Apologia del primo appuntamento – Parte 1

Vi spiego perché sono un sostenitore del sesso al primo appuntamento 

Fare sesso al primo appuntamento è una questione seria. Anzi, serissima. Specialmente se sei single da un po’ di tempo e ti piacerebbe incontrare la persona giusta, senza mancare – per l’ennesima volta – il colpo. Cosa in cui (personalmente) mi ritengo un drago. Ma proprio livello di super-sfygan di tipo quattro. Cintura nera del non ne imbrocco una. Master del ‘eccallà, n’artra sola.’

sesso-al-primo-appuntamentoBé, se anche voi, come me, ancora un briciolo ci credete nell’amore, ecco perché dovreste fare sesso al primo appuntamento. E perché dovremmo smetterla (un po’ tutti) di condire le nostre frequentazioni con quel falso moralismo e quel galateo estemporaneo che è una sovrastruttura culturale che ci costringere a credere che chi te lo dà (o, pure peggio, te la dà) al primo appuntamento sia una persona facile.

Di carne da mettere al fuoco ce ne è talmente tanta che ho deciso di dividere l’articolo in due episodi. Il primo è una corta di compendio filosofico sui motivi per cui, secondo me, fare sesso al primo appuntamento non è abominio. La settimana prossima vi delizierò con alcuni dati ‘scientifici’ a sostegno della mia tesi.

Sesso al primo appuntamento: un approccio filosofico

Partiamo dall’accusa. L’affermazione “Non starei mai con chi vuole andare a letto la prima sera” è una teoria bislacca, e per di più fallace (e il fallo non c’entra proprio una minchia, in questo caso). Poniamo che, come me, non siate persone possibiliste. Intendo dire che tendenzialmente io esco con una persona perché già so che mi piace, e se mi piace ci voglio andare a letto. Perché – anche se il periodo è di bassissima marea- sono un essere umano, e come tale sono programmato per provare attrazione sessuale per persone che ritengo adatte alla conservazione del mio benessere psico-fisico.
E a volte anche non.

study335large-620x320Quello che non mi spiego è come mai la pulsione sessuale dirompente e corroborante sia socialmente accettata nell’ambito di contesti occasionali (feste, ubriachezza molesta da spiaggia, dark room), ma non nel resto dei casi. E qui la falla: alcuni si aspettano che sia libertino abbastanza da fare sesso una sera a una festa e mai più, ma pretendono che sia diverso se le intenzioni sono serie. Ma le due pulsioni non si escludono, no? Voglio dire, le persone con cui ho intenzioni serie – anche se non bisogna mai parlare di intenzioni serie con le persone, ‘nevvero? – sono proprio quelle con cui ho anche intenzioni sessuali spiccate. La differenza è che mi interessa anche capire cosa gli passa per la testa, cos’hanno da dire e condividere. Credo che questo faccia di me più un ragazzo monogamo che un amante facile, al primo o al quindicesimo appuntamento.

E a proposito, ha davvero senso, nel 2017, parlare di “primo appuntamento“? Poniamo per esempio che io conosca una persona per cui comincio a provare interesse, poniamo che la incontri al lavoro, alla classe di piloga o agli aperitivi di laurea, in qualità di amico di una mia collega. Abbiamo davvero bisogno di rendere così evidenti le reciproche intenzioni e di organizzare un’uscita da soli, che mi causerebbe un panel filosofico su WhatsApp con le amiche su cosa sia un primo appuntamento e se la frase non ho voglia di andare a casa, ci facciamo una birra? sia in effetti da considerarsi tale?

Germany, Saxony, Homosexual couple caress each other in bed, close up

E poi, nel 2017 ci sono i social network: anche se ti ho visto solo una volta, so tutto. Ho spiato virtualmente le persone che mi piacciono fino a ricostruirne minuziosamente le vite, per poi esibirmi in finti stupori e messinscene di disinteresse quando mi raccontavano dov’erano state in vacanza quell’estate. Certo, è importante conoscersi un po’ prima di andare a letto insieme, e infatti c’è la possibilità di informarsi prima del primo appuntamento. (Questo non toglie che potete essere molto bravi a vendervi sui social e che poi dal vivo siate una pena totale: in quel caso no, non c’è bisogno che mi accompagni a casa.)

In generale—non che sia una regola, diciamo che è un’opzione se ho fatto bene i miei calcoli—sono uno “che fa sesso al primo appuntamento” perché trovo stupido, superata la soglia degli anni da apparecchio in bocca, fare strategie e, soprattutto, perché non sono così sesso-centrico da pensare che qualunque esito abbia un incontro tra due persone dipenda dall’espletazione di un atto fisico.

Questo non significa nemmeno che sia obbligatorio farlo subito: il nocciolo della questione qui è che non dovremmo essere giudicati per una scelta del genere. Un’amica, interpellata sull’argomento, mi ha detto che se a un ragazzo piaci, vorrà vederti di nuovo che tu ci sia andato a letto al primo o al quinto appuntamento, mentre se non gli piaci si volatilizzerà dopo averti stretto la mano. Certo, la mia amica non ha grande dimestichezza coi concetti di top e bottom, e che questi possono effettivamente essere una discriminante nella comunità LGBT… perciò, in fin dei conti, meglio scoprirlo subito!

3842d58f-e23a-48ef-8027-0909ea2328feNon ho mai considerato la sessualità come qualcosa che trascende le occhiate che ci si scambia o altre dimostrazioni di attrazione. Ho ‘affrettato i tempi‘ tante volte, ma il sesso non c’entrava: mi sono preso sbandate colossali per persone che ho incontrato a una festa e non c’è stato segnale d’allarme-imbecille che mi fermasse dall”affrettare i tempi‘ – e con questo non intendo andarci a letto, ma farmi piani sulla vita insieme che avremmo avuto o altre cose che fanno le ragazze e i ghei quando prendono le sbandate, e che dovrebbero preoccuparvi più del fatto che veniamo a letto con voi al primo appuntamento.

Con uno dei ragazzi che mi ha fatto tamburellare di più il cuore sono andato a letto la prima sera. E’ venuto a casa mia e abbiamo fatto sesso. E non è stata una cazzata andarci a letto subito, ma innamorarsi ciecamente e non sentire ragioni, nemmeno quelle della realtà.

Fare sesso al primo appuntamento non fa male, innamorarsi di un coglione fa malissimo. Perché le relazioni tra esseri umani hanno già un sacco di problemi senza che dobbiamo considerare tra i problemi anche il sesso.

To be continued…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com