ariana grande - no tears left to cry - ilPuntoH

“No Tears Left To Cry” – Ariana Grande – un tributo anche alle vittime di Manchester

NO tears left to cry - ariana grande - ilpuntoHAriana Grande ha deciso di dare ai Gay quello che realmente vogliono: musica pura, ritmo, testi da cantare e canzoni che ti entrano dentro… da subito!

Ma ha fatto di più in questa cazone pop dai ritmi sincopati e che in alcuni tratti portano alla mente atmosfere da rythm-and-blues, nel video di “No Tears Left to Cry” ha incluso un toccante tributo alle vittime dell’attacco terroristico che coinvolse il suo concerto di Manchester lo scorso maggio.

La cantante statunitense ha presentato il suo nuovo singolo “No Tears Left to Cry” proprio oggi 20 Aprile 2018, 11 mesi dopo l’attentato alla Manchester Arena, che ha causato 22 vittime, e credetemi: gli ascolti su Spotify hanno già raggiunto cifre da capogiro, così come le visualizzazioni del suo video ufficiale, e se notate, in chiusura del video c’è un’ape – il simbolo della città di Manchester – che vola via.

Con la lirica, tra cui “Non ho più lacrime da piangere / Quindi lo prendo, lo prendo / sto amando, sto vivendo, lo sto raccogliendo”, il traccia i canali dello stesso spirito elastico che Grande ha esibito quando ha tenuto il concerto One Love appena due settimane dopo la tragedia per aiutare a raccogliere fondi per le famiglie delle vittime. Nelle parole della sua canzone “Ain’t got no tears left to cry / So I’m pickin’ it up, pickin’ it up / I’m lovin’, I’m livin’, I’m pickin’ it up,” Ariana mette a nudo il suo spirito forte, grintoso, da guerriera che non si arrende e che guarda avanti senza però dimenticare il passato, anzi, rendendogli omaggio, proprio come ha fatto con il suo concerto One Love a Manchester poco dopo l’attentato.

No Tears Left to Cry” è la prima traccia musicale estratta dal suo nuovo album, il quarto in studio di Ariana Grande, che segue Dangerous Woman uscito nel 2016.

Ariana, ora ti riaspettiamo in Italia!

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *