Amici di letto, (aka trombamici) può funzionare? – IlPuntoH

amici di letto

Quali sono le regole per essere dei buoni trombamici?

La mia amica ha un posto fisso ad Amsterdam. Un posto dove stare ogni volta che ci torna, che non è così spesso, ma ci torna. E ha un piedaterre.
Un letto, per essere precisi.
E qualcuno che ce la ospita.

friends-with-benefits-11Insomma, la mia amica ha un amico di letto. Una di quelle cose alla quel-che-succede-a-las-vegas-resta-a-las-vegas. Solo che Las Vegas è Amsterdam, e il suo americano divoratore di hot dog è un istruttore di chissà quale diavolo forma di cross-fit olandese.
Un segreto segretissimo. Tant’è che nemmeno io ne ero a conoscenza. Non credo si vergognasse di dirlo, solo, proteggeva il segreto. Da cosa? Da me e da tutti quelli come me. Quelli che oddio ma come fate? oddio funziona? oddio ma ci riuscite? oddio non sei gelosa? oddio oddio oddio.

Per questo non me l’ha detto. Perché avrei analizzato troppo la cosa, vivisezionandola e rovinandola. E siccome è sua non voleva che fossi io a mettere in dubbio questo legame-non-legame che la rende serena e le da vitto e alloggio quando più ne ha voglia.


Finché dura.

Da quello che ho capito sono queste le regole fondamentali per avere e tenersi un trombamico. Parlare il meno possibile di questa relazione, specie col diretto interessato; non farsi troppe domande, ma godersi il momento; non fare progetti a lungo termine. Dev’essere una cosa da: “Domani sarò ad Amsterdam”, “Ok, puoi stare da me.”

E se dovesse risponderti: “Ci prendiamo un caffé?” invece che “Dormi da me?”. Vorrebbe dire che è finita. Che il contratto non scritto ma consensuale di possedersi solo il tempo che passate insieme è andato, svanito. Ma non ti domanderesti, come mai? Perché deve finire tutto?

friends-with-benefits-rulesLa mia amica ha risposto di no. Che sa che potrebbe finire tutto, e che al momento a lei va bene così.
Io però sono dell’idea che arriva un certo punto in cui un rapporto deve evolversi, prendere una direzione.

Perché scopare a comando, quando ne hai voglia, con qualcuno che ti scopa pure un sacco bene è bello, divertente, memorabile. Vedersi e saltarsi addosso è super eccitante, ma alla lunga, temo, scema. Non la mia amica, intendo il rapporto scema. Per due motivi: o uno si fidanza, o uno si innamora.

E allora sì che è un gran casino.
“Quindi, finché dura è per questo?” Perché potrebbe capitare che, un giorno, mentre siete a letto a stuzzicarvi, mangiare cinese e parlare del peggior sesso che avete fatto nella vita, a uno dei due potrebbe scappare una parola di troppo.

C’è chi crede che per essere una coppia da cento e lode sia necessario essere prima di tutto amici, e in secondo luogo complici a letto. Quindi forse un amico di letto potrebbe effettivamente essere l’amore di una vita?

Il problema è che c’è un terzo luogo. Bisogna partecipare in due. Come si fanno a distinguere i sentimenti dalle pulsioni? Cioè, lo capito per una one-night-stand seguita però da walk-of-shame (na botta e via e poi chi s’è visto s’è visto, insomma)… ma un rapporto così duraturo?

Voi cosa ne pensate? Credete nelle amicizie di letto?
Io non credo saprei gestirla. Sono più uno da ora-che-sono-single-vado-a-letto-con-chi-voglio, ma mai più di due volte con qualcuno che non voglio tenere nella mia vita. Non so se mi sono spiegato.

foto_1398771506Che poi la reiterazione e la recidività quando si mischiano sesso e sentimenti diventano problemi seri.
Vai a letto con qualcuno che ti chiede se sei arrivato a casa sano e salvo? Diciamo che per uno dei due quel sesso è qualcosa di più.

Ma se davvero c’è chi riesce a fare sesso regolarmente con una persona senza preoccuparsi minimamente di tutto quello che la riguarda nei momenti in cui non sono insieme, dovrebbe fare dei tutorial su youtube perché io devo capire. E’ un atteggiamento o un comportamento? Vi viene spontaneo o vi dovete un po’ forzare a non cadere in quei soliti errori da infragolati-stalker-dagli-occhietti-a-cuore?

Quali sono le cose che non si devono fare mai?
Come ho detto prima, non si deve parlare della “storia”. E poi non bisogna fare domande che sottintendano una qualche gelosia. Non bisogna organizzare nulla, né lasciare spazio ai preliminari. Ci si vede e si zompa, fine della storia. Non bisogna insistere oltre il terzo rifiuto e quando ci si vede in giro non si è più che conoscenti. Parlare va bene, ma solo dopo il sesso, solo per poco e mai di cose negative.
Non bisogna portare avanti la situazione se si è fidanzati o innamorati.

E voi? Avete o avete avuto trombamici? Come funzionavano le cose tra voi?
Credete che questo non-legame sia possibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com