LondonPrideJubilee

Il Pride di Londra 2019 ha il suo tema: Pride Jubilee ai 50 anni dalle rivolte di Stonewall

E sarà un tema da regine …

Il Pride di Londra 2019 segnerà e festeggerà con le proprie parate i 50 anni delle Rivolte di Stonewall con un tema speciale che celebra le battaglie combattute della comunità LGBTQ e che guarda avanti e cerca di capire come vincere pacificamente le prossime battaglie che ci aspettano.

Gli organizzatori della più grande parata Pride nel Regno Unito, hanno rivelato lunedì 7 aprile, che il tema dell’evento di quest’anno sarà #PrideJubilee, che commemora la comunità LGBTQ dall’istante in cui in quel Giungo di 50 anni fa (1969) a New York è nato il moderno movimento per i diritti gay.

La parata del Pride di Londra prenderà vita Sabato 6 Luglio (quindi se siete a Londra non perdetevela), dando il via ad un mese di festival per il Pride in cui artisti, performer e luoghi della capitale mostreranno il meglio che la comunità LGBTQ ha da offrire.

Lunedì sera, durante l’evento di lancio, gli organizzatori del Pride a Londra hanno promesso che la sicurezza lungo il percorso della parata sarà aumentata quest’anno, dopo che l’evento dello scorso anno era stato segnato dalla presenza di manifestanti anti-transgender che per fermare la parata, si sono stesi a terra proprio lungo il percorso della parata.

Alison Camps, Co-Chair del Pride di Londra, ha dichiarato:

“Al Pride di Londra lo scorso anno, e con gli attacchi costanti e insensati alla comunità trans da allora, stiamo vedendo che marciare per i nostri diritti serve più che mai. Da parte nostra, stiamo lavorando sodo per imparare da quello che è successo per garantire che non ci sia ripetizione dell’odio transfobico che è stato messo in brutta mostra al nostro evento l’anno scorso, in modo che il Pride sia uno spazio accogliente e sicuro per ogni singola persona nella comunità che condivide i nostri valori di inclusività e rispetto.”

E ha poi aggiunto:

“A 50 anni dalle Stonewall Riots, abbiamo tutti bisogno di fare un bilancio di dove siamo arrivati ​​e di quanto ancora dobbiamo andare lontano. Noi al Pride di Londra vogliamo segnare questa pietra miliare unica riconoscendo e celebrando la gente – alcuni dei quali hanno perso la vita semplicemente per essere quello che sono – e i momenti della nostra storia condivisa che ci hanno reso ciò che siamo oggi. Questo è sarà il nostro #PrideJubilee“.

Justin Bengry, docente di Queer History and Convenor, Queer History MA della Goldsmiths University, ha elogiato il Pride di Londra 2019 sol suo tema #PrideJubilee per onorare la diversità della comunità.

“Quando esploriamo la storia queer, la pensiamo come un ombrello onnicomprensivo di tutto ciò che non è eterosessuale […] Quello che sappiamo è che per alcune intersezioni come la comunità non esistono molti documenti nella storia, quindi qualcosa come #PrideJubilee è un passo nella giusta direzione per assicurare che vengano riconosciute le radici del movimento e che si possa realmente esplorare come qualcosa che è successo a New York nel 1969 ha raggiunto la dimensione che ha oggi e che si vuole celebrare a Londra “.

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *