Recensioni2.H: Those People

Non so voi, ma sembra passata una vita da sabato scorso e tra Natale (auguri a tutti! <3) e pranzi fatti di avanzi siam giunti all’ultima recensione dell’anno prima di sparare i botti e ricominciare tutto da capo; magari fidanzandoci finalmente e non uscire più con soggetti che al 2°(secondo) appuntamento ti baciano e dopo una settimana se ne escono con “Guarda son troppo impegnato con il lavoro da concederti anche 5 minuti”…che pasticcio Danywolfyh!

Ma andiamo avanti e guardiamoci questo nuovo titolo offerto da Netflix

Those People

5624-02-thosepeopleFilm del 2015 diretto da Joey Kuhn e prodotto negli Stati Uniti, vinse  the film “Audience Award for Outstanding Feature Film” nel 2017 al NewFest: New York Lesbian, Gay, Bisexual, & Transgender Film Festival e fu nominato nel 2017 al 28° GLAAD Media Awards (Festival che premia le migliori rappresentazioni della comunità LGBT). In parte autobiografico, il filone centrale tra Charlie e Sebastian ha origine dall’amore che Juhn provava per un suo compagno del college, mentre il passato di Sebastian si ispira al caso del figlio di Bernie Madoff, che due anni dopo l’incarcerazione del padre si suicidò.

La Storia

5624-03-thosepeopleCharlie è un giovane pittore di 26 anni che vive a New York, timido, gentile e perennemente single è il miglior amico di Sebastian, futuro ereditiere di un banchiere corrotto con i paparazzi alle calcagna; tra i due c’è una profonda amicizia, una platonica tensione che li tiene uniti, ma che non gli fa fare il grande salto. Una sera Charlie incontra il pianista Tim Malek, bello, talentuoso e dal passato duro; subito tra i due scatta la scintilla che si infiamma trascinandoli in una passionale storia d’amore.

Cosa né sarà di Sebastian e del loro sentimento nascosto per 15 anni?


In apparenza sembra una bella commedia all’americana che ci viene proposta in mille chiavi e finalmente anche in quella gay, ma no, non questa volta, la triade Lui, Lui e l altro stavolta non è una bella commedia dai colori pastello e Julia Roberts che da buoni consigli cucinando i pancake della domenica; ci troviamo davanti ad una visione più grezza della realtà dove l’elemento LGBT non è pilastro portante della storia, ma quasi un caso.5624-05-thosepeopleFinalmente (e mi si passi il temine) non abbiamo più una storia sul coming out, l’accettazione o lo scoprirsi omosessuali; qui siamo messi a confrontarci con delle persone che stanno crescendo, dei ragazzi che stanno superando l’adolescenza e che ormai son uomini.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *