SpheegDate – Il nostalgico col calzino

Oggi è il turno del nostro lettore MattiaK e del suo SpheegDate!

Lo dico da anni. Io ho avuto il vero e unico appuntamento di merda della storia degli “appuntamenti di merda”.

Milano, Settembre 2016.

Dopo mille chattate, foto, messaggi su wa ecc., riusciamo a fissare un appuntamento per vederci.
Sulla carta tutto bene, sembrava perfetto.

Ci vediamo per aperitivo, con una grande propensione a farlo diventare cena e post da lui.

Iniziamo a parlare della nostra vita, il lavoro, passatempi e le solite cose che si dicono al primo appuntamento.

Ammetto che è stata colpa mia per aver dato il “la”, ma ignoravo assolutamente quello che sarebbe potuto accadere.
Dico semplicemente che mi ero trasferito da pochi mesi, da Bologna dopo una lunga relazione, non tanto per parlare di quella storia, ma perché venivo da un’altra città.

Lui coglie la palla al balzo: inizia per 2 ore e 42 minuti cronometrati, a parlare della sua storia, finita da “APPENA” 10 mesi dopo tre anni insieme di cui uno di convivenza.

Cerco ad ogni modo di cambiare discorso, tipo “fai sport?” – “con lui facevo nuoto…” oppure “che pizza prendi?” – “prendo questa, anche se mi ricorda una serata passata con lui…” (porc…)

Finita la cena, con poca voglia di continuare a stare in sua presenza ma con ancora tanta voglia di fare altro, mando giù il rospo e, facendo finta di nulla, archivio tutta la conversazione puntando a quello che sarebbe dovuto essere, secondo le premesse, un grandissimo dopocena.

Andiamo da lui e iniziamo a limonare senza troppi convenevoli.

Senza ombra di dubbio c’era chimica fin quando non metto una mano dentro le sue mutande.

Rimango pietrificato, sgrano gli occhi e blocco completamente la lingua che diventa un cadavere nella sua bocca.

Il tutto dura pochi secondi
In quel momento vedo che anche lui sgrana gli occhi capendo di aver dimenticato qualcosa dentro alla biancheria.

Le mie dita non toccano quello che sarebbe dovuto essere un estintore, ma bensì una calza di spugna arrotolata su se stessa.

Morto dentro, la sfilo, vedendo un fortissimo imbarazzo sul suo volto.

Nessuno dei due parla o emette un solo verso, mi rivesto e vado a casa.
La sera stessa mi blocca da tutti i social network.

Mandateci i vostri Spheegdate a tracio@ilpuntoh.com

Gif Media Tenor. Trash Italiano GigiGx

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *