Tag: nostalgia

Sesso sotto il vischio: compagnia a Natale

Natale 2016.
Si sa, le feste invernali portano un po’ di nostalgia. Tiriamo le somme, facciamo il ripasso dell’anno appena trascorso, e passiamo le esperienze al setaccio promettendoci di trattenere solo quelle positive.

Soprattutto, quantifichiamo.
Quanto sono stato soddisfatto?
Quanto deluso?
Quante persone ho incontrato? Quante ne ho perse per strada?

Quanto sesso ho fatto? O, meglio, quanto sesso non ho fatto?

16995_01Una ricerca condotta nel #duemilasedici ha stabilito che in media un essere umano adulto fa sesso centocinquantacinque volte in un anno. Ebbene, se questo fosse vero, l’anno scorso non è stato decisamente il mio anno migliore. Sesso ne ho fatto, e pure parecchio, ma di sicuro non ogni due giorni scanditi da un orologio svizzero. Ne ho fatto un po’, comunque mai abbastanza.

Ho letto di questa ricerca poco prima di Natale, e ridendo tra me e me mi sono detto: bè, considerato come è andato l’anno fino a questo momento, gli ultimi giorni di dicembre è chiaro che mi consumerò.

Perché a Natale, a Capodanno, diciamolo, non ci piace per niente stare da soli.
Possiamo ben star lì a dire che la famiglia va bene, che il Natale è con i tuoi, e tutte queste belle balle edulcorate, ma la realtà dei fatti è che le ultime due settimane dell’anno sono il periodo più romantico da condividere con qualcuno.

Le coppiette che si tengono per mano, le cioccolate che scaldano cuori e mani, i regali infiocchettati, tutti quei convenevoli. Mia cugina che fa un regalo collettivo a tutti i cugini, specificando nel biglietto che l’invito è rivolto a tutti più rispettivi partner e me. Elegante dito nella piaga.

b65e4cc5aaf179f185be1200f8a91c7dE’ impressionante il numero di persone che sono verdi su Grindr in questo periodo.
Alla ricerca di qualcosa, o di qualcuno, per scaldare un po’ la melensa atmosfera da zabaione e lucine.

Sì, perché alla fine, che sia per noia, ubriachezza molesta o (solo) solitudine, ci vai online.
In chat.
A fare quattro chiacchiere.
Perché a Natale si ha voglia di fare sesso. Punto. Si vogliono le coccole. Si cerca compagnia.

Ma, con chi?
Ecco le categorie di persone con cui potrebbe capitarti di fare sesso durante queste festività natalizie:

  • lo sconosciuto, annoiato come te: vi incontrate in chat perché siete stanchi di sentire Zio Giuseppe raccontare sempre la stessa storia, quella di ogni natale, quella di quando è ubriaco. Che fai? Ancora a tavola, tu? Finito ora, un caffè? E quindi ci esci, per prendere una boccata d’aria. Ed è un vero cesso a sonagli, probabilmente nemmeno lui è molto attratto da te. Non sai perché ci sei uscito, ma finisci la serata in macchina con lui.
    E va bene così, perché innamorarsi a Natale è un vero schifo.
  • il conosciuto, solo come te: è il tuo ex, o un ex uscente/frequentante/amico di letto e si rifà vivo perché a fine anno è ancora terribilmente solo, dopo essersi fatto scappare dalle mani uno come te. La sua è nostalgia, solitudine, ma non è per voi che prova qualcosa, solo per se stesso. Pensa di andare a colpo sicuro, e se vi becca nel momento più malinconico del cenone, cala che fa pure centro. Ci ri-finisci a letto, riaprendo una parentesi che volevi aver chiuso, ma giustificandoti con la scusa che rimarrà nel duemilasedici. Dal duemiladiciassette si cambia registro.
  • l’amore: è il tuo partner, è se le cose sono andate davvero bene fino a quel momento, probabilmente il Natale lo starete passando insieme, uno a casa dell’altro. Con la zia cicciona che ti passa la mostarda e il nonno che chiede Quando tagliamo il panettone? Bevete vino, mangiate tanto – lui è di giù, perché uno dei due è sempre di giù, o ha cugini di settimo grado che sono di giù e allora il Natale si fa comunque come lo fanno giù – e terminate la serata a letto, tra coccole e toccatine, che vi procurano due mezzi alzabandiera.
    Ma probabilmente sarete entrambi troppo stanchi e satolli per fare sesso.
    E va bene così.

maxresdefaultE tu, hai fatto sesso a Natale?
Io, in tutta onestà, no.
Ma per evitare di passare il Natale con sconosciuti o ex, mi sono rifugiato a casa dei miei, con tutto il parentado che sì, non è il massimo della vita, ma alla fine regge la candela. Senza chat. Fino alla fine delle feste.
Per non cadere dentro i soliti stupidi errori che comunque non riusciamo a evitare.

Perché dal #duemiladiciassette, si cambia registro.

Once Upon A Star: Il Cast De I Goonies – Seconda Parte

Cari seguaci bentornati ad un nuovo appuntamento con I Goonies.
Lo so che non avete dormito, mangiato e studiato nell’attesa……. no? Almeno fate finta diamine.
Piuttosto, per quelli che non hanno mai visto il film, avete recuperato?
Io dovrei rivederlo che ormai sono passati secoli dall’ultima volta…..quanto so vecchio.
Vi anticipo che dopo questo secondo episodio, dovrete aspettare il terzo e definitivo.
Ce la farete a resistere? Let’s go!!!

josh1 

Josh Brolin è nato a Los Angeles il 12 febbraio del 1968.
Figlio dell’attore James Brolin debutta sul grande schermo proprio nel film I Goonies.
Nel 1989 fino al 1992 recita nella serie televisiva I Ragazzi Della Prateria e nel film televisivo Prigione Per Minori.
Negli anni 90 recita in molti altri film come Amori e Disastri, Mimic e Gli Infiltrati.
Nel 2008 recita nel film gay Milk dove viene nominato agli Oscar come miglior attore non protagonista.
Di recente ha recitato per i film Everest e Ave, Cesare!.
E’ stato sposato dal 1988 fino al 1994 con Alice Adair e assieme hanno avuto tre figli. Nel 2004 si è risposato con Diana Lane.
E’ stato arrestato nel 2004 per violenza coniugale (dichiarato poi non colpevole) e nel 2008 per rissa in un bar.
Attualmente la sua matrigna è Barbara Straisand che ha sposato suo padre.

 

Martha Plimpton è nata a New York il 16 novembre del 1970.
Figlia d’arte (genitori e nonni tutti attori famosi) muove i primi passi nel mondo dello spettacolo come modella per Calvin Klein.
Dopo aver recitato in due film Il Volto Dei Potenti nel 1981 e The River Rat nel 1984, raggiunge il successo proprio ne I Goonies.
La sua carriera va a gonfie vele recitando in televisione e al cinema fino ad oggi.
Ha recitato, tra i tanti, per: Parenti, Amici e Tanti Guai, Una Strana Coppia Di Svitati, Grey’s Anatomy, Fringe e The Good Wife.
Oltre allo schermo, ha recitato in una serie di musical come Shining City e Top Girls.
Ha ricevuto nel corso della sua carriera molteplici nomination ai Tony Award, Emmy Award e Obie Award.

 

Corey Feldman è nato a Los Angeles il 16 luglio del 1971.
Inizia a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo dall’età di tre anni per gli spot televisivi di McDonald’s e molti altri.
Recita anche in molte serie televisive come Mork & Mindy, Loveboat e La Famiglia Bradford.
Prima e dopo I Goones è stato uno degli attori più in pagati e ricercati nel campo del cinema. Ha avuto molti ruoli nel corso degli anni novanta recitando per Venerdì 13 Parte IV, Ragazzi Perduti, Palle In Canna, Un Gioco Pericoloso e tanti altri.
Oltre alla recitazione nel 1992 pubblica il suo primo disco Love Left, seguito poi da altri album: Still Searching For A Soul, Former Child Actor e i recenti Technology Analogy e Angelic 2 The Core.
Nel 2005 viene chiamato a testimoniare contro Micheal Jackson per le accuse di pedofilia. I due all’epoca erano molto amici.
E’ stato sposato con Vanessa Marcil dal 1989 al 1993 ed ha avuto un figlio dalla seconda moglie Susie Sprague.

To be continued…. Pazienza ragazzi su!

Once Upon A Star: Il Cast De I Goonies – Prima Parte

goonies1Credo e spero che almeno una volta nella vita tutti avranno visto il film STRAMEGACULT SPETTACOLARISSIMO FANTASMAGORICO de i Goonies. E se non l’avete ancora fatto correte subito ai ripari.
I Goonies è un film d’avventura del 1985 scritto da Steven Spielberg e diretto da Richard Donner ambientato ad Astoria che vede un gruppo di amici sfigatelli alla ricerca del tesoro del pirata Willy l’Orbo.
Durante la ricerca i ragazzi vengono ostacolati da mille trappole e da un gruppo di malviventi anche loro sulle tracce dello stesso tesoro.
..E mi fermo qua per non rovinarvi la sorpresa se non l’avete ancora visto. Piuttosto che fine hanno fatto gli attori del cast?

sean1 sean2

Sean Astin è nato a Santa Monica il 25 febbraio del 1971.
Figlio dell’attrice Patty Duke, recita per la prima volta nel film televisivo Please Don’t Hit Me, Mom, uscito nel 1981.
Nel 1985 ottiene il suo primo ruolo di spicco proprio ne I Goonies.
Ha recitato poi per molti altri film ricoprendo ruoli minori per Tale Padre Tale Figlio, La Guerra Dei Roses e Toy Soldier.
Nel 2001 ritorna recita per la trilogia de Il Signore Degli Anelli come amico fidato di Frodo.
Oltre alla recitazione, dove continua ancora oggi, ha lavorato come doppiatore e regista.
Dal 1992 è sposato con la produttrice Christine Louise Harrell ed assieme hanno tre figli.

 

Jonathan Ke Quan è nato in Vietnam il 20 agosto del 1971.
Esiliato negli Stati Uniti con la sua famiglia a 12 anni recita al fianco di Harrison Ford nel film Indiana Jones e Il Tempio Maledetto.
Diventa il primo attore bambino asiatico ad avere successo come attore.
Dopo i Goonies, suo secondo film importante, recita per Segni Particolari: Genio, I Racconti Della Cripta e Il Mio Amico Scongelato.
In California si laurea alla scuola di cinema ed ha lavorato come coreografo per gli stuntman per i film X-Men e The One.
Attualmente lavora sempre nel campo cinematografico preferendo il dietro le quinte.

jeff-cohen1 jeff-cohen2

Jeff Cohen è nato il 25 giugno del 1974 a Los Angeles.
Nel 1983 recita per ruoli minori nella serie Un Salto Nel Buio e nella serie Webster.
Debutta poi sul grande schermo proprio ne I Goonies che resta il suo ruolo più importante.
A causa del suo dimagrimento non riesce ad ottenere altri ruoli e abbandona la carriera cinematografica nel 1991.
Si è laureato in legge ed è diventato avvocato specializzato in diritto dello spettacolo.

kerri-green-1 kerri2

Kerri Green è nata nel New Jersey nel 1967.
Debutta come attrice nei Goonies e recita successivamente per altri film come Summer Rental e Lucas.
Nel 193 recita per Blue Flame e lascia il mondo dello spettacolo per continuare gli studi.
Successivamente si sposa e fonda una casa di produzione cinematografica indipendente.
Nel 1999 esce il suo primo ed unico al momento film intitolato Bellyfruit.

To be continued…..

Once Upon A Star: East 17

east2Nel 1991 cinque ragazzi saltellanti e pieni di energia debuttavano in Inghilterra col nome Take That conquistando successivamente il mondo della musica pop.
Ancora attivi, i Take That hanno aperto le porte a tanti gruppi simili che nel bene o nel male hanno goduto di un discreto successo, breve o di periodo più lungo.
I primi rivali di Gary e company, secondo la stampa dell’epoca, sono stati gli East-17. E qui ci vorrebbe una bella pernacchia rumorosa.
Percorriamo la carriera del gruppo per capire che fine hanno fatto!

Gli East 17 nascono nel 1992 grazie a Tony Mortimer, musicista e compositore che spinto dalla London Records forma il gruppo con l’aggiunta di Brian Harvey, John Hendy e Terry Coldwell.
Nel 1992 esce il loro primo disco intitolato Walthamstow, che grazie ai singoli Deep e It’s Alright conquista da subito la prima posizione in UK e ottiene un disco di platino.
Nel 1994 conquistano anche la prima posizione nei singoli sempre in patria con il pezzo Stay Another Day, che diventa una hit in tutta Europa.
Seguono poi altri due album di successo Steam uscito nel 1994 e Up All Night nel 1996.

Nel 1996 Brian Harvey ammette con allegria, rilasciando varie interviste, che fa uso di droghe e che la droga rende il mondo più bello.
Il gruppo perde popolarità, la stampa si accanisce e Tony Mortimer decide di lasciare la band nel 1997.
Nel 1998 col nome E-17, i tre lanciano un nuovo disco intitolato Resurrection, che non vende una fava e nel 1999 il gruppo si scioglie definitivamente.

Con la fine del gruppo Tony Mortimer ha continuato a lavorare come produttore e manager musicale, pubblicando anche un disco da solista nel 2013 intitolato Songs From The Suitcase.
Brian Harvey nel 2001 pubblica un disco da solista intitolato Solo …fantasia porta mia, che malgrado le ottime collaborazioni con i Fugees non ottiene successo.
Rischia la vita più volte per incidenti stradali, uso di droghe e risse. Cade in depressione e tanta il suicidio nel 2005.
Gli altri due? …e chi se li ricorda più.

Seguendo le orme dei Take That, nel 2006 i quattro ragazzi decidono di tornare assieme per una serie di concerti ma la reunion dura poco.
A causa del brutto caratter di Harvey, Tony Mortimer decide di abbandonare nuovamente il gruppo ma non finisce qua.
Mortimer ritorna, Brian abbandona il gruppo e viene sostituito da Robbie Craig ed esce nel 2012 Dark Light, un disco di inediti.


Un anno dopo Mortimer decide nuovamente di lasciare il gruppo….e che palle. Nel 2015 gli altri tre decidono di continuare in tour ma vengono massacrati dalla stampa quando ad un concerto si presentano giusto 30 persone.

Ad oggi non si hanno notizie sul futuro degli East 17. Magari ce li togliamo dalle palle definitivamente…

Once Upon A Star : Il Cast Di Harry Potter Vol. 2

harry1Buone notizie per i fan di Harry Potter.
Questa estate debutterà a Londra per la prima volta a teatro il dramma Harry Potter e Il Bambino Maledetto che racconta la storia del figlio di Harry e di Ginny Weasley.
Vi dico già che l’attrice che interpreterà Hermione è una ragazza di colore e questo ha scatenato un pò di critiche tra i fans del maghetto e la Rowling.
A giugno uscirà anche il libro. Siete contenti?
Questa settimana vi riportiamo nel mondo del maghetto alla scoperta degli attori che hanno animato i film della saga.
Che fine hanno fatto Dean Thomas (Alfred Enoch), Vincent Tiger (Jamie Waylett), Luna Lovegood (Evanna Lynch) e Viktor Krum (Stanislav Ianevski)?
Scopriamolo assieme!

dean1 dean2

Dean Thomas, Grifondoro e amico fidato di Seamus, è stato interpretato dall’attore Alfred Enoch.
Enoch è nato a Londra nel 1988 ed ha partecipato a tutti i film di Harry Potter.
Dopo ha recitato, ricoprendo piccoli ruoli, per le serie TV Broadchurch e Sherlock.
Dal 2014 è uno degli attori principali della serie How To Get Away With Murder (Le Regole Del Delitto Perfetto)
Per il ruolo in questa serie ha ricevuto due nomination ai NAACP Image Award for Outstanding Supporting Actor in a Drama Series.

jamie1 

Vincent Tiger , Serpeverde e tirapiedi di Draco Malfoy, è stato interpretato dall’attore Jamie Waylett.
Nato a Londra nel 1989 ha debuttato come attore per Harry Potter e La Pietra Filosofale. In origine fu scelto per interpretare il ruolo di Dudley, cugino grassoccio di Harry.
Dopo aver partecipato ai primi sei film della saga, nel 2009 fu accusato di possesso di droga e abuso di cocaina e multato con 120 ore di servizio comunitario.
Nel 2011 invece è stato condannato a due anni di prigione per atti di vandalismo e per possesso di una bomba Molotov.

luna1 luna2

Luna Lovegood, Grifondoro e amica di Harry Potter, è stata interpretata dall’attrice Evanna Lynch.
Lynch è nata in Irlanda il 16 agosto del 1991 ed ha debuttato come attrice proprio in Harry Potter e L’Ordine Della Fenice ed ha continuato con la saga fino all’ultimo film.
Dal 2012 ha recitato in due cortometraggi intitolati Apex ed Ella e nel 2015 ha recitato per il film irlandese indipendente My Name Is Emily.
Oltre alla recitazione ha lanciato una linea di accessori e ha lavorato come modella.
Ha lottato per due anni contro l’anoressia nervosa.

victor1 victor2

Viktor Krum, membro della nazionale bulgara di Quidditch e studente della scuola di Durmstrang, è stato interpretato dall’attore Stanislav Ianevski.
L’attore, in origine un atleta, è nato il 16 maggio del 1985 in Bulgaria ed ha debuttato come attore in Harry Potter e Il Calice Di Fuoco.
Successivamente ha recitato in Hostel: Part II, Pod Prikritie e Sofia Residents In Excess.
Per il ruolo di Viktor fu selezionato tra seicento aspiranti. La sua scena in Harry Potter e I Doni Della Morte – Part 1 è stata tagliata.

Dal mondo di Harry Potter è tutto.

Once Upon A Star : Karim Capuano

 

karim2Grazie alle sue trasmissioni televisive Maria De Filippi nel corso degli anni ha messo su un vero e proprio ufficio di collocamento, creando addirittura nuove figure professionali come Il Tronista …. e qui ci sta proprio bene un NO MARIA IO ESCO.
Per chi non lo sapesse (e credo in pochi sinceramente) il tronista è una figura umana senza arte ne parte seduta su un trono che ha l’arduo compito di trovare tra mille corteggiatori e corteggiatrici l’anima gemella e il vero amore.
In realtà poi questi ragazzi non sono così cessi da non poter trovare l’anima gemella al bar sotto casa senza telecamere e quindi mi chiedo ..perché vi ridicolizzate tutti i giorni ad Uomini e Donne?
Voglio dire siete belli, palestrati, tonici, plastificati, pieni di capelli…che vi manca? Forse qualche regola grammaticale e un pochino di cervello? Suvvia siamo nel 2016 a che serve!
Tanti tronisti hanno lasciato il segno, altri invece sono spariti… voi vi ricordate di Karim, il primo tronista italiano?
Scopriamo che fine ha fatto.

Karim Capuano nasce a Barletta il 16 dicembre del 1975 da padre italiano e madre indiana.
Dopo aver lavorato nel campo della moda debutta in televisione nel 2001 come tronista per il programma di Maria, Uomini e Donne.
La sua popolarità cresce a dismisura (..e ancora oggi ci chiediamo perché) e da concorrente diventa opinionista nello stesso programma.
Fino al 2003 resta in casa mediaset come ospite fisso a Buona Domenica.
Nel 2003 partecipa alla prima edizione del reality La Talpa arrivando secondo ed è ospite fisso a Domenica In fino al 2004.
Nello stesso periodo conduce Estate Sul Due assieme a Maria Teresa Ruta e debutta al cinema come attore nel film polizesco Il Latitante.
Come se non bastasse recita anche in teatro per La Donna Di Samo, L’Orgasmo Della Mia Migliore Amica e per I Cinque Sensi Della Donna scritto addirittura da lui stesso.
Nel 2006 recita per un altro film Parentesi Tonde e incide addirittura dei singoli intitolati Pallone Marcio, Di Sicuro e The DreamNO MARIA IO ESCO…ALLA SECONDA.

Qualcosa però va storto. Nel 2008 Karim aggredisce un taxista a Milano e viene condannato ad un anno e sei mesi e per un pò di tempo sparisce dal piccolo schermo.
Conduce poi vari programmi per alcune reti private… e per fortuna non captati dalla mia antenna.. e recita nella soap opera Vivere.
Nel 2011 a causa di un incidente entra in coma e per fortuna si riprende del tutto nel 2012 ma nel 2013 viene arrestato per avre strappato a morsi l’orecchio destro di un amico …ECCALLA TAYSON.
Tra il 2014 e il 2015 recita in altri due film intitolati Fratelli Di Sangue e Oltre La Vita.

E non posso non concludere quest’articolo senza un NO MARIA IO ESCO!

nomariaio esco

Once Upon A Star : Erin Moran

erin2La sit-com Happy Days debutta in America nel 1974 diventando da subito uno stra-cult trasmesso in tutto il mondo.
La serie, ambientata tra gli anni cinquanta e sessanta, narra le vicende della famiglia Cunningham rappresentando la vita, l’amicizia, l’amore, le feste, il cinema, la cultura, la musica, l’esilarante divertimento e lo stile di vita di quella generazione di adolescenti statunitensi che hanno vissuto il Sogno Americano.
Happy Days chiude nel 1984 lasciandoci col ricordo di Fonzie e il suo pollicione e con la memorabile sigla cantata da Charles Fox.
Se Richie Cunningham (Ron Howard) è diventato nella vita reale un grande regista, che fine ha fatto Erin Moran l’attrice che interpretava Joanie Cunningham sorellina di Richie?
Scopriamolo assieme…

Erin Moran nasce in America, il 18 ottobre del 1960.
Nel 1986 debutta come attrice recitando nel film Uffa Papà Quanto Rompi e nella sit-com per bambini Daktari.
Il primo ruolo importante arriva proprio con Happy Days nel 1974 che regala all’attrice successo e popolarità.

Con la fine di Happy Days, Erin continua a recitare per altre serie televisive come Una Famiglia Americana e The Love Boat.
Nel 1983 recita per uno spin-offi di Happy Days intitolato Joany e Cachi.
Nel 1987 si sposa con Rocky Fergus e divorzia poi nel 1993. Nello stesso anno si risposa con Steven Fleischmann.

Nel 2008 partecipa al reality Celebrity Fit Club e continua a recitare in televisione per ruoli minori e comparsate.
Nel 2011 insieme ad altri ex-colleghi di Happy Days, querela la CBS per non essere stata pagata dai ricavati ai prodotti legati alla serie come DVD, fumetti, bambole e altro.
Nel 2012 vince la causa ma cade in disgrazia per abuso di droga e alcol.
Senza soldi e senza tetto, vive, secondo alcune fonti, tra roulotte e posti improvvisati.

Happy days proprio….

erin-moran-barbona