Irlanda-famiglie omogenitoriali

L’Irlanda ha deciso: ora i membri delle famiglie omogenitoriali saranno dichiarati entrambi genitori sui certificati di nascita dei figli delle famiglie omogenitoriali dei propri figli.

Se la Cecenia continua con le sue purghe gay, e arriva ad uccidere 2 uomini a causa delle torture e ne imprigiona altri 40, la Repubblica d’Irlanda ci da speranza nel futuro.

I memrbi delle famiglie omogenitoriali in Irlanda potreanno vedersi elencate come “genitori” , sui certificati di nascita dei propri figli, consentendo così una maggiore tutela dei bambini e dei due genitori.

Attualmente, i certificati di nascita includono solo le categorie “madre” e “padre” e quelli per i bambini assistiti da donatori nati da coppie dello stesso sesso permettono di elencare solo una madre.

Ma il nuovo emendamento è stato progettato per essere più accomodante per le coppie dello stesso sesso, secondo TheJournal.ie.

Il ministro per il Social Welfare, Regina Doherty, ha dichiarato:

“Mentre i cambiamenti proposti interesseranno un numero relativamente piccolo di persone, toccano questioni molto delicate e di grande importanza per le famiglie in questione. Ho incontrato e parlato con molti interessati da questo problema e ora sono lieta di essere in grado di portare avanti questi cambiamenti come priorità per garantire che possano essere introdotti il ​​prima possibile”.

Proprio come in Italia, vero Matteo?

Il disegno di legge completato andrà davanti alla Camera delle Oierachtas questa primavera e dovrebbe essere messo in atto prima dell’estate.

Per ora la legge si applicherà solo alle famiglie omogenitoriali composte da donne, ma è comunque già un passo avanti. Le famiglie composte da due uomini, dovranno continuare, almeno per ora, a ri volgersi ai tribunali, ma si vocifera che a breve anche per loro ci sarà una legge.

 

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *