turismo lgbt in italia 2017

Quanto vale il Turismo LGBT in Italia? Ben 2,7 MILIARDI di Euro.

Sapevate che il tursimo LGBT in Italia è un segmento economico in forte espansione?

A pubblicare la notizia è Quiiky, primo tour operator italiano a lavorare nel campo raimbow per i viaggi, e ci dice che  il turismo Lgbt in Italia vale ben 2,7 miliardi di euro: molto più di quanto ci si aspettasse. Nel nostro bel Paese, infatti, siamo circa 3 miliori di individui raibow e insieme riusciamo a produrre un fatturato turistico che sfiora i 3 miliardi di euro.

turismo lgbt in italia coppia lesboQuiiky si è chiesta come mai il Turismo LGBT in Italia stia diventando così forte e soprattutto che tipologia è il turista gay italiano. Secondo questa ricerca, infatti, si denota che il turista rainbow italiano non solo ha una migliore situazione economica (se vogliamo anche purtroppo dettata dal fatto che per noi avere figli è mission impossible), ma ha anche un più alto livello culturale: fattori che spingono il popolo LGBT a viaggiare almeno 2 volte l’anno. Infatti, sempre sulla loro ricerca, si legge che nel 24% dei casi il turista LGBT italiano possiede una laurea specialistica, svolge professioni qualificanti, ha un reddito che oscilla in genere tra i 1500 e i 3mila euro.

Ma c’è di più quando analizziamo le peculiarità del turismo LGBT in Italia: si evince che il popolo rainbow è grande fruitore di smartphone e tablet (determinate app hanno qualche responsabilità in questo caso?), possiede un’autovettura per cui è capace anche di spostamenti indipendenti, almeno il 91% di noi ha un account social e spesso prenota su piattaforme alternative di alloggi come AirBnB oppure il sempre più LGBT MisterBnB.

turismo lgbt in italia gallipoliSi evince così che il turismo LGBT in Italia ha una forte connotazione digitale e che internet, così come le varie piattaforme di turismo appena citate, vengono utilizzati per potersi informare al meglio prima di partire, magari mettendosi in contatto con qualcuno del posto che possa darci consigli o proprio chiedendo ad amici che sono già stati dove vogliamo andare, e ben nel 41% dei casi si fa a meno delle intermediazioni d’agenzia di viaggio.

E se il turismo LGBT in Italia è arrivato al 51% quest’anno, possiamo esserne davvero orgoliosi. Pensate che la Spagna (con le sue isole Canarie, Barcellona, Sitges e mete LGBT storiche) quest’anno ha raggiunto solo il 26% per quanto riguarda il turismo LGBT.

Sapete qual’è stata invece la città del nostro bel Paese a ricevere il maggiore afflusso di turismo LGBT in Italia? Gallipoli, che scavalca addirittura la famosa e pioniera Torre del Lago.

Che gran bei risultati per la nostra Italia, possiamo solo sperare che si vada a migliorare anche dal punto di vista sociale per il popolo Rainbow che in questo Paese ci vive e vuole metter su famiglia.

halfblood

Figlio di Madreh e di Padreh nonché fratello di Sisteronzola (tralascio gli avi altrimenti facciamo notte!) nacqui dopo 22 ore di travaglio sulla bella costiera Sorrentina in una sera di TOT anni fa. Eterno giovane, sognatore e passionale vorrebbe citare in giudizio Marcello Cesena perché per il suo personaggio di Jean Claude si è ispirato a lui e al rapporto di Madreh Halfblood, ma perché immensamente buono d’animo non lo fa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *