Indonesia: torture ed esorcismi per curare le donne trans.

Indonesia: torture ed esorcismi per donne trans

A sostegno delle “famiglie”(?)

L’Indonesia sta assistendo a un aumento dell’intolleranza nei confronti della popolazione LGBT+, dopo aver subito una forte virata conservativa negli ultimi anni. Il paese ha una situazione molto particolare che vede l’omosessualità tecnicamente legale in tutte le province tranne in una.

Le persone LGBT+ sono considerate “deviate sessualmente” e si ritiene che la loro omosessualità sia il risultato del possesso dei loro corpi da parte di spiriti maligni, e l’unica “cura” possibile è rappresentata da crudeli cerimonie religiose di esorcismo.

Il Bangkok Post ha pubblicato un’intervista in cui varie vittime di questi esorcismi hanno parlato delle loro esperienze:

Ad esempio, Andin, una donna transgender di 31 anni ha detto al giornale: “È traumatizzante – l’orrore di quel ricordo è vivo in me”.

Ha dovuto subire anni e anni di abusi e violenze di ogni tipo poiché la sua famiglia non accettava la propria omosessualità e voleva solo “curarla”, cambiarla. Come hanno fatto? Pregando incessantemente per lei mentre era rinchiusa in una stanza (a volte per giorni) o addirittura permettendo a un Imam di gettarle in dosso acqua gelida, al fine di allontanare dal suo corpo gli “spiriti malvagi dell’omosessualità”.

Ma non solo: fu anche costretta a partecipare a strane cerimonie “religiose” guidate da guru che le dissero che sarebbe andata all’inferno se non avesse rinunciato alla sua vita come donna. Per fortuna è sopravvissuta a questi trattamenti, che le hanno però lasciato un indelebile trauma mentale.

 “Nulla è cambiato dopo l’esorcismo”, ha detto. “Sono ancora LGBT+, ma la mia famiglia non lo ha ancora accettato.”

Gli esorcismi e altre forme di tortura e terapia di conversione – probabilmente – avranno un ruolo chiave in futuro se verrà approvata la cosiddetta legge sulla “resilienza familiare”. Si tratta di un disegno di legge che prevede di vietare l’omosessualità e tutti i tipi di sesso S&M. Chiunque fosse ritenuto colpevole di tali reati perderebbe la custodia dei propri figli e chiunque “soffrisse” di “deviazioni sessuali” sarebbe tenuto a denunciarsi alle strutture di riabilitazione per le cure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com