Il Punto Seriale – Young Sheldon

Un bambino di appena 9 anni può frequentare il liceo grazie alla sua prodigiosa intelligenza? Di norma no. Ma se il suo nome è Sheldon Cooper, allora è tutta un’altra storia.

Figlio dell’enorme successo di ‘The Big Bang Theory’, finalmente è arrivato sui nostri schermi l’attesissimo e strombazzato spin – off ‘Young Sheldon’, la cui lavorazione aveva messo in allarme i fans della celebre serie madre. Il motivo? Le avventure di Sheldon, Leonard e Penny sono ormai un cult. E gli spin – off sono sempre un rischio, specie quando le serie da cui nascono sono dei capolavori. E in effetti devo dirvi che anche io propendevo più verso questa direzione, ma è bastata la prima scena per farmi cambiare idea.

In questo prequel vediamo il piccolo protagonista prepararsi ad affrontare il suo primo giorno di scuola al liceo, frequentato dal pigro fratello maggiore George Jr. e in cui il padre George Sr. allena la squadra di football. Incurante delle proteste dei due e delle battutacce della sorella gemella, Sheldon prende molto sul serio la nuova avventura: sfoderando il suo elegante papillon e mettendo alla berlina i professori, stanandone le incompetenze. La madre Mary è l’unica che lo sostiene, arrivando a scontrarsi con chiunque se la prenda con il suo bambino speciale che, di ritorno, le è molto molto legato e, pur di stare un po’ con lei, arriva ad accompagnarla in chiesa nonostante lui ovviamente, da futuro uomo di scienza, non sia affatto credente.

La voce narrante è quella di Jim Parsons, lo Sheldon ‘adulto’. Un ottimo escamotage per attirare immediatamente lo spettatore con la voce di un personaggio famigliare e amato.

Il piccolo protagonista ha il volto angelico di Iain Armitage, apparso nei panni dell’introverso Ziggy nella serie drammatica ‘Big Little Lies’, a fianco dei premi Oscar Reese Whiterspoon e Nicole Kidman. Due ruoli estremamente opposti tra di loro, che dimostrano la grande versatilità di questo piccolo attore. Se Ziggy era un bambino timido, chiuso ed estremamente dolce, il piccolo Sheldon è fiero, acuto e sicuro di sè oltre che, ovviamente, geniale. La madre Mary ha il volto di Zoe Perry, figlia dell’attrice Laurie Metcalf la quale, a sua volta, intrepreta Mary Cooper in ‘The Big Bang Theory’. Una segnalazione doverosa va alla piccola Raegan Revord, interprete di Missy Cooper, gemella di Sheldon: un personaggio estremamente sarcastico e linguacciuto!

A livello stilistico, ‘Young Sheldon’ è decisamente più evoluto ed elegante rispetto alla serie da cui è nato. Non ci sono i classici 2 o 3 ambienti da sit-com e le risate in sottofondo. Qui la fotografia è accesa e molto colorata e tante scene sono girate in esterna. Anche questa è un’ottima mossa da parte di regista e produttori. Il rischio di assistere a una copia venuta male di ‘The Big Bang Theory’ è subito eliminato. L’originalità in questa serie vive solidamente di luce propria.

Una prodotto sorprendente nella sua leggerezza e grandissima sagacia. I fans di ‘The Big Bang Theory’ non resteranno delusi.

Ogni attore sembra perfetto nel proprio ruolo. Ma su tutti svetta il protagonista, che sembra davvero nato per raccogliere la pesantissima eredità del suo alter ego adulto.

Ecco il trailer. Non perdetelo!

Sciaouz!

Tracio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *