Il Punto Seriale – Colony

In un futuro molto lontano, Los Angeles è sotto assedio, compartimentata a blocchi da grandi mura erette da una colonia di Invasori non proprio umani. Gli autoctoni non possono superare le barriere, poco importa che si tratti di famiglie divise. Come nel caso dell’agente speciale William Bowman, che lavora in incognito come meccanico. Felicemente sposato, due figli in casa e un terzo al di là della barricata, Will accetta di lavorare per gli Invasori che gli promettono di recuperare il suo pargolo sperduto. Entra così in guerra contro la Resistenza, formata dai ribelli che non vogliono arrendersi all’egemonia dei Cappucci Rossi. Ovviamente salta fuori che tra di loro milita anche la moglie di William.

COLONY -- "Pilot" Episode 101 -- Pictured: (l-r) Alex Neustaedter as Bram Bowman, Isabella Crovetti-Cramp as Grace Sullivan, Sarah Wayne Callies as Katie Bowman, Josh Holloway as Will Bowman -- (Photo by: Paul Drinkwater/USA Network)

Dal team di Lost arriva Colony: una nuova fantasy serie andata in onda sul canale USA Network. Protagonista assoluto è il Sawyer di Lost, Josh Holloway, qui nelle vesti di un eroe buono che sacrifica le proprie convinzioni pur di proteggere la sua famiglia e ritrovare il figlio perduto oltre il muro. Diversamente la pensa la moglie Katie: da un lato appoggia la nuova avventura del marito, ma segretamente collabora proprio con quella Resistenza che Will si trova costretto a combattere.2

Da qui nell’arco di 10 puntate uno si aspetta che si scatenino i peggio intrighi e sotterfugi che mancano dai tempi di Revenge!

Invece nulla. E’ incredibile come regista e sceneggiatori abbiano sprecato così un’idea forse non originalissima ma di certo efficace, perdendosi tra dialoghi banali e cincischiamenti vari. In Colony mancano la tensione e il brivido. Tra colpi di scena ‘telefonati’ e personaggi secondari utili come un freezer in Alaska, la storia procede piatta e senza guizzi, arrivando a un finale che non è nemmeno un finale. Il giochino di Lost ha funzionato una volta, non senza scatenare l’ira degli internauti di mezzo mondo, adesso non sorprende e nemmeno diverte.

Nel cast, oltre al biondo protagonista, ritroviamo la Lory di Walking Dead Sarah Wayne Callies e il Nathan Petrelli di Heroes Adrian Pasdar. Tutti impegnati in questo prodotto senza capo né coda. Una vera perdita di tempo, se non per gli effetti speciali ben curati e una fotografia da Oscar. Davvero troppo poco per appassionarsi alla storia di William Bowman.

Se volete comunque farvi un’idea, ecco il trailer.

Sciaouz!

Tracio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *