Sognatore ad occhi aperti

Ho fatto un sogno, uno di quelli che fai ad occhi aperti. Basta un niente perché la mia fantasia si metta in moto ed ecco che qualche semplice, scherzosa ma poetica parola scambiata su twitter con il mio vicino di casa Alex, mi da il “la” per fantasticare.
Ho sognato volando a mezz’aria che tutto il mondo era in guerra, una guerra intensa, a tratti crudele.
Penne, computer, macchine da scrivere, matite e fogli di carta erano le armi..una sola era la munizione universale che veniva usata: LA CULTURA!
Nessun morto nelle estenuanti battaglie alla cattiveria umana che in fondo si sà, nasce a causa dell’ignoranza, ma solo tanti sconfitti che o tornavano sulla retta via o si esiliavano dal mondo lasciandosi morire perché quello che li avaeva portati alla sconfitta era stata la loro ignoranza e non l’inferiorità numerica delle loro truppe o i pochi fondi monetari a disposizione.
Gli eserciti si formavano a scuola, tra storia, letteratura, lingue straniere ed educazione civica, chi più cultura aveva meglio poteva aiutare nel combattere il male…
Poi sono arrivato alla mia fermata di metro e ho preso coscienza del fatto che dovevo correre per la coincidenza.
Ahimé era solo un sogno, l’ennesima utopia che creo…ma almeno non ho perso il treno!

0 thoughts on “Sognatore ad occhi aperti

  1. dall’ignoranza nasce la cattiveria…ma nella cultura si impara ad usarla forse….cmq sei troppo forte!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *