/Recensioni2.H: Forse li conosci

Recensioni2.H: Forse li conosci

Recentemente ho letto un articolo che parlava di quanto gli omosessuali siano soli e che la stragrande maggioranza soffra anche di depressione, causata maggiormente da app di incontri che forniscono il sesso veloce senza un lascito e non possiamo dargli torto, in fondo è difficile per la comunità LGBTQI riuscire ad approcciare un potenziale partner se non ghettizzandosi (è una parola brutta però…) in luoghi adibiti, come le discoteche o i circoli e in verità è di questa solitudine che vogliamo parlare grazie ad una nuova recensione calda calda per voi

Tirare fuori i popcorn Dolcezze!popcorn


Forse li conosci

Pellicola del 2016 dal titolo originale People You May Know è una commedia americana diretta da J.C. Falcón e che conta una cast decisamente concentrato di 16 figuranti che ruotano attorno ai 4 protagonisti. Film ben accolto dalla critica e che gli ha portato il premio del pubblico come miglior film e premio della giuria come miglior regista e miglior attore al Philadelphia International Gay & Lesbian Film Festival.

Tornando al titolo la frase “People You May Know” deriva da Facebook, in italiano “Persone che potresti conoscere” mettendo in chiaro, una volta visti i primi minuti del film che le conoscenze su Internet (Grindr, Facebook o Skype che siano) e lo stesso Internet in generale è un po’ il filo conduttore di tutta la storia.

La Storia

Joe. Delia. Herbert. Rodrigo. Son un quartetto di amici con un passato piuttosto intrecciato: Joe ex fidanzato di Delia (quindi ex etero) è un dongiovanni sempre a caccia della prossima presa su Grindr, ma che ne frattempo ha una storia segreta di sesso con un ragazzo conosciuto su Facebook; Herbert, miglior amico di Delia, è un ragazzo più modesto nei modi e (indiscrezione del caso) segretamente innamorato di Joe; Delia (come detto sopra ex di Joe) è la moglie di Rodrigo con il quale non riesce ad aver un figlio a causa della sterilità di lui e che si trova in Europa per lavoro. (Ci siamo?)forse-li-conosci-03Una sera i tre (Joe, Delia e Herbert) si ritrovano per una cena e tra un bicchiere di vino, un po’ di musica e qualche tirata di cocaina (credo) Joe e Delia finiscono a letto assieme senza curarsi di Herbert che scopre tutto la mattina successiva. Delia rimane incinta di Joe che nel frattempo cerca di dimenticare il tipo di facebook scopandosi tutta la West coast, Herbert rimanre a far zavorra in attesa del principe azzurro e Rodrigo è all’oscuro di tutto.

Come mai potrà andare a finire?


Nel film vengono affrontati diversi temi e come detto sopra (ma sopra sopra) la solitudine è una di questi, la pellicola ha un costante intercalare di momenti in cui ogni personaggio viene ripreso nell’intimo dei suoi pensieri quasi a correlare azione/reazione ad ogni singolo sgambetto che gli pone la vita, anche nelle scene di coppia ricche di dialoghi gli attori hanno l’inquadratura tutta per loro saltellando come a creare un dialogo più tra lo spettatore e l’attore del momento.

Le nuove tecnologie di comunicazione lega e aumenta il fattore della solitudine e vediamo i personaggi interagire anche tra di loro tramite cellulari o computer, cercare nuovi incontri o mandare scuse dall’altra parte dell’oceano, fino ad una svolta che cambio lo stile della pellicola, sopratutto a livello cromatico.BannerGrande_0002_People-You-May-KnowL’omosessualità non è un punto fondamentale della trama se non legato al fattore della tecnologia e dei catfish anche se in verità sembra quasi voler mettere in risalto come i gay vivano esclusivamente di questi espedienti; chat, scopate veloci, sexting sembrano una cosa all’ordine del giorno come un vizio dal quale non possiamo uscire.

Film dai colori delicati e ma dalle tematiche forti che intrattiene con scene di sesso nella penombra e caldi momenti di intima amicizia sotto il sole primaverile, una pellicola che racconta la vita senza nascondere anche i lati più tetri.