/UNA NUOVA INDAGINE RIVELA CHE PIÚ DI UN QUARTO DELLA POPOLAZIONE GAY MASCHILE IN UK NON RIESCE AD ACCEDERE AL PrEP
PrEp

UNA NUOVA INDAGINE RIVELA CHE PIÚ DI UN QUARTO DELLA POPOLAZIONE GAY MASCHILE IN UK NON RIESCE AD ACCEDERE AL PrEP

Una nuova indagine ha rilevato che circa un quarto degli uomini gay nel Regno Unito non è in grado di accedere al PrEP.

Lo studio, realizzato dal Public Health England, ha rilevato che chi vive fuori Londra ha meno possibilità di accedere alla cura rispetto a chi vive nella capitale.

Al momento è in corso un processo di ricerca da parte del dipartimento pubblico della salute – limitato a 10.000 partecipanti – per vedere se dover e poter rendere disponibile il trattamento a livello nazionale.

Matthew Hodson dell’organizzazione per la sensibilizzazione sull’HIV National Aids Manual (NAM), ha detto a Gay Star News:

“Le difficoltà che alcuni hanno incontrato nel procurarsi il PrEP dimostrano che il processo Impact in Inghilterra è solo un cerotto – inadeguato al vero bisogno. […] Sappiamo che il PrEP è molto efficace nel prevenire l’HIV e che ora dovremmo spostarci il più rapidamente possibile verso l’implementazione completa per chiunque ne abbia bisogno. Questo potrebbe essere fatto in parallelo al processo di ricerca che stanno portando avanti.”

E inoltre aggiunge:

“Già sentiamo storie di persone che non hanno più avuto possibilità di accedere al trattamento e hanno contratto l’HIV […] Questa è una vita di trattamento che avrebbe potuto essere evitata dall’accesso al PrEP per quelle persone a rischio. […] È frustrante avere gli strumenti di cui abbiamo bisogno per prevenire le infezioni da HIV, ma non renderli disponibili a tutti. […] Quello che abbiamo osservato in altri paesi in cui è disponibile la cura PrEP è che sono coloro che sono gli emarginati dalla società ad essere i meno capaci di accedervi, e spesso sono gli stessi gruppi che hanno alcuni dei più alti tassi di HIV: persone di colore con mezzi economici molto limitati, gay e bisessuali, donne trans, migranti analfabeti”.

Marc Thompson dell’istituzione benefica educativa PrEPster ha aggiunto: 

“Non sorprende che l’accesso al PrEP sia così geograficamente ineguale. […] Abbiamo bisogno di attività di promozione della salute più mirate e maggiore sostegno in parti del paese in cui è più difficile accedere al PrEP”.

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.