Yossi & Jagger

“Stringimi forte”

(Lior Amichai ‘Jagger’)

“Non voglio farti male”

(Yossi)

Dalla Spagna, ai campi di prigionia ad Israele perché l’amore è ovunque.

E (per puro caso) riprendiamo un argomento trattato da RainbowNews questa settimana: l’amore in tempo di guerra.

Stavolta ci troviamo di fronte a qualcosa di puro e semplice, una pellicola che tocca profondamente nel cuore: “Yossi & Jagger”, un film del 2002, diretto dal regista Eytan Fox.

—————————————————————————

La vicenda ruota attorno alla relazione fra due soldati israeliani, un ufficiale e il suo subalterno, che si trovano di stanza al confine con il Libano.

tumblr_m51hoimP8K1qekv7qo1_400
Yossi & Jagger

Yossi, militare in carriera, risoluto e pragmatico, vorrebbe che la relazione restasse nascosta, mentre Jagger, è un militare di leva, aperto e dinamico che ha intenzione di presentare il suo compagno alla famiglia una volta terminato il servizio. Un giorno il reparto viene incaricato di compiere un’operazione notturna che potrebbe mettere in pericolo l’intero squadrone.

—————————————————————————

Pellicola di a malapena un’ora porta e concentra diversi temi: dall’omosessualità in primis, seguito a ruota dal fatto che è ambientato nell’esercito, alla prostituzione e agli stereotipi legati ai primi.

Da tener presente che Israele è, difficile da pensare in verità, lo stato con i più ampi diritti concessi alle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) di tutta l’Asia, ma trattandosi dell’esercito la faccenda diventa leggermente più delicata.

Drammatico e dal taglio quasi amatoriale il film si divide su due piani: l’avamposto chiuso, claustrofobico, dove i sentimenti vanno tenuti nascosti e i due uomini vivono sul filo degli sguardi e il bosco, aperto, vivo, luogo ove gli amanti fanno l’amore, cantano sulla neve, dove si è liberi.

Filo conduttore è il coraggio di essere se stessi e superare le idee degli altri, eclatante la domanda di Jagger ad un suo collega “E se ti dicessi che son gay?” detta senza timore in mezzo a tutti, tema portato anche dalla canzone “Your soul” usata a fine film.

—————————————————————————

Nel 2012 è poi uscito Yossi, sequel ambientato esattamente 10 anni dopo a detta della critica uno dei gioielli del regista.

yossi
Dieci anni dopo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *