E se il matrimonio egualitario, coincidesse con un matrimonio Reale in casa Windsor?

Mancano poco meno di 2 settimane al Royal Wedding tra Harry e Meghan e il Regno Unito si sta preparando per l’evento dell’anno, ma anche la società britannica pare stia cambiando, e in senso buono.

La domanda che alcuni ricercatori inglesi hanno posto ai cittadini di sua Maestà Elisabetta II è stata: e se il Royal Wedding fosse anche un matrimonio egualitario?

matrimonio egualitario - ilpuntoHUn sondaggio pubblicato il 20 aprile dal King’s College (Londra) ha rivelato che su un campione di 1,671 cittadini inglesi  oltre due terzi supporterebbe il matrimonio di un membro della famiglia reale con una persona del suo stesso genere, ed oltre l’80% supporterebbe un matrimonio misto.

Roger Mortimore, che è un professore del King’s College, ha rivelato che il team non si aspettava di ottenere risultati così positivi, che rappresentano un enorme miglioramento rispetto a quelli degli anni novanta, o ancora di più di quelli degli anni settanta, i quali vedevano  rispettivamente il supporto solo di meno del 50%  e di solo una persona su sei, dimostrando la velocità con cui l’opinione pubblica inglese stia cambiando idea circa la tematica.

“E la tradizione – a quanto pare – va sì rispettata!”

Il sondaggio però a portato ha galla un’altra questione interessante, ovvero che la maggior parte della popolazione inglese ritiene che la famiglia reale non soltanto debba seguire uno standard più severo rispetto a quello di una normale famiglia, infatti esiste un 10% della popolazione che supporterebbe un proprio famigliare o uno sconosciuto se decidesse di sposare una persona del suo stesso genere, ma non farebbe altrimenti se si trattasse di un membro della famiglia reale per questioni di lignaggio.

Ora è pur vero che l’opinione pubblica sta velocemente cambiando a favore dell’LGBT+ dopo decenni di lotte e proteste, ma a quanto pare se fai parte di una dinastia storica e hai una tradizione da portare avanti la cosa potrebbe far storcere il naso.

Magari, presto, neanche più la tradizione dovrà essere rispettata e i diritti saranno uguali, davvero, per tutti.

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *