La Lega fa ostruzionismo nei lavori di approvazione della Legge Contro L’Omotransfobia

DDL omotransfobia - La Lega fa ostruzionismo

Ne avevamo già ampiamente parlato qui con un’intervista a Fabrizio Marrazzo, e ci aravamo lasciati all’incontro in cui era stato trovato un testo comune su cui lavorare.

Ma a che punto siamo ora? Siamo ad un punto delicato del percorso di una legge: le audizioni.

Tali audizioni dei componenti della commissione dovrebbero iniziare il prossimo 18 Febbraio ma – e c’era da aspettarselo – La Lega ha presentato ben 59 audizioni contro questa legge. Un trucco vecchio quanto il mondo – quello di presentare audizioni a discapito di una proposta di legge – che mira solo a far perdere tempo, a ritardare la votazione della proposta di legge in commissione e dunque di far arrivare la votazione alla Camera e poi al Senato.

L’On. Alessandro Zan, tramite instagram, ha comunicato la calendarizzazione dei lavori:

“Mentre però ogni gruppo ha presentato due, tre massimo quattro proposte di audizione, la Lega ne ha presentate 59. […] Proposte che stanno a significare non la volontà di approfondire i contenuti della legge ma evidentemente la volontà di fare ostruzionismo. Però da parte nostra e della maggioranza c’è invece la volontà di andare avanti con rigore e con serietà perché è una legge attesa da tanti anni visto che mentre noi discutiamo qui in commissione, fuori dai palazzi le persone gay, lesbiche e trans sono ogni giorno aggredite per motivazioni che riguardano la loro condizione personale. E dunque è un fatto grave che un paese così detto civile non può continuare a tollerare. Ecco perché noi andremo avanti con determinazione in commissione e poi in aula, speriamo presto, per l’approvazione della legge contro l’omotransfobia.”

I lavori, se la cara e vecchia Lega continua a comportarsi come sta facendo, potrebbero andare avanti anche per tutto il 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *