Uccidili! Tutti! Revenge

Dopo 3 stagioni di autentica suspense (e una di minchiate per allungare il brodo), la ABC ha annunciato la chiusura della serie statunitense ‘Revenge’.

Di che si tratta? La piccola Amanda Clarke cresce sballottata da un riformatorio all’altro. Il padre David, incastrato dalla potente famiglia Grayson, viene accusato ingiustamente di terrorismo internazionale. Morirà assassinato in prigione, non prima di aver lasciato alla figlia i suoi diari segreti in cui le rivela i retroscena del suo incarceramento, descrivendole come è stato tradito ma soprattutto da chi.

Raggiunta la maggiore età e uscita dal riformatorio, Amanda torna nell’alta società americana sotto la falsa identità della filantropa Emily Thorne, si insinua nella famiglia Grayson e si fionda alla caccia degli aguzzini di suo padre. Inutile dirvi che nell’arco di quattro serie, Emily si rivela un vero e proprio genio del male e ne combina di ogni pur di vendicare suo padre. Il suo obiettivo finale, la perfida Victoria Grayson, matrona della famiglia più potente dell’alta società newyorkese.

Ebbene dopo 3 serie al cardiopalma, la quarta stagione, attualmente, in corso, ha virato decisamente più sui toni della soap opera, con tanto di personaggi strampalati, vecchie alcolizzate che trangugiano whisky pure a merenda e rapimenti ad minchiam. Prima di far precipitare gli ascolti, la ABC ha annunciato così la chiusura definitiva dello show con l’ultima puntata, in onda il 10 maggio, dal titolo emblematico ‘Two graves’ ovvero ‘Due tombe’. Preannunciando una doppia morte che dovrebbe così porre la parola fine all’ infinita faida fra Emily e Victoria.

Personalmente spero che Victoria bruci carbonizzata e che Emily risolva la situation con una vera e propria carneficina degna della sua spietatezza, ma la vedo molto dura…

Ovviamente gli spoiler si sprecano. Ma io non ne riporterò nemmeno uno e me ne tengo alla larga! Spero solo in un finale degno di cotanta serie. Insomma, da Friends a Sex and the city fino a Lost, quante volte gli attesi epiloghi ci hanno lasciato con l’amaro in bocca? Spesso e volentieri è successo di tutto per innumerevoli serie, ma per le conclusioni si va sul sicuro con un tranquillizzante happy ending.

copertina

Pillole televisive. Per evitare ulteriori delusioni, ecco i finali che vorrei vedere per le mie serie tv preferite. Così non dovrò gridare contro il televisore come gli anziani.

1 – Grey’s Anatomy. Dopo Derek, ci liberiamo anche di quella lagna di Meredith. Lexie risorge, Cristina Yang torna dalla Svizzera, diventa Presidente degli U.S.A. e dichiara guerra al resto del mondo. E vince.

2 – Vampire diaries. Tutti si mettono d’accordo per uccidere Elena, visto che è la sola causa di tutti i casini a Mystic Falls. Katherine torna dal regno dei morti e diventa la vampira più fashion di tutti i tempi.

3 – Once upon a time. Emma fa un favore a tutti levandosi dalle palle, il suo stupido figlio con la voce di Amanda Lear la segue. Regina torna cattiva ma prima compie la sua ultima buona azione: far dimagrire Biancaneve.

4 – American horror story. Nella terza puntata di Hotel si scoprirà che Lady Gaga (annunciata protagonista della quinta serie) altri non è che come sempre Jessica Lange, dopo una full immersion dal chirurgo plastico.

5 – House of cards. Claire Underwood si rompe le scatole di tutti gli intrighi del marito, prende in mano la situazione e diventa capo del mondo. Ancora più potente di Cristina Yang.

Sciaouz!

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

2 thoughts on “Uccidili! Tutti! Revenge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *