Per uno sputo di Stash

Non ci sono più i rocker di una volta, signora mia!

Un tempo Ozzy Osbourne staccava le teste ai pipistrelli con un morso, Marilyn Manson lanciava televisori giù dai balconi e Courtney Love tirava assorbenti usati ai fans. Erano gli anni 80/90, il rock furoreggiava e le popstar di oggi erano nel fasciatoio.

Ebbene se un tempo i duri e puri cantavano la Rivoluzione scandalizzando le mastodontiche platee di leggendari festival come il Lollapalooza o il Coachella, qui abbiamo gli MTV Awards 2016 a Firenze. E i The Kolors, band napoletana uscita dalla fucina di Amici di Maria De Filippi (sigh!).

Saliti sul palco per ricevere l’ambìto ‘History Awards’ per i 5 anni di carriera (……), la band ha prima cantato una canzone. Ma c’è tensione, il frontman Stash sembra nervoso. Durante l’esibizione si avvicina alla telecamera e… Fa partire un bello sputo! Anzi, per onor di cronaca una sbavatina che va a finire dritta sui pantaloni. Accidenti, che aggressive! Non paghi dell’audace gesto, i ragazzi terminano il loro pezzo e lasciano il palco, incuranti del presentatore Francesco Mandelli che li insegue chiamandoli invano e zompettando con il premio da consegnare.

Imbarazzo, una battutaccia per stemperare la tensione e andiamo avanti con artisti del calibro di Benji e Fede, roba grossa insomma.

La notizia sarebbe morta lì, se non avesse pensato Paolo Ruffini a riprendere dietro le quinte il siparietto tra Stash e Mandelli, in cui non è che si sono proprio fatti le trecce a vicenda, ma son volati paroloni per tutti i gusti!

Ecco il video dello sputo e soprattutto della lite!

Nonostante entrambi i contendenti mi stiano abbastanza sugli zebedei, devo dire che sono d’accordo con Mandelli, che non ha avuto nessun problema a insultare Stash e i suoi, facendogli la domanda che mezza Italia (quella maschile e anche quella uscita dalla diatriba del primo assorbente da mettere) si pone da, a quanto pare, 5 anni: ‘Ma chi c@°o sei???’

Pessima pubblicità per gli idoli delle ‘ggiovani, che notoriamente si contraddistinguono per la loro granitica fedeltà a un artista (Dear Jack, Finley, Dari, can you hear meeee?) tanto quanto Cicchitto nella politica. E allora ecco apparire sulla bacheca Facebook dei The Kolors un post scritto dal cattivissimo Stash Fiordispino (arisigh!) in cui si cosparge di cenere l’esuberante chioma.

13480372_10154308158178711_253883531_n

Immagino quanto sia stato spontaneo questo post, tanto che mi sembra di sentire in lontananza ancora il rumore dei calci dei discografici sulle chiappe del capelluto frontman. Ma tant’è…

Pillole Kolorate! Che sarà mai successo per far litigare Stash e il Nongiovane?

1 – La fidanzata di Mandelli si fa prestare da Stash la sua lacca speciale, ma esagera e rimane letteralmente pietrificata. Esposta al Museo Egizio di Torino.

2 – Stash si è offeso perchè il Nongiovane ha presentato i The Colors con la C e non con la K, che fa tanto ribelle.

3 – Bruce Willis, esausto del ‘uoòhoho’ di Everytime, esce dagli spot Vodafone e cerca Stash per ucciderlo con le proprie mani. Mandelli gli passa le coordinate per stanarlo.

4 – A corto di Sprite, i The Kolors vanno a saccheggiare il camerino di Mandelli.

5 – Maria De Filippi, pentita di aver lanciato i The Kolors, lascia il suo talent e obbliga Mandelli a ingaggiarla come terza Solita Idiota.

Insomma il rocker ha ruggito! Ma forse non conosce la regola numero 1 dello show businnes, mantra di Nostra Signora della tivvù Simona Ventura:

Voi che ne dite?

Sciaouz!

Tracio

Il contenuto del presente articolo riflette esclusivamente le opinioni personali dell’autore. Le affermazioni, descrizioni e conversazioni incluse nel presente sono frutto di pura immaginazione e della fertile fantasia dell’autore. In nessun caso si intende attribuire ai personaggi fittiziamente descritti alcuna opinione, idea e/o si intendono descrivere abitudini e/o consuetudini di personaggi celebri a fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini riportate sono di pubblico dominio e non sono coperte da diritti di proprietà intellettuale.

4 thoughts on “Per uno sputo di Stash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com