Freakend – I fatti della settimana

Estate alle porte e notizie globali e non che fanno il giro d’Italia e del mondo. Vediamo quali:

La coppia (forse) scoppia: Sembra dato quasi per certo ormai l’avvenuto tradimento in casa Pitt: secondo i tabloid americani infatti l’aitante e biondo Brad avrebbe tradito la sua compagna nonché una delle donne più belle al mondo Angelina Jolie; tali indiscrezioni darebbero questa motivazione per giustificare l’anoressia sempre più evidente dell’attrice; stando ai fatti, il tradimento si sarebbe consumato durante le riprese del film Allied con la coprotagonista Marion Cotillard. Sappiamo pure che circa ogni tre mesi le riviste di gossip si inventano una crisi della coppia: che ci sia un fondo di verità? Seguendo il concetto “Historia magistra vitae” Brad ha conosciuto la bella “Malefica” proprio tradendo Jennifer Aniston. Un circolo vizioso insomma. La verità? Non la conosciamo e forse non la conosceremo, certo è che se ciò dovesse risultare realtà cadrebbero tutte le fondamenta del vero amore: nel giro di due settimane abbiamo saputo di una cornificata Angelina e di un’altrettanto cornuta Beyoncé; se vengono tradite loro, che possibilità abbiamo noi comuni mortali?

Scappo col malloppo: E’ successo tutto in Australia, dove una ragazza malese alla soglia del suo 18° compleanno quattro anni fa ha aperto un conto con una delle principali banche del nuovo Continente. Fato vuole che le vengano accreditati erroneamente 4 milioni di dollari: la ragazza si accorge dello strano fatto ed invece di notificare il tutto, decide invece di fare la bella vita, tra prodotti di lusso, ristoranti stellati e Hotel da sogno. Una vita costatale quasi la metà della cifra ottenuta misteriosamente, come un dono dal cielo: ma la vita non è tutto rose e fiori e la giovane Christiane Jiaxin questo lo sa bene; preoccupata infatti decide di cercare di ottenere un nuovo passaporto per tornare in Malaysia e ritirarsi a vita privata: peccato che ad aspettarla in aeroporto trova la polizia che l’ha arrestata proprio questa settimana. Adesso la sventurata (e non certo intelligentissima) dovrà presenziare in tribunale e dare conto delle sue azioni irresponsabili. Questo perché (purtroppo) Paris Hilton si nasce, mia cara.

L’omofobia colpisce ancora: Nota decisamente più cupa e conclusiva della settimana è quella ormai famosa del troncamento di una troppo giovane vita: il ragazzo di Bari neomaggiorenne suicidatosi per il solito vecchio e stronzo motivo: la mancata accettazione dei suoi genitori. Il ragazzo era fidanzato, andava a scuola e sembrava condurre una tranquillissima vita: solo che dietro una normale esistenza si nascondevano molti spettri: racconti di abusi verbali da parte dei genitori adottivi che non riuscivano ad accettare l’omosessualità del figlio e che hanno portato al tragico epilogo; dopo un ultimo messaggio al fidanzato il ragazzo è finito tra le rotaie di un treno.
Purtroppo bisogna partire da una premessa: l’accettazione è un termine negativo, stilla in sé il seme dell’omofobia, della paura. Perché devo accettare qualcosa che è del tutto normale e che non dovrebbe portare nulla di male, ma solo amore? La mancata accettazione è un tradimento, uno dei più brutti che esistano. Ricorda l’abbandono, ti fa assaggiare la solitudine e ti fa odorare di sporcizia, di quelle che non riesci a lavare via. Ti fa sentire inadatto, ingiusto e sbagliato. E se ciò avviene nel contesto che per tautologia dovrebbe farti sentire protetto, la famiglia, provoca una voragine che un ragazzo affacciatosi da poco alla vita riesce difficilmente a colmare e ci scivola dentro.
Cosa si potrebbe fare per far finire tutto ciò? La risposta è semplice, davvero tanto: AMARE. Facciamolo per noi stessi. Amiamoci e amiamo gli altri perché è l’amore che salverà il mondo.

Zoltar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *