rio 2016

Rio 2016 : una Rio de Janeiro gay come non la conoscete!

 Guida pratica alla movida di Rio de Janeiro gay

Per un patito di serie tv come me i crossover, quando fatti bene, sono sempre qualcosa di emozionante e di interessante. Per questo motivo ho pensato di realizzarne uno tutto mio, facendo incursione nelle rubriche di #DeLarge e in quella di #Gay&Go per trasportarvi tutti a Copacabana… oh yeah!
Ho considerato di riportare questa guida, pensando ai nostri connazionali in Brasile. Potrebbe essere sempre utile, non si può mai sapere; magari qualche italiano che è volato a Rio in questi giorni (o ci sta facendo un pensiero), non sa dove andare per fare “amicizia” con qualche bel giovanotto brasiliano e allora ecco… basta scorrere questo articolo e troverà qualche (spero) utile informazione.
Ah…naturalmente la guida è rivolta anche alla controparte femminile.

La prima cosa a cui bisogna pensare quando si va in vacanza è l’alloggio: dove pernottare a Riu de Janeiru? Di scelta ne avete a iosa; io vi riporto i maggiori hotel lgbt e lgbt-friendly:

A Ipanema:

  • Ceasar Park, 5 stelle, si trova in Av. Vieira Souto 460;Foto
  • Golden Tulip Ipanema Plaza, 4 stelle, situato in R. Farme
    de Amoedo, 34;
  • Best Western Plus Sol Ipanema, 4 stelle, in Av. Vieira Souto, 320;
  • Mar Ipanema, 3 stelle sito in R. Visconde de Pirajá, 539.

A Copacabana:

  • Pestana Rio Atlántica, 5 stelle, in Avenida Atlántica, 2964;
  • South American, 4 stelle, in Rua Francisco Sá, 90;
  • Rio Othon Palace, 5 stelle, che si trova in Av. Atlântica, 3264;
  • Windsor Martinique Hotel, 3 stelle, situato in Rua Sá Ferreira, 30.

Inoltre per coloro che cercano soluzioni più economiche, potranno considerare:

  • Hostel Beach Backpackers sito in Rua Guilhermina Guinle 95 a Botafogo;
  • Arpoador Bed & Breakfast a Ipanema, R. Bulhoes Carvalho 49.
2) Una volta gettate le valige in camera, la seconda cosa che dovete sapere è che il litorale di Copacabana è per i gay e le lesbiche ciò che il miele è per gli orsi… e quelli son dappertutto, anche a Rio. Perciò mettetevi il costume, armatevi di crema solare e occhiali da sole e correte ad abbronzarvi in questo territorio di caccia lungo 6km…
Vi segnalo però che secondo il sito riogayguide.com, esistono anche spiagge esclusivamente frequentate dalla comunità lgbt. Ce ne sono 4:
  • FotoPraia da Farme (a Ipanema), forse la più famosa;
  • Praia da Bolsa (a Copacabana);
  • Praia de Abricó (a Barra de Guaratiba);
  • Praia da Reserva (a Recreio dos Bandeirantes), che non è nudista ma non è insolito vedere donne in topless.

Di queste solo Praia de Abricó non è propriamente gaya e infatti, sempre secondo il sito, si possono incontrare sia famiglie che bonazzi in cerca di avventure.
Allarme rosso: ragazzi fate i buoni sulla spiaggia però, mi raccomando. In Brasile, come ovunque, è severamente vietato fare sesso all’aperto e se qualche baldo giovane vi dovesse invitare in qualche cruising area… beh desistete perché sono conosciute dai poliziotti (e magari pure frequentate).

3) Ovviamente dopo essere stati tutto il giorno sdraiati sotto il sole, riducendovi a delle salsicce alla griglia, come recentemente il nostro amico @halfblood ha sperimentato sulla propria pelle, avrete bisogno di reidratarvi. E naturalmente anche Rio ha la sua gaystreet: Farme de Amoedo, che collega il centro di Ipanema con la Praia da Farme. Se i locali presenti lungo la via non dovessero bastarvi, ecco qualche altro nome:

  • Galeria Café, anche questo a Ipanema;
  • Le Boy Bar, a Copacabana, aperFototo tutti i lunedì come bar mentre gli altri gg si trasforma in una discoteca;
  • La Girl: un locale chic per lesbiche. Se sei uomo, non ti fanno entrare proprio! Si trova a Copacabana.
  • A Casa da Lua: altro locale per lesbiche sito a Ipanema;
  • La Cueva: il nonno di tutti i locali lgbt di Copacabana, frequentato in particolare dai più anzianotti;
  • Turma Ok è la prima associazione lgbt di Rio e spesso organizza delle serate che sono principalmente rivolte alle famiglie più legate alla trazione gay carioca.4) Se dopo l’aperitivo non aveste ancora trovato un’adeguata compagnia, potreste sempre rimediare facendo due salti in disco. E le opzioni che vi vengono offerte sono due: o scegliete una qualsiasi tra le tante feste che la spiaggia di Copacabana ha da offrirvi, oppure potreste chiudervi in una di queste discoteche:
  • Le Boy: la più grande discoteca gay di Rio. Dedicata specialmente al pubblico maschile, questa discoteca si trova in un ex cinema e comprende due piste da palle e la sauna. Questa disco è aperta tutti i giorni dell’anno fino all’alba, eccetto i lunedì quando rimane aperto solo il bar (Le Boy Bar)
  • Espaço Acústica: questo locale lgbt-friendly si trova in centro città e sebbene sia frequentato maggiormente da una clientela etero, i suoi proprietari garantiscono anche feste speciali a tema rainbow;
  • Star club: per gli amanti delle dark room consigliamo questa location. Situata in Rua André Cavalcante 58 a Lipa, è l’ideale per coloro cui piace assistere agli show delle drag queen e a cimentarsi con il karaoke…naturalmente con canzoni gaye;
  • The Week Rio: vedendo QaF avete sempre desiderato andare al Babylon? Ebbene i sogni diventano realtà perché in questa che è forse la più grande tra le venues gaye di Rio de Janeiro, ogni sabato si da vita alle serate Babylon Wallpaper. Si trova in Rua Sacadura Cabral, 135 – Saúde vicino alla stazione Central do Brasil.
5) FotoUn’ottima alternativa alle spiagge e alle disco sono le spa. La Cidade Maravilhosa vi offre un’infinità di saune e di spa naturalmente targate lgbt. Ma non basta: l’entrata è libera! Ciò significa che non avete bisogno di essere soci e inoltre sarà il personale ad offrirvi gli asciugamani e tutto il necessario. E non sono terme qualsiasi: piscina, sauna, bagno turco, sala tv, massaggi, bar, musica, spettacoli e per i più trasgressivi anche dark rooms e privé.
Le maggiori di queste saune e spa sono le seguenti.
  • Spazio 18Rua Santo Amaro, 18 a Catete;
  • Sauna 117Cândido Mendes, 117, a Gloria.

Ad Ipanema:

  • Studio 64Rua Redentor 64;
  • Rio G SpaRua Teixeira de Melo, 16.

A Copacabana:

  • Le Boy FitnessRaul Pompela 102;
  • Point 202Siqueira Campos, 202.


Credo di avervi dato molte motivazioni per godere appieno dell’ospitalità 
carioca di questa favolosa città e per potervi divertire in tutte le sue sfumature rainbow. Ma se non fossero abbastanza, eccovi i link delle mie fonti:
http://www.riogayguide.com/gay_maps.htm
http://www.viajeabrasil.com/rio-de-janeiro/la-guia-gay-de-rio-de-janeiro.php

Una precisazione è d’obbligo: essendo informazioni recepite da siti turistici, non sono frutto di esperienza personale e garantita; pertanto vi consiglio di consultare le recensioni di altri viaggiatori prima di imbarcarvi in questa avventura (specialmente per quanto riguarda le spa).

Non mi resta perciò che augurarvi buon viaggio, buona permanenza e buon divertimento.

Per ora è tutto.
A presto, Hermés.
halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *