Carta canta l’outing?

Passano i vips, ma la storia è sempre la stessa.

Il primo teen idol che arriva belloccio, bravino e magari un po’ ambiguo fa partire le malelingue: Ci è? Ci fa? Ci sembra? Ci sta?

La domanda è sempre una e una sola: ‘E’ gay oppure no?’

carta berami-2

E’ capitato a chiunque: Richard Gere, George Michael, James Franco, Robbie Williams e Ricky Martin. Alcune volte avevano ragione, altre no, altre boh.

Anche in Italia la solfa è sempre quella, soprattutto se si tratta di cantanti giovani, di successo e pieni di fans isteriche. Tiziano Ferro, Marco Mengoni, Valerio Scanu e Marco Carta.

E proprio lui ha deciso di sbottare e mandare a ramengo i malefici. E per rivendicare la sua mascolinità testosteronica, ha scelto le pagine di Diva&Donna (sic!), da cui strilla:

Sono gay? Vi sfido a dimostrarlo!

Carta è fresco reduce dall’Isola dei Famosi, dove è stato al centro di un gossip che lo avrebbe visto in attività extracurriculari notturne con l’altro naufrago Jonas Berami. Divo delle telenovelas e portatore sano di un amico del genere:

Ricordate le sparate di Dagospia di qualche tempo fa?

Fermi tutti! Dall’Honduras mi e’ appena giunta una voce di cui nessuno sapra’ mai nulla ( fino ad ora!). Pare certo che sulle bianche sabbie di Playa Uva esista un “Segreto” che viene ” girato” di notte tra mangrovie e folti cespugli. I protagonisti? Jonas Berami e Marco Carta.

A carico di Carta ci sono prove ambigue, tipo il non aver mai esibito una fidanzata o ancora le foto delle sue passate vacanze insieme a nerboruti amici non meglio identificati. Ma basta davvero questo per bollare un ragazzo come gay oppure no? A domanda lui, ovviamente non risponde. Un po’ per tenersi strette le sue fans e forse anche per far parlare comunque di sè.

C’è da dire che al giorno d’oggi l’outing non stronca le carriere. Basti pensare a uno come Tiziano Ferro: dopo le dichiarazioni sulla sua omosessualità, continua a vendere palate di dischi e riempie gli stadi. Perchè alla fine al pubblico non importa nulla della sessualità di una persona. E sono convinto che se gente ad esempio come Marco Mengoni, Elisa o Carmen Consoli dicessero di essere omosessuali non cambierebbe nulla per le loro carriere, perchè sono degli artisti con la A maiuscola. Tiziano fa quello che ci si aspetta da un cantautore: scrive delle gran belle canzoni e le canta ancora meglio. Tanto basta. Semplice, ma non alla portata di tutti. Forse non (ancora) di un Marco Carta.

Marco stai attento a sfidare la curiosità dei giornalisti! Credi sia così difficile prendere in castagna un gay??

Pillole rivelatrici! Come smascherare un gay.

1 – A fronte di minacce dell’ISIS, risponde che se per caso cadesse il mondo lui si sposta un po’ più in là.

2 – Mettetelo di fronte a un tailleur da donna in cui i pantaloni hanno un risvolto solo a una gamba. Il gay non resisterà alla tentazione di fare il risvolto anche all’altra.

3 – Sottoponetelo all’ascolto di ‘Born this way’ di Lady Gaga. Al primo battito del piedino, avrete la conferma.

4 – Ditegli : ‘Floreale? A Primavera?’ Se lui risponde: ‘Avanguardia pura!’ E’ decisamente gay.

5 – Indossate delle scarpe Prada della passata stagione: se vi guarda schifato, non ci sono dubbi.

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

2 thoughts on “Carta canta l’outing?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com