#FreeKesha: aggiornamenti e la Civil War del pop

HazziVostrilogoCome ricorderete, qualche tempo fa avevamo parlato dell’affair Kesha VS Dr. Luke.
Nel caso non ricordiate, ecco a voi il link “#FreeKesha, cosa sta succedendo

Ad ogni modo, per farla breve, Kesha ha portato in tribunale Dr. Luke, suo produttore musicale storico, accusandolo di molestie sessuali e chiedendo di liberarsi dalla sua casa discografica stralciando il contratto che ha firmato (da qui l’hashtag #FreeKesha).

La sua istanza però non è stata accolta dal giudice che ha sostenuto non esserci prove sufficienti per confermare le accuse e che non ci sono prove di un danno irreparabile.
Kesha ovviamente ha preso molto male la cosa, come si può ben immaginare, ed è scoppiata in lacrime.

Qualche ora fa, Kesha ha scritto uno stato in cui ringrazia tutti per il supporto che il mondo le sta dando, spiegando anche le sue ragioni:

Senza titolo-1

A quel punto è scoppiata la solidarietà nei confronti di Kesha anche da parte delle sue colleghe.

Quasi tutte si sono espresse a riguardo, da Gaga ad Adele, che ha dedicato la sua vittoria di ieri sera ai Brit Awards proprio alla collega americana.

gaga

   tweet4

tweet1

tweet2

tweet3

Arriviamo ora al momento clou, alla Civil War che nemmeno quella tra Capitan America e Iron Man.

Il giorno dopo la sentenza e dopo che il mondo della musica si era schierato, la madre di Kesha twitta ciò che segue:

Praticamente, in soldoni (e di soldoni parliamo), Taylor Swift non ha espresso un parere in merito alla querele ma ha donato alla cantante in difficoltà 250,000$.

Ora, mi fermo un attimo per dire una cosa: Kesha ha venduto milioni di dischi, possibile che sia in difficoltà finanziaria??? MAH!

Comunque, a questo tweet della madre di Kesha, Demi Lovato risponde con un altro tweet chiaramente indirizzato alla cantante Texana:

demi

I fan di Taylor Swift riconoscono subito la frecciata e iniziano ad attaccare Demi, ovviamente difendendo la loro beniamina bionda, al punto che la stessa Demi perde la pazienza e risponde così:

Come ca**o starei parlando di me ora? Non tutti hanno 250k da dare a qualcun altro. Vorrei tanto averli ma non sono cresciuta con i soldi e decisamente non ne ho fatti quanti lei [Taylor]. Io parlo della mer*a di cui è sconveniente parlare piuttosto che provare a fare la politically correct 24/7. Non c’è nessuna “rivalità” semplicemente mi sono esposta più di altri e preferirei iniziare un dialogo sulle DONNE CHE DENUNCIANO LE VIOLENZE SESSUALI piuttosto che dare soldi alle persone.

E qui si è creata la rottura.

Da una parte la biondina fidanzatina d’America sempre polite e col sorriso.
Dall’altra la ragazzaccia mora che è stata in rehab e dal look agressivo.

#TeamDemi VS #TeamTaylor

E voi, da che parte state?

Nel frattempo noi siamo #TeamKesha sempre e speriamo possa tornare presto serena, felice e che ci faccia ballare con il suo vocoder sempre pronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *