Il Punto Seriale – Manifest

Ben Stone è in aeroporto, sta aspettando di imbarcarsi su un volo che lo porterà a casa. Con lui c’è tutta la sua famiglia: la moglie Grace, i loro gemelli Cal (malato terminale) e Olive, la sorella Michela, una poliziotta allo sbando, e i loro anziani genitori. Per un problema logistico, la famiglia viene separata su due voli differenti. Ben decolla con Cal e Michela. Una violenta turbolenza segna il viaggio, ma atterrano tutti comunque sani e salvi. Solo 5 anni dopo….

Dati per morti, i superstiti non sono invecchiati di un giorno, mentre il mondo è andato avanti senza di loro.

Dopo il trauma iniziale, i protagonisti tornano alle loro vite, ovviamente cambiate in maniera radicale. Ben e Cal ritrovano Grace con una nuova relazione e Olive in piena adolescenza. Michaela dovrà, invece, affrontare l’amore tra il suo ex fidanzato e la sua migliore amica.

Ma non è tutto. Entrambi sentono delle voci, un qualcosa che li spinge a prevenire dei disastri. Si accorgeranno presto di essere cambiati per sempre.

Le domande sono tante: che è successo in quella turbolenza? Perchè non sono invecchiati di un giorno? Da dove vengono queste inquietanti voci? E perchè la Sicurezza Nazionale sembra voler insabbiare il tutto?

Prodotto dal papà di ‘Ritorno al Futuro’, Robert Zemeckis e trasmesso in Italia su Premium Stories, ‘Manifest’ si candida a essere il nuovo ‘Lost’. In primis per le similitudini delle trame: un aereo, salti temporali, eventi paranormali. E, come nel caso di ‘Dark’, rischia anche molto, perchè il confronto è inevitabile. Nonostante sia molto difficile mostrare allo spettatore qualcosa di nuovo e originale, devo dire che per ora ‘Manifest’ si difende molto bene, con una giusta dose di tensione mista a sentimento.

I protagonisti sono il Principe Azzurro di ‘Once Upon a Time’ Josh Dallas e la Betty Seaver di ‘Legends Of Tomorrow’ Melissa Roxburgh. Entrambi efficaci e in grado di empatizzare con il pubblico. Eroico e idealista lui, risoluta, ma anche con tanti scheletri nell’armadio, lei.

Un prodotto piacevole e con il giusto mix di tensione e sentimento.

Ecco il trailer.

Sciaouz!

Tracio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *