/In the Navy – lo stile marinaretto colpisce ancora! IlPuntoH

In the Navy – lo stile marinaretto colpisce ancora! IlPuntoH

IN THE NAVY? HELLO SAILOR! Quando lo stile marinaretto fa tendenza.

Sono passati un po’ di anni da quando Coco Chanel lo ha reso immortale con i suoi abbinamenti mannish, da quando Brigitte Bardot passeggiava in Costa Azzurra e gli Agnelli “vestivano alla marinara”, eppure lo stile nautical non va mai fuori moda.

Timeless. Casual, ma comunque ricercato. Elegante, eppure disinvolto. È il look perfetto per le giornate estive che – non diciamolo troppo ad alta voce- sembra stiano arrivando. C’è chi lo sfoggia per una gita al lago, chi invece in località di mare e alcuni che addirittura non possono farne a meno neppure in città. Ma quali sono i must-have per creare l’iconico outfit à la mariniére? Pochi semplici passi, ma fondamentali per sentirsi veri lupi e lupacchiotte di mare!

in the navy / stile marinaretto

Sailor Moon e compagne ne hanno fatto una vera e propria divisa. Colletti blu su camicie bianche. Immancabili righe orizzontali bianche e blu navy. Un pantalone bianco o jeans, per “sdrammatizzare”. E dulcis in fundo mocassini, espadrillas o sandali, per le irriducibili fashioniste.

in the navy / stile marinaretto

E i maschietti? Anche per noi le righe sono “da avere”. Con un comodo pantalone, chinos o anche short, e le scarpe con la suola in gomma, le famose boat shoes. Il foulard al collo lo lascerei a Briatore e ai suoi amici. Ma se proprio dovesse alzarsi il vento o, peggio, iniziasse a piovere, non dimenticatevi una bella cerata impermeabile super trendy.

in the navy / stile marinaretto

Pronti a partire? Nodi, unità di navigazione, timoni e cartografia non vi spaventeranno più. Anzi, cazzare la randa (?) sarà un gioco da ragazzi e ragazze. Decisamente ben vestiti.

in the navy / stile marinaretto
Si accettano inviti eh. Vi accompagno a Montecarlo se serve!!

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.