Tag: usa

USA, amministrazione Trump rende più facile per gli operatori sanitari discriminare le minoranze

L’amministrazione Trump ha ufficialmente introdotto una legislazione a favore dell’obbiezione di coscienza che permette a dottori ed operatori sanitari di non somministrare una vasta gamma di cure mediche ai pazienti per motivi etici, religiosi o politici, legalizzando a livello pratico la discriminazione nei confronti dei pazienti facenti parte di minoranze.

pete buttigieg - ilpuntoh

Pete Buttigieg contestato con cori omofobi in Iowa

Il candidato alle presidenziali, apertamente gay, Pete Buttigieg è stato accolto ieri da alcuni manifestanti anti-gay in Iowa che gli hanno rivolto messaggi omofobici.

I fatti si sono verificati durante due delle apparizioni di Buttigieg in Iowa ieri, secondo la CNN. Ad un evento, due manifestanti hanno gridato “Ricorda Sodoma e Gomorra” a Buttigieg. La citazione fa riferimento alle città bibliche in cui i residenti erano dediti a “immoralità sessuale” e vennero così puniti con il “fuoco eterno”.

In un’altra contestazione, un manifestante si è rivotlo ai presenti in sala dicendo:

Pete Buttigieg inizia la sua campagna per le presidenziali del 2020.

Il sindaco di South Bend, Indiana, apertamente gay, ha iniziato la sua corsa alla Casa Bianca.

Pete Buttigieg ha ufficialmente rivelato che vuole concorrere per diventare il nuovo Presidente degli Stati Uniti.

Veterano di guerra in Afghanistan, il politico è nato in Indiana è si è dichiarato pubblicamente gay nel 2015, dieci giorni prima della sentenza storica della Corte Suprema sull’uguaglianza dei matrimoni, scrivendo che “in un momento come questo, essere più aperti sull’essere gay può far bene alla comunità”

Ha iniziato a frequentare suo marito, l’insegnante

Amministrazione Trump attacca comunità LGBT+ per la 100esima volta

A tre anni dall’insediamento nella Casa Bianca, in poco più di 800 giorni, l’amministrazione Trump ha attaccato la comunità LGBT+ 101 volte.

Gli attacchi, all’incirca uno a settimana, sono stati registrati uno per uno dal TAP, il Trump Accountability Project di GLAAD, gruppo per i diritti LGBT+, che ha da subito notato come si soffermassero principalmente sulla comunità transgender, dalla questione dei bagni pubblici a cui, secondo il presidente, si dovrebbe accedere solo dopo aver dato conferma attraverso documento del proprio sesso anagrafico, a quella del “transgender ban” dell’esercito.

Corte Suprema autorizza il transgender military ban

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha accettato la richiesta dell’amministrazione Trump di sollevare le ingiunzioni contro il transgender military ban, permettendo de facto che entri in vigore mentre le corti minori discutono sulla sua legittimità (processo che potrebbe durare anni).

La decisione della corte sul divieto, che prevede l’impossibilità di servire nell’esercito americano se si comincia il processo di transizione, non è un’ordinanza, ma ha aperto la strada all’esercito, che ora ha la possibilità di implementarlo fino al verdetto finale. La decisione è passata con 5 voti a favore, tutti del partito repubblicano, e 4 contro dei giudici Stephen Breyer, Ruth Bader Ginsburg, Sonia Sotomayor e Elena Kegan.