Hiv – 2017 is the new ’90

L’incidenza più alta di contagio è stata osservata tra le persone di 25-29 anni (15,4 nuovi casi ogni 100.000 residenti).

Stamattina, mentre leggevo le notizie con la mia tazza rainbow piena di delicatissimo tè fumante, mi son trovato questa notizia:

9a75d37ae08e93f0bf7e6f470043ea70
Articolo Completo

“Allarme malattie sessualmente trasmesse, dieci casi di Hiv al giorno”

e non stiamo parlando di un articolo di 20’anni fa, ma del 20 giugno 2017, nello scritto leggiamo che i dati raccolti nell’arco del 2016 non son positivi come si sperava, ora che abbiamo tutti i mezzi per assicurarci una prevenzione (quasi) perfetta.

Nel 2016 sono state segnalate 3.444 nuove diagnosi di infezione da Hiv, pari a 5,7 nuovi casi per 100.000 residenti a fronte del 2008 (per esempio) con 2.038 casi, pari a 3,4 casi ogni 100.000 anime con una percentuale in aumento di trasmissione sessuale  e non per via iniettiva, perché a quanto pare ci si droga di meno (o in altri modi), ma si scopa in modo non protetto di più.

figura_1Tra le regioni con più casi registrati troviamo il Lazio al primo posto, seguito da Lombardia e Liguria.

Purtroppo siam la generazione del sesso facile, veloce, in grado di esser soddisfatto ogni volta che vogliamo; Grindr, Hornet, GayRomeo, Scruff e chi più ne ha più ne metta; ormai basta registrarsi e si riesce a trovata una scopata assicurata (ma non per forza sicura) nel giro di 20 minuti, calcolando il tempo di trovare le chiavi della macchina.

E come fare per fermare questa epidemia?

il Preservativo

“eh ma sono allergico al lattice…”

“me li son dimenticati…”

“non sento nulla con il preservativo…”

e queste son solo alcune delle scuse usate per evitare il buon cappuccio; ma ragazzi, vale davvero la scopata? Purtroppo esistono casi di persone che cercano volontariamente l’infezione per poter andare sotto cure e, grazie ai nuovi medicinali, poter far sesso non protetto data la loro carica negativa alla trasmissione e stiamo parlando solo di Hiv, ma signori, pensate sia l’unica malattia trasmissibile con un rapporto sessuale?

NO

Clamidia.Clamidia La clamidia è un’infezione causata da un batterio che si trasmette nei rapporti sessuali non protetti con persone infette

Candida vaginaleCandida vaginale. La candida è un’infezione causata da un fungo normalmente presente nel nostro organismo, che, in determinate condizioni può diventare patogeno

Herpes genitaleHerpes genitale. L’herpes genitale è una malattia infettiva che si trasmette attraverso i rapporti sessuali; può essere trasmessa al neonato durante il parto

Hiv e Aids. L’Aids è la malattia da immunodeficenza acquisita causata dal virus Hiv che attacca il sistema immunitario e rende la persona più suscettibile alle infezioni e alla formazione di tumori

Infezione da Papillomavirus umano. Infezione da Papillomavirus umanoL’infezione da papillomavirus si trasmette per via sessuale; rappresenta il principale fattore di rischio per il carcinoma della cervice uterina

Sifilide. SifilideLa sifilide è una malattia seria e complessa, che si trasmette per via sessuale; se non curata può portare a gravi complicanze

Pediculosi del pube. Pediculosi del pubeLa pediculosi del pube si può considerare una malattia sessualmente trasmissibile; non è grave e può essere facilmente trattata

Infezione da Trichomonas vaginalisInfezione da trichomonas vaginalis. L’infezione da trichomonas si trasmette attraverso i rapporti sessuali; colpisce soprattutto le donne, interessando uretra, vagina, cervice e qualche volta anche le vie urinarie

ecc. ecc. ecc.

L’informazione, la prevenzione e i test son l’unico modo per poter vivere tranquilli e in salute, non rischiate.

APRI GLI OCCHI! METTI IL CAPPUCCIO SUL PISELLO CHE USI!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com