Once Upon A Star : Coolio

coolio2Verso la metà degli anni novanta l’hip-hop a piccoli passi oltrepassava i confini americani ed otteneva consensi anche in Europa.
Un genere per me all’epoca difficile da digerire accostato a tizi muscolosi con mille tatuaggi, video violenti e testi arrabbiati.
Per un fan delle Spice Girls immaginatevi che tragedia!
Con gli anni poi l’hip-hop ha subito cambiamenti diventando anche un genere divertente e scanzonato.
In Italia, addirittura è diventato un genere forte grazie ai nuovi rappers come Clementino e Fedez e pensandoci oggi come oggi anche Cristina D’Avena potrebbe incidere un disco rap.
Ritornando ai veri rappers, quelli di una volta cattivi e incazzati, questa settimana ci siamo chiesti : “ma dov’è finito Coolio?”

Artis Leon Ivey Jr. conosciuto meglio come Coolio, nasce il primo agosto del 1963 in California.
Nel 1987 incide i primi singoli e fa free style tra i vicoli del suo quartiere aspettando il suo momento fortunato.
Nel 1994 firma un contratto discografico e lancia il suo primo disco It Takes A Thief che ottiene un discreto successo.
L’anno successivo incide Gangasta’s Paradise e diventa un artista importante in tutto il mondo.
La canzone, colonna sonora portante del film Dangerous Mind con Michelle Pfeiffer, vince un Grammy e vende milioni di copie.

Nel 1997 il disco My Soul non ottiene il successo sperato e la Tommy Boy Records licenzia il cantante.
Successivamente Coolio continua a pubblicare dischi da artista indipendente ma nessuno di questi vende una copia.
Per fare soldi nel 2009 partecipa al Celebrity Big Brother in UK dove svela di aver avuto sei figli da sei donne diverse.
Di recente è diventato cuoco, conduce una web serie intitolata Cookin’ With Coolio ed ha scritto un libro di cucina.

Minchia proprio un cattivone vecchio stile eh?!

coolio3

  • fa anche un cameo in una puntata di "Streghe"...mi pare 4a serie...quando Phoebe deve sposare Cole

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *