a fine giornata durante un aperitivo che in una competizione come quella di Esc.

Qui il suo instragram

HPunters Score – 6/10

Sergey Lazarev torna all’Eurovision Song Contest, eper la seconda volta rapprenseterà la Russia. È uno dei più famosi cantanti in terra di Putin, ma è anche attore e presentatore e la sua popolarità si diffonde in molti paesi dell’ex Unione Sovietica. Si ripresenta sul palco mettendo in mostra il suo bel fondoschiena, petto e i suoi addominali da urlo… quindi tenete a bada gli ormoni… se potete. Qui vi parliamo di lui e del suo brano in maniera più approfondita.

Qui il suo instragram

HPunters Score – 7/10

Il cantautore John Lundvik ha ottenuto la sua più importante svolta come artista in “Melodifestivalen 2018” quando la sua canzone My Turn è arrivata direttamente in finale. Diventato la grande rivelazione musicale del programma di quell’anno quando raggiunse un fantastico terzo posto. Nel 2019, John è riuscito a ottenere un successo maggiore con la sua canzone “Too Late For Love” che grazie all’apprezzamento ricevuto dal pubblico lo ha mandato direttamente all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. Una canzone che si fa canticchiare già dal secondo ritornello e che ti arriva diritta al cuore. Ci piace!

Qui il suo instragram

HPunters Score – 8/10

Luca Hänni è il concorrente elvetico per questo Eurovision Song Contest della 2019. La sua carriera musicale è iniziata “col botto” nel 2012: a soli 17 anni, quando ha vinto “Deutschland sucht den Superstar”, la versione tedesca di Pop Idol. È stato il primo non tedesco a vincere lo spettacolo e anche il più giovane vincitore di sempre. Luca, che ora ha 24 anni, è cresciuto in una famiglia di musicisti. Ha iniziato a studiare la batteria quando aveva cinque anni, per passare poi a lezioni di piano, chitarra e canto. Dopo aver finito la scuola, ha iniziato a lavorare come muratore, e ad oggi ama ancora il lavoro pratico – gli piace avere le mani in pasta e comunque sempre impegnate! Luca, viè qua che ci pensiamo noi a te!

Qui il suo instragram

HPunters Score – 8/10

Duncan Laurence rappresenterà i Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2019 con la canzone ‘Arcade’. Duncan spiega: “Sono cresciuto in una città in cui la musica era un estraneo, la musica non faceva parte del normale sistema scolastico, ma questo non poteva impedirmi di fare musica, in qualche modo sono stato attratto dai suoi modi magici per esprimere me stesso e raccontare la mia storia: avevamo un piccolo teatro locale e una vecchia scuola di musica, suonavo il pianoforte ogni giorno, scrivevo le mie canzoni e le mie poesie, ricordo quella volta come se fosse ieri, ero certo che sarei diventato un musicista.” La canzone è un mix tra pop e soul moderno e ti arriva forte dentro. Forse non vincerà ma è di un radiofonico pazzesco!

Qui il suo instragram

HPunters Score – 9/10

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *