468x80 Beach
Ivan-Zaytsev-Italia-volley-800x533-800x533

Ivan Zaytsev e lo sponsor terremotato

Quanto ci piace Ivan Zaytsev? Il gigante biondo leader della nostra nazionale di volley, medaglia d’argento alle ultime Olimpiadi di Rio.
Un colosso dall’aspetto di ghiaccio, complici i colori chiari che tradiscono le sue origni russe, ma dal cuore e simpatia umbri.

Dopo l’exploit olimpico, sul volley si sono accesi i riflettori e Zaytsev sembra non avere problemi a farcisi illuminare con la sua chioma bionda: tra social e comparsate televisive, il nostro eroe è determinato a far parlare di uno sport a cui servono sempre visibilità e sponsor, come fece in maniera analoga Federica Pellegrini nel nuoto. Quindi ecco che lo Zar è considerato la rockstar della pallavolo italiana.

Molto attivo sui social, Ivan ama postare foto con la sua famiglia, selfie con i fans e retroscena di partite e allenamenti insieme ai suoi compagni. Uno degli ultimi post sulla sua pagina Facebook, però, ha fatto arricciare il naso a molti. In occasione della pausa pasquale, Ivan è tornato nella sua amata Umbria a cui è sempre molto legato.

18009788_10155231488143711_674844104_n

Non avete notato nulla di strano? Un post in cui esprime il dolore per la sua terra martoriata dal terremoto, una dolce foto dove stringe il suo bambino e in cui piazza il tag della Toyota, marca di cui è testimonial. Anzi, ‘ambassador’.

Apriti cielo: insieme ai commenti affettuosi dei suoi fans, ecco arrivare anche parecchie tirate di orecchie. Molti suoi seguaci hanno criticato il fatto di aver ‘strumentalizzato’ una tragedia pur di infilare la pubblicità della Toyota.d6b787b2-eadb-470b-85dc-e863a54ab8f8

Com’è nel suo stile, Zaytsev ha risposto pacatamente facendo notare ai critici di essere ‘fuori strada’. Nessun insulto, nessuna polemica, nessuna rettifica.

Certo è che il brand della sua auto in bella vista, stride un po’ con l’intensità della foto e del messaggio che la accompagna. In effetti, ha l’aria di essere una bella e buona ‘marchetta’ per l’azienda automobilistica. E per carità, ognuno pubblica quello che vuole e sponsorizza chi gli pare e piace. Quello che non è piaciuto tanto è che in questo caso sia stato fatto per testimoniare una tragedia vera e propria.

Mica sarà l’inizio di un trend??

Pillole marchetta (e ovviamente inventate)! Che cosa potrebbero escogitare i vip pur di piazzare lo sponsor?

1 – Quello che sta succedendo ai gay in Cecenia è assurdo! Meno male che io me ne vado alle Canarie, grazie ad Alpitour viaggi.

2 – Donald Trump rischia di farci andare tutti in guerra. Non sosteniamolo e non imitiamolo! Con Garnier posso farmi i capelli di tutti i colori, tranne il suo.

3 – La barriera corallina ormai non esiste più. Approfittate adesso per farle le ultime foto con il nuovo IPhone 15 e il suo obiettivo subacqueo a duemilamilionidipixel.

4 – Dei delinquenti hanno tenuto in ostaggio per ore i passeggeri di un treno per Torino. Con Ryanair queste cose non succedono. Milano – Lapponia € 9,99 tutto incluso. Però venite già mangiati.

5 – Il bullismo è vero e reale. Non scappate dai vostri persecutori, ma fateveli amici. A Gardaland paghi tu ed entra anche il tuo bullo.

Scherzi a parte, voglio credere che sia stata una svista del simpatico Ivan (o di chi gestisce la sua pagina per lui). Voi che ne pensate?

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

Ban IT Mobile - 300x50 Générique
Ban IT 728x90 Générique