Il Punto Seriale – Grey’s Anatomy B – Team

Io ho cinque regole.

Memorizzatele!

In attesa dello strombazzato Station 19, telefilm sui vigili del fuoco in cui militerà Ben Warren, ovvero il personaggio più inutile della terra, Nostra Signora Shonda Rhimes spara fuori un altro prodotto nato da Grey’s Anatomy.

In esclusiva per il web, ecco a voi B – Team, ovvero la cronaca del primo giorno di lavoro del nuovo gruppo di matricole del Grey Sloan Memorial Hospital!

Sono passate 14 stagioni da quando Meredith, Cristina, Alex George e Izzie mettevano piede al Seattle Grace. Ora i primi tre sono medici di successo e la serie madre è basata su loro e i nuovi colleghi. Non c’è tanto spazio per raccontare le storie delle matricole, nuova linfa vitale al decennale cast.

Ed è un ritorno alle origini, visto che seguiamo le vicende di questi imbranati specializzandi alle prese con capi impossibili e casi assurdi. Si parte con le famose 5 regole e via per le corsie del Grey Sloan Memorial Hospital per il primo giorno di lavoro.

E, come avvenne nella mitica puntata uno della serie cult, anche qui conosciamo i protagonisti e ci è subito chiaro quanto le loro personalità siano estremamente differenti l’una dall’altra, oltre che per etnia, religione e persino genere sessuale.

Dahlia Quadri è una diligente dottoressa musulmana, cresciuta con il mito di Meredith Grey. Il riservato Casey Parker era già salito agli onori della cronaca per essere il primo medico transgender nella storia di Grey’s Anatomy, oltre che per aver rivelato un passato di hacker che ha salvato il Grey Sloan da un attacco cibernetico. Levi Schmitt è l’imbranata matricola che fece cadere gli occhiali dentro un paziente aperto, ma anche lo stesso che riuscì a portarsi a letto la sua superiore Jo Wilson. Sam Bello è il grande amore della vita di Andrew DeLuca e, finita per caso nel suo stesso ospedale, i due non impiegano molto a ricadere nella passione. Vik Roy è il bellissimo e spaccone del gruppo, così maldestramente lecchino, da farsi riprendere persino dalle pazienti. Taryn Helm, bionda e un po’ sovrappeso, si prepara agli infernali giri visite facendo meditazione nello spogliatoio.

Pressoché tutti esordient, i protagonisti sono in grado di donare una freschezza di riflesso a un prodotto che, ovviamente dopo 14 stagioni, di freschezza non ne aveva più da un pezzo.

Una geniale operazione nostalgia che non può che far tornare agli esordi i fans della prima ora e, contemporaneamente, attirare nuovo pubblico che parte da zero. Ben diretto dalla April Kepner di Grey’s, Sarah Drew, la durata è brevissima, il ritmo scorre molto velocemente e le risate non mancano. B – Team è una bella dose di leggerezza che fa da giusto contraltare alle tragedie della serie da cui nasce. Avete 15 minuti di tempo? Ecco i link delle 6 puntate!

https://vimeo.com/250960067

https://vimeo.com/251022299

Sciaouz!

Tracio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *