Il Punto Seriale – Il ritorno di Will & Grace

Will And Grace 2017

Dopo anni di indiscrezioni, finalmente l’attesa è finita! Il ritorno di ‘Will & Grace’ era di gran lunga il più bramato degli ultimi anni: più di ‘Beverly Hills 90210’, più di ‘I segreti di Twin Peaks’. Will, Grace, Jack e Karen mancavano. Tanto. A tutti noi fans della serie cult di fine anni 90.

E dopo la puntata pilota sulle elezioni americane, accolta trionfalmente in tutto il mondo, la rete NBC ha ordinato addirittura due stagioni nuove di zecca di questa amatissima serie.

Ma perchè tanto clamore?

‘Will & Grace’ non è stata semplicemente una delle sitcom di maggior successo del nuovo millennio. Ma ha sdoganato in maniera gioiosa ed estremamente potente l’omosessualità, portando nel prime time mondiale la figura di un uomo molto comune, circondato da una famiglia di amici un po’ meno comuni. Fino a quel momento, i gay erano rappresentati come tristi, tormentati e ben nascosti, per paura della reazione della gente (Penso al Matt di Melrose Place o a Jack di Dawson’s Creek). Will Truman è un uomo assolutamente normale, avvocato di successo con la sua buona dose di manie e debolezze. Uno come noi. Non è da solo, con lui c’è l’inseparabile amica Grace: una donna nevrotica e imbranata. L’uno è la spalla dell’altra. Entrambi si necessitano a vicenda per affrontare la vita e le montagne russe dell’amore. Come spesso accade nelle sitcom americane, fondamentali sono i personaggi di contorno, le cosiddette ‘spalle’ dei protagonisti. E in questo, ‘Will&Grace’ non ha rivali: Jack McFarland è l’amico eccentrico e stralunato che tutti vorremmo avere. Karen Walker, la perfida miliardaria ubriaca e dalla voce stridula, è la donna che tutti i gay vorrebbero essere.

Le gif e le citazioni di Will & Grace troneggiano ancora oggi sulle bacheche social del mondo intero. E’ quindi con grande emozione e curiosità che abbiamo seguito la prima puntata di questa nuova avventura, trasmessa da Mediaset Premium Joi in contemporanea con gli Stati Uniti, per ritrovare i nostri 4 amici.

Il Primo Episodio di questa nuova serie

C’è chi dice che non bisogna giudicare un libro dalla propria copertina, o che l’abito non faccia il monaco, e credo vi sia un fondo di ragione in tali detti popolari, perché per quanto tutti lo stessimo aspettando da ben 11 anni, il ritorno sugli schermi del quartetto più famoso e rainbow di Manhattan parte lento ma ben collegato alla puntata pilota che tutti conosciamo. Karen è la migliore amica di Melania Trump, Will flirta con un deputato del congresso USA, la sfigata di turno è sempre Grace e Jack è alle prese con Grindr lottando “contro i twink” che spopolano in città pur di mantenere il suo trono da “reginetta” indiscussa delle scene newyorkesi.

Undici anni sono passati dall’ultima serie di Will & Grace e la bravura del cast e di chi scrive il tutto si vede nel fatto che proprio in questa prima puntata – non proprio accolta benissimo dalla critica USA – tutto si sussegue in un lento alternarsi di cose che però portano i personaggi a svecchiarsi e a vivere in una New York cambiata da 11 anni di avvenimenti, alcuni dei quali anche molto nefasti. Ricordiamoci anche che era il 1998 quando questa serie avveniristica per il mondo LGBT portava alla ribalta arogmenti tabù fino ad allora, e oggi invece lo fa in maniera davvero sagace, impegnata e senza dimenticare l’attualità.

Insomma, partita un po’ a rilento, con l’assenza della mitica e amatissima Rosario la cui attrice a 84 anni non si è sentita di prendere un impegno così grande per registrare due nuove serie, è un revival che promette fuochi d’artifcio con la solita comicità intelligente di questi 4 attori che sul set si dimostrano sempre e ancora più affiatati (traspare la loro amicizia) e un occhio al mondo LGBT di oggi che sono sicuro non deluderà noi appassionati di Will And Grace e appassionerà anche le nuove generazioni che si affacceranno a conoscerli solo ora.

Tenetevi pronti: questa serie è proiettata appieno nella reatà americana attuale, quindi diciamo pure che è un tantinello Trump-centrica… ma almeno per noi spettatori lo è in maniera positva!

Un pensiero va alla storica doppiatrice di Karen Walker, Laura Latini, scomparsa cinque anni fa. La curiosità di ascoltare la nuova voce italiana della nostra beniamina è tanta. In pole position sembrerebbe esserci la sorella Ilaria. Per scoprirlo dobbiamo aspettare il 13 ottobre e sintonizzarci su Premium Joi.

Una frase per definire questa prima puntata?

Bentornate, checche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *