Il Punto Seriale – The New Normal

Bryan Collins è un eccentrico produttore di telefilm, con una carriera avviata, una bella casa e un compagno di cui è innamorato pazzo. Ma tutto questo non gli basta più: vuole diventare padre. Così lui e il suo compagno, il ginecologo David Sawyer, si mettono alla ricerca di una madre surrogata. Incontrano la dolce Goldie,  single squattrinata in fuga dal marito fedifrago. La donna accetta di aiutare i due e si trasferisce nella loro lussuosa villa di Beverly Hills insieme alla figlia Shania.

THE NEW NORMAL -- "The Big Day" Episode 121 -- Pictured: (l-r) Andrew Rannells as Bryan, Michael Hitchcock as Gary Snyder, Justin Bartha as David -- (Photo by: Trae Patton/NBC)

I quattro, inaspettatamente, diventano una vera e propria famiglia, unita e allegra. Nonostante le proteste dell’ingombrante nonna di Goldie, la vulcanica Jane Forrest. Dall’età indefinita, centinaia di botulini in faccia e un razzismo da far invidia a Giovanardi. La donna non esita ad azzuffarsi con qualunque minoranza le capiti a tiro: omosessuali, disabili e afroamericani. Sue le battute più esilaranti e taglienti della serie. Pur di ‘proteggere Goldie e Shania da questa versione gay di Sodoma e Gomorra’, Jane si trasferisce a Beverly Hills, escogitando i più strampalati piani per scardinare questo nuovo nucleo familiare a cui, inconsciamente, si sta quasi affezionando.

The New Normal è la serie più politically incorrect degli ultimi anni! Una scatenata commedia in cui non mancano battute al vetriolo contro tutto ciò che è buono e giusto. Soprattutto per mano del favoloso personaggio di Jane, interpretato dalla vulcanica Ellen Barkin, attrice simbolo delle commedie nella Hollywood degli anni 80.  Il papà di American Horror Story e Glee, Ryan Murphy, ha scritto questo telefilm ispirandosi alla propria vita. Il personaggio di Ryan, infatti, produce un show intitolato ‘Sing’ in cui dei ragazzi del liceo partecipano a un concorso canoro. Non vi ricorda nulla..?

I due protagonisti sono Justin Barta (Una notte da leoni) e la star di Broadway Andrew Rannels, mentre la parte di Goldie è affidata a Georgia King (Merlin, Sugartown). Come nelle migliori commedie, i tre sono supportati da delle ‘spalle’ assolutamente perfette, come la già citata Barkin e l’esplosiva Nene Leakes, afroamericana platinata già in evidenza in Glee e qui nei panni di Rocky, scombinata assistente di Bryan.

Lo show è stato cancellato al termine della prima serie, e non esito a spiegarmi il perchè, visto il modo spudoratamente sagace con cui vengono affrontati temi caldi come il razzismo, i matrimony gay e le famiglie non convenzionali.

Vale davvero, però, la pena di recuperare questa serie!

Ecco il trailer. Sciaouz!

Tracio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *